YOGHI E I SETTE BUBU

A Pisa ci sono molti ristoranti, diverse trattorie e osterie: un'ampia gamma di scelta per tutti i gusti. Per tutte le tipologie di turisti, viandanti e studenti.

La vita va a ondate come si sa, e nel giro di pochi mesi siamo tornati a far visita alla città, scoprendo che pure il Leopardi amava sciacquare i panni in queste anse dell'Arno. Lo testimonia una targa sull'argine.

Il rito si compie. La ricerca del parcheggio, la scelta del luogo dove riempire le budelle, magari forzata dalla chiusura di quello designato come prioritario. Così se Barbablù è sbarrato, e se da Yoghi e i Sette Bubu sono pieni, ci si fionda dalla Zozzona.

Poi se la voglia di tornare da Barbablù monta o se l'affezione muta il suo corso, lo si bypassa direttamente e ci si butta tra le braccia di Yoghi che ci ha pochi tavoli e da lui mangiano gomito a gomito rom e raffinati turisti very british.

Welcome to Pisa: se riuscite a individuare i ristoranti rinom(in)ati (da noi), siete bravi!

Tag: , , ,

2 Risposte to “YOGHI E I SETTE BUBU”

  1. paolazan Says:

    ah, i BUBU sono i replicanti di un modello di chef-sguattero alle dipendenze (o soci) di Yoghi che si aggirano nella cucina a vista come automi…

  2. Simonedejenet Says:

    Non riesco a riconoscere niente, d'altronde a Pisa manco da trent'anni. Figurati che la torre era ancora dritta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: