IL CAPRIOLO DI PIETRO E ALTRI INTRECCI

In una valle prealpina non più tanto ridente, tra retaggi industriali, ville fatiscenti e poveri orticelli, alberga temporaneamente un capriolo traumatizzato, riparato in un pollaio dopo aver urtato un veicolo nella notte.

Il tonfo della pressa risuona pressoché regolare, scandisce il tempo e non abbandona chi si avventura per i due sentieri principali che portano sulla montagna alla scoperta di itinerari naturalistici fatti di sassi e flora, da lunedì a venerdì.

Le tradizionali lame e forbici a marchio italico reggono a malapena la competizione con i prodotti cinesi, e tutti dicono che durerà ancora per poco. Poi sarà un altro capannone vuoto ad aggiungersi alla serie.

Un ramo terminale delle Ferrovie Nord Milano muore lì col suo bar tabacchi. L’immancabile supermercato centrale oscura il campanile. Diversi immigrati sparsi o a capannelli animano le vie. Anziani autoctoni invece presidiano i piccoli terreni strappati alla boscaglia su cui domina l’albero spoglio dei cachi con i suoi frutti a palloncino che paiono accesi. Figura meglio dell’albero di Natale.

Il veterinario somministra un farmaco all’ungulato e raccomanda a Pietro di non familiarizzare con l’animale poiché sennò poi non sarà più in grado di riadattarsi alla vita selvatica. Ha due anni ed è un maschio. Non è più riuscito a scavalcare la recinzione per il dolore alla spalla e alla zampa anteriore destra.

Pietro gli porta da mangiare pane secco e erba ogni giorno, mentre cura le galline. Una commistione zoologica curiosa. La pressa batte e stampa le lame. Tum tum tum. La fresatrice le rifinisce. Frsss frrrrsssss fsssss. La cassiera truccata e agghindata come se dovesse scappare alla festa di capodanno subito appena finito il turno fa passare le confezioni plastificate al lettore ottico con la stessa perizia. Beep beeeep beep.

Pietro ha la bocca cucita. Solo il suo vicino di orto, il vecchio fornaio, spiffera in giro che lì è capitato qualcosa di prodigioso. Il capriolo guarirà. E sarà… una festa!

 

Annunci

Una Risposta to “IL CAPRIOLO DI PIETRO E ALTRI INTRECCI”

  1. paolazan Says:

    Diversi (i soliti pigri che non scrivono) mi chiedono notizie del capriolo. Mi tocca fare un sopralluogo presto. Che sacrificio! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: