L'OCA DI MORTARA


una grottesca presentazione ufficiale di una sagra dell'oca, un'istruttiva mostra di palmipedi in piazza con specie ornamentali piccole come cioccolatini: l'oca, è assodato, è elegantissima!

un medico polveroso accompagna la mamma invalida incipriata, una giornalista nasuta prende meticolosamente appunti per la cronaca sul foglio locale, poi arriva il momento del buffet di oca: oca che cola da tutte le parti, sul sindaco, sul vicepresidente della provincia perché il presidente si scusa ma è corso ad altri impegni istituzionali sopravvenuti dove colano altri grassi, sui convenuti tutti.

sul grasso d'oca colato si attaccano i ciccioli grassi di oca ingrassata che sulla fascia tricolore scivolano lenti come in un grasso incubo.

suggerimento: estrarre il sindaco stagionato di antica educazione dall'ambiente contaminato leghista che lo soffoca e rende ridicolo e che pure lui stesso forse suo malgrado ha contribuito a far crescere, spolverare il medico mancato da tutte le sue fissazioni ipocondriache, asportare la pesante parrucca che invalida la vecchia incipriata, liberare le oche dalle gabbie e volare via!

là dove le oche non si mangiano, ma si osservano alla luce radente in mezzo ai canneti.

http://www.prazoo.it/animl.html

Tag: , ,

4 Risposte to “L'OCA DI MORTARA”

  1. guerreronegro Says:

    Una sola volta nella mi vita ho mangiato il pâté de foie gras.Non mi è piaciuto per niente.E quando poi, qualche settimana dopo, ho scoperto come sono state trattate le oche per poterlo ottenere, ho avuto ribrezzo.

  2. Simonedejenet Says:

    Una parodia dell'elezione di misspadania? 🙂

  3. giofelix Says:

    L'HO RACCONTATO due settimane fa in radio, nel solito appuntamento del venerdi notte, http://www.radio.rai.it/radio1/luomodellanotte/gli gnomi gridano il loro disappunto! Ero lì, sotto le due querce gemelle, in compagnia di Ardusli, la guida spirituale della piccola comunità…Quando:

    E mentre I daini e I cervi si esibivano in canti d'amore, improvvisamente si è udito un frastuono seguito da una spostamento d'aria.

    Uno stormo di oche francesi, una delegazione di germani reali, è atterrata al centro della radura. Sono venute a chiedere aiuto agli gnomi contro lo scempio del foie gras. Gli gnomi sostengono che i metodi di produzione del foie gras, e l'alimentazione forzata in particolare, consistono in torture crudeli e disumane nei confronti degli animali. Argomentazioni specifiche riguardano il fatto che il fegato diventi grande troppe volte più del normale, che le funzioni del fegato siano compromesse, che l'addome degli uccelli si espanda talmente tanto da impedire loro di camminare, che l'alimentazione forzata e continuativa porti alla morte e a lesioni interne dell'esofago. La mortalità è di 20 volte superiore al normale.

    E poi lo gnomo mi ha confessato il desiderio di partire per l'inghilterra, vorrebbe affiancare una 30ina di volpi agguerrite per la caccia al lord.

     

  4. nevepioggia Says:

    Io vivo in campagna…ho un'oca…e ho buoni motivi per credere che sarà la sola oca a morire serenamente ddi vecchiaia nei dintiìorni.A meno che uno degli sconsiderati cacciatori che gironzola ( troppo) vicino a casa non decida chè più facile preda l'oca che il fagiano….Ciao .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: