SIGNORA PINA, IL FRIGOR!

Confesso. Due volte all’anno lo svuoto. Lo spengo, e lo ripulisco utilizzando una spugnetta e aceto diluito. Lo asciugo poi con uno strofinaccio. Quello a quadretti rosso e bianco come le tovaglie delle vecchie trattorie, o quello arancio a nido d’ape. E penso che più volte, con mia grande sorpresa, ho scoperto in case impeccabili per ordine esteriore, divani rassettati, mobili e soprammobili maniacalmente spolverati, letti sempre rifatti con i copriletti tesi e la penombra costante nelle camere, lavelli sempre lucidi perché sempre strofinati con il gel igiene plus brillantante e gli straccetti messi a stendere lì vicino, a portata di mano, che non si asciugano mai perché sempre attivi, gli immancabili pot pourri sotto controllo… frigoriferi ributtanti! All’interno, intendo. Colature appiccicose. Cibi avanzati e mai rimossi, mummificati. Misere cose abbandonate, neglette. La rivelazione di un dialogo con se stesse, inceppato.

Come spiegare questa apparente contraddizione? A chi tiene all’ordine e alla pulizia non può sfuggire l’importanza di un interno! Eppure, ciò accade. E forse sta a significare la priorità data all’assetto delle cose immediatamente visibili rispetto a quelle intime, nascoste alla vista del visitatore medio che di certo non va a frugare in frigor, così come non tasta i letti per sapere la vera condizione dei materassi sotto il copriletto coordinato con le tende e le tappezzerie: il segreto della casalinga. L’affanno della casalinga. Far sembrare SEMPRE TUTTO A POSTO.

Ma TUTTO è nascosto, occultato dietro le antine della cucina componibile, dove perfino il frigor è mimetizzato!

C’è una sola soluzione. Liberare pentole e padelle, impilarle o appenderle, a vista. Ganci e mensole. Tendine svolazzanti. Vetrine povere, delle vecchie credenze. Cara Credenza. Caro Frigor ripulito da croste e pellicole d’aglio!

Insisto sull’etimologia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: