FORZA RATZINGER!

Una volta, in certe circostanze, si usava dire: STO DA PAPA!

Ma, la domanda è: COME STA IL PAPA, OGGI?

Tag:

2 Risposte to “FORZA RATZINGER!”

  1. politepolarbear Says:

    Dopo le note vicende che hanno scosso la credibilità dell’azienda, il Vaticano rinvia la quotazione in Borsa. Doveva presentarsi al Nasdaq come il più grande social network del mondo – centinaia di milioni di utenti collegati tra loro da un capo infallibile – ma il momento non è propizio. In particolare la diffusione di segreti aziendali, gli scontri tra personaggi molto in vista nella gerarchia dell’azienda, il licenziamento del banchiere di riferimento, hannorallentato la quotazione. In più, la curiosità dei media si è fatta morbosa e qualcuno ha notato – come per il fondatore di Facebook, Zuckerberg – che neanche il papa mette la cravattanelle occasioni ufficiali. Ma quel che più turba gli utenti in tutto il mondo è il crollo di immagine del consiglio di amministrazione.Ha fatto scalpore, infatti, la recente dichiarazione del card. Bagnasco. I vescovi, ha detto il direttore della filiale italiana, non sono obbligati a denunciare i preti pedofili. Cosa che ha mandato su tutte le furie i social network concorrenti. Se li vediamo sulle nostre pagine noi li denunciamo, ha detto Facebook. Noi denunciamo persino i dissidenti cinesi, ha rilanciato Google. Poi, la pubblicazione di piantine, plastici e schemini con gli appartamenti papali ha svelato anche il lato menoglamour dell’azienda. Se le grandi imprese tecnologiche americane si fanno un vanto di far divertire i loro dipendenti perché questo aumenta la produttività – ping pong, monopattini, tornei di Risiko – in Vaticano è tutto un pregare, un raccogliersi in meditazione, un intonare nenie noiosissime. In queste condizioni, l’eventualità che qualche dipendente si ribelli è inevitabile. Madalla sede centrale, un lussuoso palazzo nel centro di Roma, filtrano le prime contromosse. Una grandemanifestazione a Milano in difesa della famiglia tradizionale, per esempio, perché i divieti su come la gente gestisce la propria vita, la propria morte, maternità, paternità e sessualità rimane il core business dell’azienda. L’unico social network – fanno notare il Vaticano – che vende da duemila anni un prodotto di cui non è nemmeno certa l’esistenza.

    Alessandro Robecchi sul Manifesto odierno.

  2. paolazan Says:

    …un florilegio stamattina per RADIO3 PRIMAPAGINA con gli interventi degli ascoltatori che dicono a gran voce: il vaticano non è la Chiesa di Cristo! a TUTTA LA CITTA’ NE PARLA delle 10 oggi stesso un approfondimento. TUTTO riascoltabile in pod cast.
    Un’ascoltatrice ex-catechista afferma: sì, la chiesa dello sfarzo e dei privilegi crollerà!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: