SVERSAMENTI

Si minimizza sul danno ambientale nel golfo di Taranto per lo sversamento di combustibile avvenuto, pare, durante le operazioni di carico-scarico di una vecchia petroliera del 1983, la East Castle panamense, che implicano lo svuotamento di cisterne di acqua funzionanti come zavorra e bilanciamento. In ogni caso all’efficienza sbandierata dell’intervento di bonifica immediatamente approntato, dobbiamo fare fede, anche per la necessità di controbilanciare recenti figuracce dai risvolti tragici: siamo abituati a lungaggini e a rimpalli di responsabilità, ma se questa volta fosse vero, ci sarebbe da convenire che qualcosa in questo dannato Paese ogni tanto si riesce a rimediare. Il punto è che quasi mai si riesce a… prevenire!
Se invece dovvesse rivelarsi anche solo parzialmente falsa e manipolata la notizia del recupero del carburante sversato (20 t per 800 mq di superficie interessata, subito circoscritta?) dovremmo preoccuparci per la salute collettiva (pubblica?), già minata nella stessa zona dalla grande industria che la domina, e per gli allevamenti di cozze (una risorsa economica, un carattere distintivo culturale tradizionale) che potrebbero soffrirne irrimediabilmente.

Politica uguale partecipazione. La partecipazione poggia su forti motivazioni. A Taranto come altrove, dovremmo chiederci chi vogliamo ad amministrarci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: