DIFFERENZIALI

Corrado Govoni


 

C'era una volta la Scuola Elementare. Aveva tutte le sue sezioni con le relative cattedre assegnate ai maestri e alle maestre. Io ebbi la Benini, la Fabbri e Felloni.
Tra di noi c'era un ragazzino 'particolare': imparava benissimo alcune cose come le norme del Codice della Strada o le Pagine Gialle, parlava in modo buffo, a raffica o si incantava; aveva paura di correre o di scendere le scale… Tutti avevano un'attenzione altrettanto 'particolare' verso di lui e quando qualcuno entrava in aula e bisbigliava con la maestra, osservandoci, si sentiva sibilare la parola AUTISMO. In quegli anni di transizione, erano ancora presenti nelle scuole le classi differenziali: raggruppamenti di alunni con problemi di ritardo mentale, scarti umani, handicappati, neurolesi, deformi, idrocefali, microcefali, roba da cottolengo insomma, qualcuno diceva. Ma il nostro eroe, era tra noi, 'normali', e si ritagliava il suo spazio di notorietà grazie alle sue strane prerogative, alle sue qualità 'geniali', veniva interpellato come un oracolo (non sempre attendibile, in effetti…), si enfatizzava la sua memoria, si rimaneva esterrefatti di fronte ai suoi meccanicismi, alle sue bizzarrie. Lui era stato salvato dal girone infernale della classe 'diversa'. La maestra 'differenziale', la Franchella, urlava e fumava, ed era piena di tic. Magari la poveretta si era fatta persino un percorso di formazione specifico… con qualche promessa di incarico 'prestigioso', sfruttando il suo slancio ideale… Mancuso invece gongolava, alla fine della carriera, insieme a Malacarne, con la sua quinta di tutto riposo!  

Ah, dimenticavo: il bambino 'particolare' era figlio del Direttore Didattico.

Una riforma importante era stata anticipata, in quel lontano 1970.

Tag: ,

2 Risposte to “DIFFERENZIALI”

  1. strangething Says:

    L'ho letto e riletto il commento, ma non so bene come interpretarlo…Probabilmente perché non so poi molte cose su Lars Von Trier [sì. sono un po' (molto) ignorante in questo campo :P]…

  2. guerreronegro Says:

    Dancer in the Dark oppure Dogville?Oppure Manderlay?Oppure Il grade capo?Dei primi tre ho il DVD originale e mi offro per lezioni a domicilio…Ovviamente il mio top è Dogville.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: