SCOUT INDIFFERENZIATI

La sagra della solidarietà? Alla torre di Castruccio! Castruccio… Castruccio… Castracani, naturalmente! E chessimangia di solidale? Testaroli al pesto e non, trippa, pomodori verdi e rossi… costine.. pommes frites e un curioso gnocco fritto lungo a sfilatino con dentro il lardo dop… ma come si chiama?  Toponomastica e nomi gastronomici locali non si ricordano facilmente!  Mi informo sulla qualità del pesto.  Artigianale, mi viene risposto.  Ma se l’artigiano decide di imbrogliare come l’industriale? Andiamo avanti.  Ad aiutare a servire ai tavoli ci sono tipi tozzi in divisa azzurro-blu e un fazzolettone a rigoni come una collana.  Arriva il momento di sparecchiare e TUTTO finisce in un gigante sacco nero, comprese le bottiglie d’acqua semipiene.  Insorgo.  E strabilio.  Strabilio e insorgo. Comeeeeeeeeeee???  Gli scout non fanno la raccolta differenziata???  No, mi fa la tozza sbattendo le palpebre truccatine, ma non abbiamo organizzato noi… Cheeeeeeeee????  E voi, gli scout azzurri ispirati dal dio creatore padre eterno giudice inoppugnabile, non siete capaci di indicare la retta via??????? Di diffondere la buona parola?????’ Siete buoni solo a mangiare, ecco cosa, purtroppo. Prendo atto scandalizzata e delusa. La raccolta differenziata sta oltre il 40% al nord, al 30 al centro e al 20 al sud, mediamente, e con eccezioni e aree di eccellenza nelle tre zone, ma la Toscana è troppo scandalosamente carente. Tanta misericordia per le strade a raccogliere i feriti… ma i rifiuti giacciono. Lumaca procede, e 70 km più a nord-ovest, nella famosa perla delle Cinque Terre, i cumuli di immondizie lungo la martoriata via Roma, si vedono e si sentono… I reportage fotografici che mostrano i danni dell’alluvione del 25 ottobre 2011, il fango che irrompe nei pianoterra, e mettono in evidenza la rapidità degli interventi di ripristino e pulizia, non sono abbastanza onesti: mettete bene in mostra anche il vostro personale problema dei rifiuti, cari monterossini! Franchino, il dottore, poi l’ometto che non ha fatto le scuole alte perché aveva le vertigini… l’arguto Mingo, che manda le donne lungo via Roma a fare i ricci, mica dalla parrucchiera! e altri personaggi colorano ancora le vie del paesello: Ciac è un lavoratore straordinario, il suo ristorante usa anche i prodotti dell’orto, a centimetro zero, ma l’onda di piena ha spazzato via il muro perimetrale che conteneva come una vasca l’appezzamento di terreno in pieno centro storico, il comune ne ha approfittato per espropriare e creare uno slargo. Ciac è indagato per interruzione di pubblico servizio, come quelli dalla TAV dice… Salviamo Ciac, e soprattutto il suo prezioso lavoro di orticoltore urbano!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: