POESIA, NARCISISMO E UMILTA’

Se l’umiltà è considerata universalmente una grande virtù,  gli umili sono i più ‘grandi’, le anime buone della società, rari come perle vere. E se tra quelli si possono annoverare i poeti o almeno alcuni estratti dalla categoria, la loro azione/produzione, allora, diventa superba. Paradosso o difetto lessicale? Solo accostandosi con umiltà a qualsivoglia attività, la si rende pulita, sublime, elevata veramente? Ma così dicendo, non si invita il soggetto ad autocondizionarsi in qualche modo? Ad autoregolarsi per essere socialmente più …accettabile, in fondo anche più accattivante? L’umiltà in quanto elemento di perfezionamento diventa vantaggiosa: si impara, si introietta, e la chiamerei piuttosto umiltà ‘secondaria’, acquisita. Pur sempre meritevole rimane lo sforzo. Stempera le tensioni, favorisce l’ascolto, polverizza la competitività, genera benessere.

Vale la pena soffermarsi sulla distinzione tra modestia e umiltà. Con la prima si indica la povertà degli strumenti di espressione, ad esempio, e… se il modesto ha anche umiltà, in virtù della sua, si spera, non modesta autoconsapevolezza, si ritira in buon ordine, non compete. Il fatto di conoscere i propri limiti lo eleva, per umiltà reale e realmente professata, ad un rango di modesto superiore, e non superbo nella sua modestia, come tanti modesti arroganti. Bel pasticcio, insomma!

L’umile acquisito dunque tenderà a nascondersi o tenderà a non schermirsi necessariamente, perché se lo fa, sa di essere imputato di vezzo? Stupirsi genuinamente dei riconoscimenti ricevuti e non cercati, è sintomo di umiltà.

L’umile colto e preparato ha il dovere di interagire ed aprirsi agli altri per trasmettere la sua sapienza. All’umile autentico però, forse, manca il senso dell’esibizione, perché è il narcisismo che lo alimenta, e il narcisismo parrebbe in contrasto con l’umiltà. Il narcisista si esibisce, anche senza arroganza, ma può incorrere nella doppia situazione dell’immodesto non umile e talvolta perfino nel caso dell’umile modesto.  Le eventuali finalità didascaliche che intendono trasformare la sua performance in ‘servizio’ socio-culturale, più umile o modesto, a seconda delle circostanze, non priveranno il soggetto in questione del gusto dell’esposizione/esibizione, sotto riflettori ben posizionati, né dell’applauso che ne potrebbe conseguire.

Infine, mi rimane un dubbio: ma cosa si intende per ‘falsa modestia’? Se solo i modesti sotto sotto se ne vantano un po’, i conti tornano. Sennò vuol dire che il confine tra i due termini, modestia e umiltà, è e rimane labile.

E non mi si tacci di ‘falsa umiltà’ se cito un articolo da prima paginetta del foglio quotidiano considerato per decenni il più autorevole e completo del panorama editoriale italiano: http://www.corriere.it/editoriali/alberoni/11_maggio_09/alberoni_40d5399e-7a01-11e0-a5b9-91021abd11c5.shtml da cui si può ancora prendere spunto per discuterne.

Come giunchi piegati, seguiamo il rituale di purificazione per procedere. L’atteggiamento di umiltà è imprescindibile per poter attraversare il nostro personale Purgatorio. Ecco dunque la natura razionale dell’umiltà come esercizio spirituale necessario, contro le prevaricazioni e le divisioni.

Ai poeti umili affiderei il necessario incarico di aiutare i modesti ad uscire dal loro piccolo impaccio, anche solo (e non sarebbe poco!) promuovendo l’istruzione e la diffusione della poesia presso di loro, lontano dalle torri d’Avorio, nelle periferie disagiate, tra le pieghe di un avanzo di società opulenta, senza precluderne l’esercizio a chicchessia. A tutti i livelli. Gioiosa e cantabile col suo ritmo di filastrocca. Pensosa e intima col suo vibrante afflato.

Una Risposta to “POESIA, NARCISISMO E UMILTA’”

  1. paolazan Says:

    Ricevo in privato e volentieri pubblico, in attesa di approfondimenti:

    Cara Paola,

    il tuo articolo, scritto con appassionato slancio, dà adito a discussioni. Non ho tempo ora di argomentare. Dico solo che “umiltà” è parola fuorviante se intesa come cristiana rassegnazione, per esempio, ma destrutturando il concetto, si potrebbe intenderla come “consapevolezza raggiunta passo dopo passo”, contrapponendola alla supponenza di chi non si pone nemmeno all’ascolto della propria ispirazione. Non ho un atteggiamento amichevole verso la poesia dilettantesca, che però vuole subito essere riconosciuta e riverita.

    Qui non è questione di democrazia. Il calciatore, il muratore, l’esperto di software agiscono nella professionalità che è loro propria.

    Mi incuriosisce la tua proposta di poesia-filosofia.

    A presto,

    Claudia

    Da: Paola Zan
    Inviato: venerdì 17 febbraio 2017 18:46

    Cara Claudia, stimolata dalla nostra conversazione di ieri e in particolare dalle tue riflessioni, ho pubblicato https://paolazan.wordpress.com/2017/02/17/poesia-narcisismo-e-umilta/ (graditissimo il tuo intervento)

    Troverai l’open call invece qui:

    https://paolazan.wordpress.com/2017/01/24/sette-vie-duscita-dai-sette-vizi-capitali/

    Devo ringraziare un grappolo di soggetti impegnati nella diffusione della poesia: Casa Merini per avermi invitato alle letture del lunedì e per avermi lasciato spazio proprio il 21 marzo, un anno fa… ma anche la Mariapia per avermi coinvolta e valorizzata nell’ambito del suo efficace Donne in Poesia… la Pasqualina per avermi manifestato stima e simpatia… te, che hai partecipato con squisita disponibilità alla ormai storica maratona di DepurartLab, senza dimenticare le iniziative successive a cui hai sempre posto attenzione…

    Tutte voi avete molto da insegnarmi!

    Copincollo dall’invito ad una conferenza su filosofia e poesia imminente:

    …la poesia è una via di espressione di sé attraverso la scelta delle parole per dirla. La scrittura poetica porta alla conoscenza del proprio respiro e del proprio “stare al mondo”.

    E, aggiungo, possiamo aiutare qualcuno, intorno a noi, a ‘respirare’ meglio.

    A prestissimo, con le tue parole incisive sui Vizi (uno o più…), spero

    GRAZIE

    Paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: