COME AL TELEFONO?

Ricevo una telefonata. Ma dove è finito il tuo blog? Eh… E’ sospeso… Come sospeso? Dove sono i tuoi racconti, ah sì… i post..? Ti seguivo lì, è pratico. Invece che chiedere informazioni a te, le evinco dal blog. Semplice. Ci sono ma non si vedono??? Ah. Saluti. Click.

Lamentele sul blog che non ha più la stessa fisionomia. Come se io fossi la segretaria di colei, un’altra, che il blog su splinder, conformato come era con la sua tenera  cornicetta verde, scriveva quasi quotidianamente. Ma sono io! Parla con me, visto che hai fatto lo sforzo di telefonarmi e sei pure fortunato, dal momento che molti altri che soffrono nel non leggere più il mio archivio (e devono aspettare che io depositi qui il mio uovo fresco di giornata), non possono nemmeno chiamarmi poiché non hanno il mio contatto diretto..! Quella del blog è qui, con tutte le vibrazioni della voce! No, è quella che scrive e si legge da casa o dall’ufficio in un momento di pausa. Paradosso. Per sapere di me, per comunicare con me, il blog interfaccia.

Non so se riuscirò a recuperare tutto. I commenti mi stavano a cuore. Tra i tanti quelli a SCIENZA E VALORI erano un malloppo particolarmente consistente. Altri sparsi erano delle vere chicche. Di saggezza, di spirito, di acume non comune. Ah, rivoli del mio antico blog, dove siete?

Se non li potrò rivedere, dovrò immaginare di averli ascoltati al telefono, senza averli mai registrati. Se la memoria persiste ce ne ricorderemo i contenuti, sennò forse avremo una traccia delle emozioni che abbiamo vissuto nell’istante in cui li leggevamo.

Ma è così che ci sentiamo quando siamo su msn o qualsiasi altra diavoleria che ci metta in comunicazione in tempo reale. Questo mezzo risulta essere in quei casi un telefono senza la voce.

E tutte le modalità di filtro e oscuramento e mascheramento e difesa che mettiamo in atto per non essere visti se ci siamo (on line!) sono ridicole.

Allora, riprendiamo confidenza. In tutti i sensi. Con mediapress che ci riceve transfughi con i nostri fagotti. Con la voce.

Lenta ma inesorabile, rimane il mio motto.

Un abbraccio. Non so se si usa, ma se mi volete raggiungere quando non mi vedete attiva qui, perché non ho sempre la connessione…, lasciatemi testimonianza in paolazan@alice.it. Non sarà una telefonata, ma una voce la percepirò comunque!

Annunci

10 Risposte to “COME AL TELEFONO?”

  1. james Says:

    da quanti anni lo scrivevi?

  2. paolazan Says:

    da gennaio 2008. il redirect mi informa, senza funzionare, che giacciono 776 post corredati da 1713 commenti. amen.

  3. Betta Says:

    Il redirect in effetti non funziona nemmeno a me.
    Comunque la sensazione data dal blog è diversa. Ci son persone, fra le mie conoscenze, che usano il doppio canale, altre che il blog non lo leggono, altre ancora che usano solo il blog pur avendo altri recapiti…

  4. Tyog Says:

    Buona fortuna!

  5. jamesdouglasmorrison Says:

    eih, devi conservare le foto…..

  6. avantè Says:

    Il mondo non fu creato in un solo giorno e da allora ad oggi molte cose sono andate perdute .Vorrei esser cortese però sotto sotto ti sei liberata anche di un surplus di ……….
    Bisogna cmq ringraziare wp per le tante braccia sottratte allo strofinaccio.

    • paolazan Says:

      certo! in quasi quattro anni di attività il blog è maturato a suo modo, ha acquisito una sua fisionomia, ma l’intenzione dichiarata fin da principio, proprio perché autenticamente aderente al mio spirito e alle mie motivazioni, non si è smentita ed è diventato un cumulo di inezie, ma non statico, un archivio di minuzie, ma non sterili, una collezione di fatterelli di cronaca molto minore, ma non trascurabili, e che compongono il mondo sfaccettato che io conosco e che mi sorprende sempre perché è scomponibile e se lo si avvicina non si finisce di vederlo osservarlo analizzarlo poiché è frattalico. non esiste? non è contemplato? e io ce lo metto apposta intendendo che è fatto di frattali di atti comportamenti sentimenti… come se vedessi tutto in termini di conseguenze che diventano a domino cause di ulteriori movimenti e accadimenti, caleidoscopici.
      mi sono divertita, assai.

  7. scarlight Says:

    ehiiiii! quindi ti sei giocata pure i miei commenti?! :p
    ahahahahahah
    scherzi a parte…..un abbraccio bella proffeeeeeeee! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: