IL MIO PRIMO KEBAB

Risale al 1984 quando giovane cameriera prima in Galles con progetto scambio tra twin-towns pro acquisizione english language e poi sguinzagliata per Londra a scialacquare il guadagno (gli ultimi pennies spesi a Camden!) un amico in servizio a Moylan House mi portò vicino a Piccadilly in una botteguccia con uno spiedo verticale che io non avevo mai visto prima e da cui con un coltellaccio, un omino rifilava tocchi di carne chiara che cadevano su un vassoio di acciaio e poi finivano in un panino a tasca. Rivelazione. In Italia era ben di là dall’apparire.

Ora, posso anche dire di aver casualmente constatato la diffusione dei kebab qui da noi, ma io non ne sono così appassionata anche perché mi sembrano inferiori a quelli di Piccadilly: morbidi, insalata fresca, cipolla-cipolla, salsina bianca autentica (quelli) e secchi, insapori con salsina omologata che sa di maio-schifezza e pomodori frolli-slavati (questi).

La questione non è mangiare il kebab per strada, ma è mangiare bene! Magari portiamoci da casa

 il panino con la cotoletta

e la foglia di lattuga intera che esce ammiccante dai lati, e troviamoci a mangiarlo in piazza Aquileia in barba alle bistecche argentine e alla fajita messicana!

In seconda convocazione propongo:

il panino con le alici fritte.

Seguirà la sessione della parmigiana, della frittata alle zucchine, della peperonata!

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

10 Risposte to “IL MIO PRIMO KEBAB”

  1. akio Says:

    bellissimo! te lo linko sabato… buona giornata paola!

  2. arcipelago Says:

    Nooo… il panino con la cotoletta no… tutto quell’ammasso di polpe farinacee & proteiche, che formano un bolo a volte troppo arduo da deglutire…
    Vuoi mettere il panino con le alici fritte ?
    Molto molto più leggero…

  3. paolazan Says:

    grazie ai miei gastronauti!

  4. JonniLogan Says:

    tempo fa in jugoslavia lo chiamavano cerapcici oli dicendo.
    Ma forse kebab fa più tendenza anche se più distacco

  5. amblimble Says:

    …e i calamari fritti livornesi?le panelle palermitane?o un bel pezzo di focaccia pugliese con i pomodorini?
    a cibo di strada siamo messi bene nel ns paese!

  6. akio Says:

    http://avide[..] in punta di blog – tu credi di riuscire a scrivere di… elisabetta bucciarelli – nanogiganti di [zop] – il primo kebab di… paola zan – le nuvole di… kappapera (con un senza musica di fabrizio de andrè) *** di blog in [..]

  7. arcipelago Says:

    #4: yam… cevapcici… raznici… yumm… ma non sono proprio la stessa cosa… Tutto il contorno si – salsine, cipolla, insalata, pomodoro… – ma il nucleo è preparato diversamente. O no ?
    Non è che il kebab è un cilindro di carne di montone e/o agnello, mentre i cevapcici sono polpettine di carne di maiale (o un composto di maiale e manzo e altro) ?
    Anche perché, se il kebab è dei paesi musulmani, non ci dovrebbe essere maiale dentro.

  8. paolazan Says:

    infatti arci avrei fatto la stessa obiezione e temporeggiavo… i miei primi cevapcici: a vienna, in campeggio, nel 1982, avanzati me li sono fatti scivolare freddi giù nello stomacuccio alle prime luci dell’alba come sostanzioso fruehstueck! (e nonostante le papille anestetizzate si sentiva il sapore pepato!) ..libidine!

  9. anonimo Says:

    Scusate, ma che vi fa schifo un panino con formaggio e pera? Semplice, non troppo pesante, pasto, direi, completo. Comunque sia, tutto, anche il panozzo con le cotolette (se fritte in casa con un buon olietto leggero) e con un pomodoro sciapo scondito dentro, tranne i McDonald’s che sono la rovina, l’abiezione gastronomica di ogni paese che toccano. Un vero orrore!
    Miki

  10. paolazan Says:

    IDEONA! evitare il pane (dannoso con le sue farine 00, lo dice con cognizione di causa BERRINO dell’istituto dei tumori: andatelo a trovare nelle cucine che preparano i menù bilanciati e indicati come sana abitudine per attuare con il cibo la vera prevenzione dai disastri dell’alimentazione diffusa) e procurarsi contenitore ermetico da passeggio per ogni sorta di vegetale, pera in abbondanza compresa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: