LO ZITELLO E LA BALLERINA RAFFINATA CON L’INGLESE

Altri personaggi che non figurano nel titolo: il nano, lo gnomo, il mungitore e trasportatore di latte, lo stagionale degli impianti di risalita e i suoi amici del giro di birrette, Enzo Moscato e il teatro radiofonico, radio3, una parente (con stretto riferimento a La lingua batte e i neologismi anche solo eterografici con impatto fonetico), Ezio il ballerino dismesso, la speaker del meteo…

Quest’ultima dichiara che lo zero termico si trova tra i 7000 e gli 8000 metri, in Italia… pare infatti più interessata a fare una pubblicità indiretta agli autogrill e alle stazioni di servizio ”…in cui molti automobilisti nelle ore consuete si fermano per pranzare” e si confonde sulle altitudini…

A ritroso, Ezio dice con orgoglio: SI CI trovava tutte le settimane in balera…

Mia cugina se la passa discretamente: va spesso in vacanza in Kegna. Gegnale, no!? Ecco, avrete notato la presenza apparentemente erronea della GN al posto del NI. Bene, nella trasmissione (benedetta) LA LINGUA BATTE, qualcuno ha spiegato che così facendo si intende dare una connotazione nuova al termine quando è abusato come GENIO o GENIALE, o quando si riferisce a uno status che si vuole sbeffeggiare… come il viaggio esotico. Parallelamente o per contro, il troppo pignolo potrebbe diventare PINNIOLO!

Isaac Asimov oggi a Wikiradio, ieri Giorgio Gaber…

Ezio Moscato è lo stesso che in un’edizione di Fresco Bosco di Achille Bonito Oliva rappresentava la Morte dell’Attore?

Erick è un ragazzo estremamente responsabile e si merita molte soddisfazioni dalla vita.

Ugo svolge la sua importante funzione con grande determinazione, passione e dignità: un modello per tutti.

Lo gnomo e il nano stringono la mano con un inchino del capo per augurare buon anno, come si faceva una volta.

L’inglese pallida e assorta… accompagna la signora in una ciaspolata nella neve scintillante di sole. Come in un gioco di specchi i rimandi sono infiniti: il valzer del bel Danubio blù, Vienna, l’inverno, l’estate, la neve, il prato fiorito… il capodanno dei clamori e delle disillusioni per taluni, il capodanno della tranquillità visionaria, nelle sorprendenti omologie per altri!

Previsioni meteo (non lette dalla speaker balenga!): nevischio semiparalizzante per 24 ore. Conviene muoversi. Lo zitello col suo carico morale di figlioli adottivi problematici ma pieni di belle speranze, col cane sfinito per le troppe cucciolate e il trasportino del gatto vuoto per il recentissimo lutto parte e incrocia al momento giusto la via. Miracolini di Capodanno.

W la radio e il festival del racconto.

Tag: , , , , , , ,

2 Risposte to “LO ZITELLO E LA BALLERINA RAFFINATA CON L’INGLESE”

  1. assonometrie Says:

    Ciao cara visionaria, continua così ! Tanti Auguri per un 2014 fantastico !!! 🙂
    Beppe parco

  2. Transit Says:

    A proposito di SPECTRE, un iniziativa di Loredana Lipperini e altri; cioè un gruppo di volontari leggerà e giudicherà i manoscritti che chiunque potrà inviare; di radio(inteso come oralità, da testi scritti precedentemente) e racconti, ho inviato un mio commento, eccolo:

    Ottima e lodevole iniziativa quella di S.P.E.C.T.R.E.

    Cadete a fagiolo o a piombo come usano fare i muratori. Infatti, proprio in questi giorni ho ripreso, dal famoso cassetto, un mio manoscritto, ora file, a cui lavoro da anni. E che per certi versi ho lasciato sedimentare, andare in malora, marcire e, dopo un altra lettura, frugare con maggior chiarezza pregi, difetti, energia e boh.

    Prima di leggere e conoscere la vostra iniziativa, stavo pensando a due persone, entrambe residenti a milano, una donna e un uomo che non si conoscono e che esercitano il lavoro di insegnanti, a cui sottoporre qualche capitolo o almeno l’incipit del mio libro. Vorrà dire, se mi decido, che voi sarete la Terza Persona, a giudicare il mio lavoro.

    A proposito bisogna inviare il libro per intero o accettate i primi capitoli, diciamo cinque o dieci? Quest’anno dovrei decidermi anche ad allestire un blog, come la famosa stanza di Virginia, tutto mio che al momento non ho. Fare questo due cose per me sarebbe un po’ come quando Charlie Chaplin(sto leggendo dello stesso: La mia autobiografia)dopo vari delusioni e fiaschi nel mondo del teatro, decisivo fu il passaggio al cinema, all’epoca muto, iniziò ad avere un successo strepitoso all’età di 25 anni. Beh, io ne ho molti di più … Certo, ci mancherebbe: mica sono Charlie Chaplin, si nota da qui a cento chilometri. E poi non ho i baffi, né la bombetta e tanto meno i piedi piatti e le scarpe rotte.

    Sicuro, per il momento sono famoso solo a me stesso: un bell’inizio, senz’altro. Il mio maestro delle elementari Umberto Fusco diceva: – Contare sulle proprie forze – In verità lo guardavo e a mia volta dicevo: – Maè, cu tutto ‘o rispetto e ‘a stima ca vi porto, ma tengo ‘a casa e pure ‘a famiglia tutta sgarrupata … –

    Allora lui mi sorrideva e ribatteva:
    – Impara a leggere e a scrivere, poi vedrai –

    Quando tornai a casa, nel vicolo a poca distanza dalla scuola G. Mazzini, anche il palazzo del forno del pane crollò. Da quel giorno nel nostro vicolo mancò ll’addore d’o ppane: marò che pecundria.

    Mancò poco che non morissero coloro che passavano di là. Io non sapevo né leggere né scrivere e scappavo sempre da scuola nei primi due anni delle scuole elementari, perché stavo incatastato tra la sedia e il banco, ma vidi tra le pietre del palazzo, un libro tutto lindo e pinto con le figure colorate che non si era fatto niente: nessun graffio, né bruciature o pagine mancanti e stracciate. Allora presi il libro, tornai nella saittella dove stavo di casa e mi assettai sul cesso. Fu così che iniziai a leggere senza saper né leggere né scrivere. Quella volta feci finta. Ma però immaginavo e fantasticavo. Almeno quel giorno sapevo farlo. E mi riuscì di farlo. Col pensiero.

Rispondi a Transit Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: