GOLF

Il golf mi fa pensare. Male. Ai pesticidi somministrati ai prati. Agli insetticidi distribuiti nei laghetti e nelle canaline. (Anche in questo delicato settore non mancano i tentativi di mascherare i possibili pericoli dell’utilizzo di diserbanti e pesticidi per la manutenzione dei greens. Gli sforzi propagandistici, bisogna riconoscerlo, delle varie Federazioni golfistiche sono notevoli e hanno cercato di coinvolgere in questi anche alcune associazioni ambientaliste, enti e istituzioni. Il tutto per cercare di fugare i pesanti dubbi sui rischi di inquinamento di risorse idriche, faunistiche e vegetali in prossimità dei percorsi sportivi.Per il settimanale New Scientist un campo da golf in Giappone su un campo si impiegano mediamente una tonnellata e mezzo di prodotti chimici all’anno una quantità superiore di 8 volte quella utilizzata per i campi da riso. Stima inferiore viene fatta dal Journal of Pesticides Reform che si ferma a 750 chili per anno in un campo standard negli Usa.Gli impatti generali connessi alla realizzazione e al mantenimenti dei campi da golf sono: grandi movimenti terra, sottrazione di terreno agricolo e forestale, distruzione del paesaggio naturale, bonifica di aree umide per creare campi da gioco, laghi artificiali ,ecc.: interruzioni nelle vie idrologiche esistenti;di conseguenza si possono verificare erosione e inondazioni. Nei climi umidi, l’uso di pesticidi per la manutenzione del green può comportare il rischio di inquinamento idrico; non si dovrebbero adibire a campi da golf le aree interessate da sorgenti, i terreni sabbiosi, le aree con falda idrica fluttuante..>>

Dunque malgrado apparenze e costose propagande patinate di verde, il golf si e’ rivelato nei fatti una disciplina ecologicamente insostenibile. E’ fortemente inquinante con rischi di cancro per la popolazione.


All’enorme quantità d’acqua per l’irrigazione notturna dei campi (
Ma quanto consuma di ACQUA un campo da golf? Ogni campo da golf, tipo medio, a 18 buche, secondo stime dell’Associazione Europea del Golf, consuma in media 2.000 metri cubi di acqua al giorno. Ovvero ogni 24 ore un percorso si “beve” la stessa quantità d’acqua consumata da un paese da 8.000 persone. Comunque la si metta si tratta indubbiamente di una quantità’ non trascurabile: un dato che diventa uno schiaffo, al 1 miliardo e 400 mila persone nel mondo che non hanno accesso all’acqua potabile…). A tutto quello che avvelena o impoverisce l’ambiente ingannando l’occhio che vede verde-ordinato-pulito-arrotondato e l’associa al sano al buono, al bello in una visione pilotata e artificiale della realtà. Un organizzatore dell’evento di oggi in un golf club storico si diceva scosso dalla notizia che trapelava tra un par e un birdy: comincia a farsi strada l’idea di correlazione diretta tra incidenza di tumori e manutenzione dei campi.


1) un vecchio articolo da aggiornare nei dati ma che imposta bene la questione: http://www.lexambiente.it/article-print-478.html
2) sui pesticidi:
http://www.ecowiki.it/tag/pesticidi
3) sulle lotte ambientaliste contro il golf:
http://utenti.lycos.it/dossierisarenas/golf.htm
4) la storia di un ragazzino malato di cancro:
http://www.archiviostorico.corriere.it/2001/giugno
/05/Jean_ragazzo_malato_cancro_che_co_0_0106055781.shtml
5) per una visione d’insieme:
http://lists.peacelink.it/ecologia/msg01079.html
6) un caso emblematico:
http://www.arcipelago.org/Movimento/rubriche/gp_praia_golf.htm



Tag: , , , ,

4 Risposte to “GOLF”

  1. anonimo Says:

    Ho sempre pensato che il golf sia uno sport un po’ ipocrita. Come ogni tanto si sente qualcuno che dice che non è mica vero che il golf è uno sport per ricchi… ma tu quanti poveri conosci che hanno l’hobby del golf?
    Anonimo romano

  2. paolazan Says:

    I poveri vogliono diventare ricchi dunque emulano i loro comportamenti. così è stato nel tennis e nello sci…

  3. onavi Says:

    conosco bene la quantità di acqua che assorbe un campo da golf,prima dell’attuale lavoro ero un impiantista di irrigazione e prati inglesi,anche se qualcuno lo faccio ancora quando mi viene richiesto,nonostante io sconsiglio chi lo vorrebbe fare per vari motivi,il primo è proprio quello che dicevi tu:il consumo esagerato di acqua,il secondo motivo è: che i prati inglesi non centrano niente con il nostro clima mediterraneo,io consiglio i vari clienti a mettere su gramigna che ha poco bisogno di acqua,oppure piante mediterranee che obbiettivamente alcune di loro sono in via di estinzione e poi sono molto belle come decoro.
    Per quanto riguarda i diserbanti siamo schiavi delle multinazionali in particolare la Monsanto che nei suoi diserbanti hanno un principio attivo cancerogeno il glifosate,che fra l’altro è di libera vendita non ha bisogno di alcun patentino.Certo che l’UE non prende decisioni in merito al suo utilizzo,anzi ti dirò di più:i semi geneticamente modificati è una loro invenzione della Monsanto e della Dow Elanco entrambi produttori di morte,e i nostri politici Europei non fanno altro che stare dalla loro parte per convenienza elettorale,perchè costoro finanziano le campagne elettorali di vari gruppi parlamentari PSE e PPE se ti dico che cosa hanno combinato dal 2006 ad oggi ti metto i brividi,io stò svolgendo una campagna elettorale su questi argomenti in quanto candidato alle provinciali della mia provincia,se vuoi sapere ti mando il mio manifestino elettorale oppure una copia del comizio che ho tenuto in questi giorni.
    saluti
    Ivano

  4. paolazan Says:

    SI Ivano mandami tutto! Ma dimmi: puoi dirci il nome delle piante mediterranee a cui ti riferisci? Salvia, rosmarino..alloro? Grazie, a presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: