ELENA, LA BELLA

Sei figli. Due mariti. E i figli tutti del secondo. E tutti maschi. Un premio per la sua bellezza da miss quando pesava 52 chili a vent’anni, 52 anni fa, 52 chili fa. Il direttore di una grande azienda trent’anni più vecchio la sposa lasciandola vedova giovanissima nel giro di pochi anni. Cambia vita. Madre sopra ogni cosa. Con un’immagine viva che l’accompagna. Sempre.

La sua vicenda mi si disvela tecnicamente in quest’ordine: madre di un drappello di maschi, innanzitutto, come già detto. Moglie, prima e dopo, con valenza cronologica e non. Il primo uomo non si scorda mai, sottolinea, evidenziando l’attaccamento ideale al primo marito etereo e sterile, sostituito con un autentico fattore. Io per inciso invece mi sono scordata se ha detto uomo o amore. Forse ha detto amore perché la citazione che lo contiene è la più usata e la più probabile. Ma l’agevole adattamento al secondo marito, dall’ampio e comprovato valore funzionale, è sottolineato dalla rapidità del matrimonio celebrato solo dopo pochi mesi, forse tre, dal primo incontro, e caratterizzato da una particolarissima affinità biologica! Si aggiunge alla mia meraviglia un dato: di figli in totale ne avrebbe avuti ben 13, se non fosse che per un’avversità fisiologica di genere le altre sette gravidanze, riguardavano femmine… mai vissute! Ad onor del vero, solo una venne alla luce a sette mesi di gestazione e respirò per due giorni, a causa della mancanza di assistenza adeguata, ovverosia di un incubatore.

Questa signora dai tratti regolari, bella come una venere preistorica, ha origini toscane. Una altrettanto giunonica e della stessa età mi era capitato di incontrarla in bassa Valle Camonica, ma con tratti del viso più affilati. Probabilmente non era di origini toscane. Ma Elena mi ricorda qualcuno… Trovato! Dice Siena e il collegamento è immediato.  La mamma della G. di cui non parlerò ora, aveva gli stessi caratteri somatici. Insomma, Elena, sei figli uguale sei nuore? Sì, risponde orgogliosa, affezionatissime (mi vogliono un bene dell’anima, e come sennò?) con un ricambio in un paio di casi, situazioni di matrimonio regolare, convivenza semplice e fidanzamento. Tutte le modalità rappresentate. Nipoti: sette.

Possiamo fare anche un piccolo passo indietro nella storia. Elena rincalza sulle differenze tra toscani e piemontesi. Come possiamo darle torto? L’indole è una cosa seria! Scopro che ha una sorella piccola si fa per dire da parte di madre e un fratello grande da parte di padre. La mamma comune con la sorella credeva di avere un marito disperso ossia morto in guerra. Contrae un secondo matrimonio. Al rientro inatteso del primo marito licenzia il secondo. La legge deve aver regolato tutto per benino, senza la minima sbavatura. Le sorelle sono unite. Il fratellone, figlio del disperso redivivo, aveva perso per davvero la mamma appena nato, motivo del secondo matrimonio di papà. Pure una zia amorevole entra in scena, con un lascito importante. Tanto è vero che Elena liquida tutti i suoi sei figli maschi in anticipo, rimpolpando  il patrimonio di famiglia. Non so perché ma mi sembrava di essere in una rappresentazione televisiva di Lucarelli, con tutti e quanti i personaggi in foto formato naturale trasportati di volta in volta in scena dal narratore…

Vita uguale teatro, per non dire tv. O realtà, per non dire reality. Esemplare, no?

Tag: , , ,

2 Risposte to “ELENA, LA BELLA”

  1. Betta Says:

    Strano come queste storie, strane e intricate, siano in realtà diffuse… basta avere la pazienza di aspettare che qualcuno decida di raccontarle e… ascoltare.

  2. paolazan Says:

    esatto, la disposizione a intercettarle è importante!
    ciò implica quella che altri chiamerebbero un”insopportabile perdita di tempo’…
    invece è una dilatazione, un diverticolo frattalico, una divertente inutile (sacra) divagazione…

    evviva!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: