FORCONI A 5 STELLE

Le stelle si disegnano con le punte. I forconi anche. Quale dei due soggetti punge meglio? E soprattutto, cosa buca?

Tag: , , ,

Una Risposta to “FORCONI A 5 STELLE”

  1. Giampy Shila Ed Ernesto Says:

    Grillo è un attore, può diventare qualsiasi cosa desideri il suo autore, trasformare qualsiasi evento in uno show, come è sempre stato. Un burattino. Quando arrivò Casaleggio ( che ora non c’è più ) impresse una svolta smussando alcuni angoli di un personaggio che già da lungi esprimeva teorie tanto stravaganti quanto incoerenti di stampo ecologico-pauperistico-complottiste. Il suo punto di forza è sempre stato quello di prendere per i fondelli le persone, quindi politicamente un avversario scomodissimo, nessuno si augurerebbe un confronto televisivo con lui, ti farebbe a pezzi. Stiamo parlando di un movimento dalle idee che paiono una fusione tra estremismi opposti. Idee di estrema destra ed estrema sinistra si fondono con un superficialità disarmante. Pauperismo, catastrofismo e idiosincrasie verso chi tocchi argomenti anche concreti, ma invisi a una certa ideologia che sul piano economico non ha né capo né coda. Tra i parlamentari eletti qualcuno si è comunque distinto, per una certa efficacia dialettica, dimostrandosi preparato sotto diversi profili, producendo e selezionando contenuti molto interessanti. La buona parte ha fatto campagna elettorale sedendosi alle spalle di Grillo davanti ai comizi, e per ben che vada può vantare un’esperienza politica che non va oltre il volantinaggio. Da movimento della speranza per l’uomo comune si è in breve trasformato in un movimento angosciante. Autori della qualità di Casaleggio, con uno skill di prim’ordine, ha gestito gruppi, sapeva tenere a bada i parlamentari, non se trovano molti, per cui senza autore presto il comico non saprà più cosa dire, né come gestire quella macchina da soldi che è il suo blog. Per il momento procederà con il pilota automatico, non produrrà nulla di nuovo, ripeterà quanto già detto in passato. Ammiccherà un po di qui e un po di là, spaziando da idee vetero fasciste, attraverso cenni d’intesa con Salvini fino a a fare l’occhiolino ai vecchi rifondaroli orfani di un partito nel quale riconoscersi. Fino allo schianto. Per me una clamorosa occasione perduta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: