UOMINI E GATTI

1. R. è un uomo privilegiato. Vive in un attico affacciato sul mare, là dove brulicano marinai, scaricatori di porto e militari dietro muri sormontati da filo spinato (si sa, in Italia coesistono magnificenze e storture!). Ha studiato, lavora regolarmente e scrive per passione. Mai sposato. Senza figli. Ha convissuto. Corre come un matto. E ha due splendidi gatti, eternati da un grande trompe-l’oeil con loggiato e glicine perennemente fiorito in salotto. Le donne che incontra e presentano la propria candidatura saranno scartate se pretendono di distogliere la sua attenzione dalle esigenze quotidiane delle amate bestiole. Le goccine contro la tosse stizzosa o il disinfettante intestinale di Fofi e Cicci sono la priorità. Vuoi mettere la soddisfazione di preparare un piattino gourmet, vederlo leccare fino all’ultimo microframmento e raccogliere quell’infinita totale ma discreta e non asservita riconoscenza tipica del felino?

2. S. è sistemato in un appartamento di medie dimensioni in un caseggiato popolare nei sobborghi di un importante capoluogo dell’opulenta piana del Po. Sembrava un affare. Ma l’amico che gliel’ha venduto si è rivelato sleale e lui disconosce l’improvvida decisione di aggiudicarselo in fretta, col suo apparato di solidi infissi in alluminio oltreché comodi pensili-cucina già installati e successivamente in parte segati per farci stare un imponente frigorifero american style, che ora disconosce in blocco. Ha i muri dipinti di nuvolette colorate, create con quella tecnica ‘spugnata’ in voga anni fa e diffusa nelle abitazioni modeste allo scopo di impreziosirle, eredità culturale della sua ultima convivente che tanto le aveva desiderate, e che ora disconosce. Ha due bici in camera che polarizzano l’attenzione e se la giocano coi suddetti infissi anodizzati, manco per sbaglio velati da banalissime tendine. Non ha trompe-l’oeil perché è già tutto trompé in quella casa. Appena entri, se sei sfinito dal lavoro o dall’allenamento, ti puoi gettare direttamente su un divano con penisoletta e godere di una panoramica TV collocata su una mensolona polistrato marron sul moncherino di una parete (livellaaaaa dove sei??) demolita in un raptus, cui fa da sfondo un cumulo di attrezzature già nascoste in quel che si poteva definire un disimpegno prima di accedere alla già citata camera-officina. A corredo di tutto ciò, parcheggiata in qualche modo sulla strada, ha un’auto usata che disconosce per il tanfo preesistente. Due stelle però illuminano la scena: sono i due splendidi gattoni che zampettano, attraverso l’apposita finestrella, dal balcone al tavolo di cucina, saltando poi dalle cassette igieniche al lavello, e viceversa. Alle tenere bestiole, inconsapevoli, si fanno volentieri i complimenti per l’insolita lucentezza del mantello.

3. T. vive in una casa indipendente, in affitto, alla periferia di una città da favola. Quando lava il pavimento ci vogliono due giorni per farlo asciugare perché non strizza il mocio. Idiosincrasia. A ognuno la sua. A lui, diverse. Ha un fratello ludopatico con l’attaccatura dei capelli bassa. Ha due biciclette in camera da letto e due nel piccolo cortile piastrellato dall’amico così scala dalla pigione. Ma possiede due sontuosi gatti: un vecchio e mesto trovatello dal classico bicolore mantello e il nuovo scattante dominatore tigrato che lo affianca, rispettandolo.

Esercizio: trascrivere tutto al femminile e analizzarne l’effetto. Cosa muta? Cosa migliora o peggiora nella qualità della vita dei soggetti ipotizzati? La loro percezione sociale? Quali elementi storici possono aver determinato e caratterizzato lo status attuale? Cosa li accomuna veramente al di là del fanatismo per lo sport, la corsa a piedi o su due ruote che implica La Fatica… e degli amici gatti?

Annunci

8 Risposte to “UOMINI E GATTI”

  1. paolazan Says:

    Ecco! Ma…
    … non metti le tue scritture che appaiano subito appena si apre il blog, invece che obbligare a “non trovare” i tuoi “pezzi” migliori?

    Brava! Ma l’unica cosa “non migliore” su Uomini e gatti sono i n* 1, 2, 3 che non ci azzeccano!

    Ti prego di rinviarmi quella tua poesia che a me era piaciuta tanto il cui argomento era su un uomo al quale era, se non ricordo male, morta la moglie, e si era già speso in un bruttissimo approccio (i francesi direbbero “avance” e lo dicono anche la maggioranza degli italiani che non sanno usare la loro lingua). Ne farò – che sia tu presente (come mi auguro) o no – un commento di “come si trova la vera poesia in un testo” che “ce l’ha”!

    Qualche volta, se mi procuri qualcosa dell’Ultimavalla, te ne farò una disquisizione sulla sua mancanza di valore.

    Un abbraccio.

  2. paolazan Says:

    Era la solita letterina affettuosa di Paone

  3. ronnie Says:

    Uomini e gatti mi riguarda da vicino, non so se mi sento più uomo o più gatto.

  4. Federico Antonelli Says:

    Ciao

  5. Andrea Says:

    Molto carino…
    Fa pensare a quanto sia diverso il modo di essere, di vivere e di fare degli esseri umani.
    E a quanto io sia orgoglioso della mia “diversità”!
    E le domande finali poi… Tutte pertinenti, interessanti, intelligenti.
    Ma che richiedono forse uno “studio” troppo approfondito per me.
    Io invece, pigro come un gatto, preferisco osservare senza giudicare.
    Lasciando che ognuno viva la sua vita come meglio crede.
    Ma ringraziando te che mi hai ricordato leggendo queste righe di quanto sia comunque importante “viverla” la propria vita… ogni giorno, ogni istante, adesso!

  6. Daniele Says:

    Anch’io ho le bici in camera e le coccolo più di… quella moglie che non ho.

    Ho anche due gatti ma sento che uno tra un po’ mi lascerà perché i vicini lo stanno puntando, come sempre accade!

    Ho un fratello senza attaccatura… che si sposerà presto.

    Consiglio di non tenere i gatti in casa quando invitate la partner.

    Per quanto riguarda la bici, abbiate un occhio di riguardo al recupero!

  7. paolazan Says:

    ok ok sono in estasi, una luce abbacinante mi pervade. grazie per l’intervento così ben strutturato, l’ampiezza e la profondità delle argomentazioni, nonché il grande e significativo apporto alla discussione. c’è un mondo dietro ogni affermazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: