IL TACCUINO PREFERITO (CON LABBRA!)

L’uomo che fotografa assume una posizione svirgolata che gli permette una migliore visuale e sta un gradino sotto il suo omologo ritto e composto ma inerte come la bandiera sulla torre che non sventola. Forse si eleva con la sua aspirazione d’arte. Il tramonto se ne disinteressa nonostante la sua emblematica figura chiasmatica, come suggerisce Piero. Siamo noi che ogni giorno ci aggrappiamo a quell’attimo, eternandoci almeno un po’. La Giovanna ha viaggiato una volta con le merci di quel cargo, pensando a quando dove e come esporre i suoi coloratissimi dipinti che ritraggono volti. Chissà se Guglielmo continua a raschiare la chiglia della sua nuova vecchia barca per farci un giro e magari vedere da lontano affiorare le balene nel santuario dei cetacei… mentre frammenti di oggetti di plastica comuni affiorano dal mare amputati per ammonirci e sorprenderci.

Tre soggetti incomunicanti, parlano di sé in tre idiomi differenti che si sovrappongono nell’aria e compongono un quadro in cui il cumulo di ciottoli e il muro non sono affatto trascurabili.

 

IMG_20170114_171412.jpgIMG-20170111-WA0006.jpegIMG-20170119-WA0003.jpgIMG-20170119-WA0002.jpgIMG_20170107_152549.jpgIMG_20170105_121359.jpgIMG_20161122_101516.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: