ONCE UPON A TIME

C’era una volta, e  forse c’è ancora, una scuola.
Un bel giorno di primavera cominciano i lavori di ristrutturazione delle aule del terzo piano. E cambiano gli infissi, stuccano qui, imbiancano là…
Una delle classi meno numerose viene spostata temporaneamente in un mezzanino, dove affaccia una stanza a L col soffitto abbassato, una colonna al centro, due finestrelle. Un grappolo di carte goografiche è depositato in un angolo. La cattedra, i banchi e la lavagna segnalano che, per quanto irregolare, il vano funge da aula. Un crocefisso di enormi proporzioni appeso alle spalle degli alunni suggella il tutto.
Un bel giorno piovoso di primavera inoltrata, sul finire dell’intervallo come al solito, la prof entra per adempiere regolarmente alla sua funzione didattico-educativa, e nonostante la precarietà della sistemazione, è allegra e subito incalzante. Deve solamente richiamare, dato che non è ancora suonata la campana di fine pausa, quei tre che se le danno appiccicandosi alla parete posteriore: su ragazzi… a posto!
Si staccano dal fondo e dietro di loro il grande crocifisso, ad altezza d’uomo, laddove era stato appeso sconsideratamente, divelto, e con braccio sinistro a penzoloni, fa penosa mostra di sè.
Datemelo! Li richiama l’insegnante, preoccupata che fosse usato impropriamente. E lo mette nel cassetto.

(Ipotesi sulle conseguenze di tale gesto?)

Tag: , , , , ,

9 Risposte to “ONCE UPON A TIME”

  1. anonimo Says:

    Mi è piaciuto questo raccontino.
    Anonimo romano

  2. paolazan Says:

    ma che conseguenza ipotizza l’anonimo romano?

  3. pignanelculo Says:

    A me ha fatto cagare questo raccontino.

  4. paolazan Says:

    io li farei incontrare pignanelculo e l’anonimo romano chissà cosa ne uscirebbe… un duello? una risata? indifferenza totale?

  5. anonimo Says:

    Mah, chi può dirlo cosa ne uscirebbe! Di conseguenze non ne ipotizzo comunque, mi limitavo ad apprezzare.
    Anonimo romano

  6. anonimo Says:

    uh apprezzamento incondizionato… questo sì che è stile

  7. bebyblu Says:

    spese € 2,75 per una boccettina di cianoacrilato?

  8. paolazan Says:

    per incollare che?

  9. paolazan Says:

    ah eggià  il braccio del crocifisso! sì in effetti qualcuno poi se ne curò ma penso che abbia usato una banale vinilica… e non solo, alla fine della ristrutturazione, assieme a tende e infissi furono introdotti nuovi crocifissi di piccole dimensioni in legno chiaro e appesi molto in alto nelle aule canoniche. nel mezzanino non ho controllato… ma quello è un po’ un deposito e non fa testo! insomma, ci fu una bella (perché spontanea) discussione in classe a cui dedicherò ancora un post.

    è strana una faccenda: che chi non pretende che vengano tolti, si debba prima o poi scontrare con chi pretende che rimangano! mah…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: