100 ARDITI SON PARTITI E LA DEMOCRATTURA

In questi giorni da qualche parte a Milano si svolgono dei colloqui per assumere temporaneamente degli operai per EXPO. Ne prendono 100, una cuccagna. Il primo giorno si sono presentati 80 candidati. Perciò si è sparsa la voce: chi ne era al corrente ha potuto fare l’altruista e diramare la notizia agli amici disoccupati. Mansioni previste: pulizie dei bagni. Compenso lordo: 7.20 l’ora. Gli italiani non possono dire, alla resa dei conti, che gli stranieri gli rubano il lavoro. I responsabili della ‘selezione’ (il punto è l’affidabilità ai fini della sicurezza) sono esterrefatti.

Non ne usciamo! Un collega sessantenne (maturo?) entra in rotta di collisione con la ‘dirigenza’, esce dal gruppo (o viene invitato/spinto ad uscirne) e dichiara: ‘io non corro più quando la mamma chiama!’. Come convivere e sopravvivere in regime di democrattura? Questa è la domanda.

Annunci

5 Risposte to “100 ARDITI SON PARTITI E LA DEMOCRATTURA”

  1. pornoscintille Says:

    Si vede che devono tagliare le spese. Anche perché, dopo aver accontentato i vertici, per fare l’Expo resta poco …

  2. paolazan Says:

    Vertici?

  3. Biancamaria Caliman Says:

    si sono semplicemente attenuti ai parametri imposti (vd INPS ) [ € 7,20 l’ora ]

  4. paolazan Says:

    BMC, grazie per il tuo contributo! come vedi, l’informazione di carattere economico è secondaria e ha un piccolo posto… nell”’economia” del mio post: mi premeva piuttosto sottolineare che, a quanto riferito da chi il colloquio l’ha vissuto, il clima era di placida o cronica stanchezza e disillusione da parte degli italiani presenti, mentre qualche entusiasmo pacato si registrava presso gli stranieri… i selezionatori erano invece tutti convulsi. questione di stile. questioni stringenti, ripeto, di sicurezza. Tu, di che ti occupi?

  5. franco Says:

    Già quando la Moratti si dava da fare perché Milano fottesse Smirne mi ero dati per certi questi due avvenimenti:
    a) che avrebbe vinto Milano per “titolo sul cibo”, ma che sarebbe stato un bluff immenso il “Parco di tutte le biodiversità del mondo”, sapendo dalla stampa della precedente corruzione per acquisire i terreni contigui alla già presente Fiera di Rho, approfittando della quale si giustificava come onesta la realizzazione del Parco proprio lì; ma avevo anche scommesso che finita l’Expo vi sarebbe stato innalzato solo cemento
    b) giuro che avevo subito espresso l’opinione ad amici che per l’immensa corruzione si sarebbe perso il tempo necessario a completare tutta l’opera, e che quando l’Expo sarà finita si ritroveranno annunciati dai media un bel po’ di milioni in perdita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: