L’ACUSTEMOLOGO

È una specie di etnomusicologo e raccoglie le storie dei suoni.

Il pianto dei bambini, ad esempio. La voce. Nell’arco della vita.

Voce squillante. E quanti saggi di voce ormai collezioniamo coi messaggi vocali di cui abbiamo dimestichezza di questi tempi; quanto materiale per creare robot parlanti o ologrammi dopo la morte! Business non improbabile. Imminente. Immanente. Realtà virtuale aggiunta. E che bella acuta soddisfazione quando te lo dicono, te lo riconoscono spontaneamente, te lo comunicano con immediatezza, in modo naturale, occhioni sinceri, come la voce, sì, fanno attenzione alla tua voce e te ne parlano! E sai che aderisce. Autentica. Squillante. Determinata. Con tutto quello.

La voce. Ferita. Ne parlavamo con L. Ne conosciamo due di esemplari di ferite permanenti, nella voce. E riferiamo, ciascuna sul suo reperto. Siamo entomologhe. Ne sappiamo, di queste due donne assai distanti tra loro, il dolore della vita, gli abusi.

Trascinato. Trascurato. Occultato. Strappato. Ostentato a tratti. E richiuso. Ostinato. Mai dissipato. Mai veramente elaborato. Rimane e giace, sottotesto. Tutto lì, incancrenito.

In un’ottica di dematerializzazione, si prevedono affari in questa branca merceologica. Musicoterapia. È tradizione. Cura della voce. Canto, come fa con le sue consuete lezioni individuali, G.R. che non demorde.

E ballo. Che è un canto interiore che si esercita e manifesta con le gambe, i piedi, la postura, il dondolamento.

Suoni sinceri.

Sinceri gesti.

Poeti.

Poete.

Come suona?

Una Risposta to “L’ACUSTEMOLOGO”

  1. paolazan Says:

    Ricevo e volentieri pubblico il commento giuntomi in pvt:

    Ciao Zan. Forse avrai conosciuto Rossana Ariele Bacchella, una che bazzica Casa Merini. Ebbene ho beccato una poeta vera, verissima. La sto leggendo in questi giorni. Il suo, credo secondo libro, me lo son fatto prestare, perché, ho spiegato “sono vecchio, non ho intorno a chi lasciarlo poi quando muoio, e mi dispiacerebbe che finisse in mani indegne”. Se non la conosci cercala e ritrova me affinché se ne esalti la figura. Quando parla lo fa con voce deliziosa ma molto roca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: