LA LINGUA BATTE E I GIUSTIZIERI DA TASTIERA

Omissati? Controlleria?

Omessi. Controllo. SVP.

Ma come parlano sui giornali, sui treni?

G., redivivo, si chiede dove hanno annacquato il cervello gli italiani che, anestetizzati, non manifestano contro i fascismi, come gli altri europei. Premesso che bisognerebbe anche segnalare, per completezza, il triste fenomeno dell’antifascismo dei cretini, la risposta è facile: su facebook!

Battute, battutine, battutacce. Esibizionismi, solipsismi. Chilometriche discussioni e delicatissimi equilibrismi possono portare a sani opportuni seppur leggerissimi, quasi impercettibili, scricchiolii delle convinzioni addotte con cieco furore inizialmente. Molti curiosi transitano, silenziosi. Alcuni, livorosi, lasciano tracce, come schizzi di saliva o puzzette. Facebook permette di spiare e rimanere nell’ombra. E il tempo passato dietro le persiane a guardare fuori è tempo sottratto alla lettura, agli approfondimenti, alla vita di relazione autentica. Vedo le facce di facebook. Vedo i risentimenti. Mai prendere di petto l’ubriacone che inveisce! Spirito di servizio pedagogico, siempre. Lineare. Proficuo.

Droni sorvolano Petrosino, grazie al sindaco preparato, e focalizzano i rifiuti. Attività di controlleria delle spiagge e dei cassonetti. Noo-ooo, controllo! Prevenzione degli abusi.

Il vitellino appena nato perde la mamma per estrusione dell’utero. P., il vet, segnala l’orfanello al grande allevatore della Val di Vara che lo accoglie in famiglia, soccorrevole. Tre litri di latte artificiale subito. Due addetti alle stalle, romeni, nei loro impermeabiloni cerati, con cappuccio e stivaloni, provvedono. A dispetto di due giovani italiani n’importe où che scaldano i banchi o le sedie dei bar o i muretti di periferia o il sedile del motorino o il divano di casa a digitare cazzate.

Un milione e seicentomila immigrati aderenti alla religione cristiano ortodossa. Un milione e cinquecentomila islamici. In prevalenza donne, famiglie. Badanti silenziose, insomma. Poi, vaccari, muratori etc.

Notizie omissate?

Gravi omissioni.

Annunci

2 Risposte to “LA LINGUA BATTE E I GIUSTIZIERI DA TASTIERA”

  1. Paola Zan Says:

    T., a onor del vero, insiste, l’indefesso, a pubblicare articoli sulla difesa, la tutela, il recupero della terra, intesa come suolo agricolo, e dell’ambiente nel suo complesso. Lo scrive sul Manifesto ogni tanto e… su facebook, ogni santo giorno.

  2. marioseghezzi Says:

    Io sono più cinico lo chiamo regno del falso perbenismo e/o mondo dell’ipocrisia esaltata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: