IL NIPOTE DI SUO ZIO

Digito, seppure con due dita di una mano sola, dunque sono.
A part ça, non mi basta pubblicare le foto del baluardo dei resistenti nascondendo la mano dai legamenti saccagnati e a malapena dissimulando la sofferenza: mi rigira in testa questa storia del neopresidente del consiglio offeso.
Digito lentamente. Ieri mi si è cacellato il post. Non demordo. Sarà anche irrilevante, chissenefrega. Dirò di più. Aggiungerò una lista di eventi estremamente irrilevanti, en suite.
Ora, Letta ritiene che sia un insulto l’esser definito nipote di suo zio. Appunto. Che però lui sia anche il nipote di quello zio in particolare, non implica di fatto alcuna responsabilità da parte sua, a meno che i due non siano consorziati e associati per delinquere. Gli zii si subiscono, non si scelgono. E non rappresentano necessariamente dei modelli positivi. Non ci rimane che essere attenti e vigili per intercettare ogni possibile aberrazione della politica. Utopia? Letta sembrerà il pediatra di famiglia, competente e rassicurante, ma non possiamo permettere che il camice bianco che idealmente indossa come paramento, lo autorizzi a fare il gioco delle multinazionali farmaceutiche, propinandoci il ritalin per sedare i bambinoni scomposti che siamo diventati. Afasici e impotenti di fronte alle tragedie sociali. Grillini compresi.

Tag: , , ,

Una Risposta to “IL NIPOTE DI SUO ZIO”

  1. vincenzo.zucchero@tiscali.it Says:

    Tu scrivi con due dita, io (ap) plaudo con dieci. Ciao Paolina. Vincenzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: