Stravizi

I vizi capitali quando non tradizionalmente vituperati sono celebrati nella vulgata come vitali e irrinunciabili trasgressioni punto a capo

Gola e lussuria superbia e avarizia ira accidia e invidia vantano in letteratura monumentali trattazioni a cui non si può mancare di rivolgere l’attenzione per creare l’occasione di una ulteriore sempre necessaria riflessione punto a capo

Ma i poeti qui convenuti non cadono nella trappola e colgono il valore della provocazione proponendo soluzioni misurate e sagge ironiche pungenti e divertite punto a capo

I poeti intercettano il disagio causato dai vizi più spesso subiti che agiti lo denunciano lo descrivono e le parole scritte e cadenzate danzano per loro e per tutti e si confermano un balsamo per l’anima ferita punto a capo

La soglia del vizio è rappresentata dal momento in cui i comportamenti diventano deleteri e distruttivi

Non vi è accettazione o rinuncia di fronte ai vizi bensì consapevolezza comprensione delle proprie e altrui fragilità

La poesia diventa modalità strumento di elevazione e riscatto personale e collettivo: l’accesso alle conoscenze e alla poiesis non è precluso neanche a chi è privo di codici interpretativi

Abilità e attitudine diversificano i poeti la motivazione li unisce

Si riapre il dibattito sui significati dell’arte e sulla sua fruizione

Una Risposta to “Stravizi”

  1. paolazan Says:

    Appunti dettati e da rimaneggiare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: