Archive for the ‘io donna’ Category

AL BUM

luglio 29, 2017

IMG_6944.JPGIMG_6955.JPGIMG_6970.JPGIMG_6963.JPGIMG_6968.JPGIMG_6961.JPGIMG_6969.JPGIMG_6957.JPGIMG_6942.JPGIMG_6943.JPGIMG_6958.JPGIMG_6962.JPGIMG_6964.JPGIMG_6972.JPGIMG_6953.JPGIMG_6973.JPGIMG_6965.JPGIMG_6954.JPGIMG_6959.JPG

IRRESISTIBILE SANGUINETI, UN MESE FA

giugno 20, 2017

calc 2.jpgcalc 3.jpgcalc 5.jpgcalcinai 1.jpgcalc 6.jpgcalc 4.jpg

Immagini di Alberto Calcinai ph

IL DIAVOLO NELLO SPECCHIO

giugno 8, 2017

foto fred 3.JPGf fred 8.JPGfoto fred 7.JPGfoto fred 1.JPGcornice e profilo 2.JPG

FIGURAZIONE E ASTRAZIONE

maggio 31, 2017

cornice e profilo 2.JPG

Quando Virginia Woolf incontra per la prima volta Katherine Mansfield l’apostrofa così: “Chi è quella lì… vestita come una puttana?”.  Le donne continuano a stigmatizzare l’aspetto o il comportamento delle ‘altre’, che sono sorelle sì, forse amiche, sodali…  ma soprattutto potenziali nemiche o nemiche mascherate sempre, lasciando trapelare aspetti talora inquietanti della loro ‘formazione’ di persone adulte, donne nello specifico.

Estrapolo dai saggi di Nadia Fusini Possiedo la mia anima, il segreto di Virginia Woolf  e  La figlia del sole, vita ardente di Katherine Mansfield.

Era bello stare lì con lei; Virginia capì che non c’era niente che le potesse dare la stessa profonda emozione che le dava una donna intelligente, sensibile, libera – una donna identica a lei. Perché Katherine era proprio come lei: una donna che capiva la letteratura, e sapeva scrivere. […] Ma era anche invidiosa, gelosa.”. Virginia sta scrivendo La stanza di Jacob ed è invidiosa della scrittura di Katherine, vorrebbe scrivere esattamente come lei.
Dal canto suo, KM non vive la vita sedentaria di Virginia e non ha ‘tempo per l’invidia’, ma è “una donna complicata e vuole cose contraddittorie” , esattamente come Virginia Woolf, e in questo si riconoscono incontrandosi. KM brucia tutto, brucia i suoi anni (muore a soli trentaquattro anni di tubercolosi), e mentre Virginia nei diari confessa che “La fatica di andare a Londra è troppo grande” (Diari, 25 ottobre 1920), Katherine conduce una vita che definire movimentata è un eufemismo: “A Londra, nel dicembre del 1912 KM ha ventitré anni, è in Europa in modo stabile dall’agosto del 1908 e ha già avuto molte esperienze – d’amore, di sesso: un aborto, anzi, due aborti e una peritonite, dopo la quale non potrà avere figli. E’ una ragazza avida di incontri, impulsiva, promiscua, confusa e autodistruttiva.

Le due figure di scrittrici si incontrano e si scontrano. Sono due vite intellettuali dei primi del ‘900, due vite diverse ma identiche nel loro aspetto fondamentale e per così dire ‘primigenio’: essere una donna scrittrice, un motivo caro alla produzione saggistica di Virginia Woolf (A room of One’s own – Una stanza tutta per sé, 1929) e che si agita nella condotta di vita di Katherine Mansfield, anima avventurosa, una vera e propria figlia del sole che rivendica una sua libertà intellettuale, una donna che “in quei nomi di pittrice, scrittrice, musicista non cerca un’identità, ma l’espressione”. (https://poetarumsilva.com/chi-siamo/)

Una non-accademica babelica come me si lascia ammaliare dal tema e naturalmente chiama a raccolta tutte le donne di buona volontà.

ovale fred 1.JPG

La mostra WOMEN THROUGH THE LOOKING GLASS è aperta oggi 31 maggio 2017 fino alle 19, in via Vincenzo Monti 8 a Milano.

Fred Tavano Ph

 

PROROGA

maggio 26, 2017

Women through the looking glass chiude il 1° giugno.

IMG-20170526-WA0035.jpg

BASTA CERCARE ONLINE EXECUTIVE E CARLA SANGUINETI, FIOR DI ARTICOLI

maggio 17, 2017

Carla Sanguineti, studiosa di letteratura e esploratrice di linguaggi artistici caratterizzati da originalità per gli accostamenti polimaterici, da vent’anni viaggia incessantemente tra Genova e Milano, dove trova nuovi interlocutori e inediti spazi di incontro.

Nelle sale di Executive, da giovedì 18 maggio a venerdì 26 maggio 2017, saranno proposti i suoi lavori più significativi: installazioni, specchi e fotografie, frutto della ricerca che l’artista ha compiuto sul rapporto immagine-parola.

Milano, per le sue stesse prerogative di centro nevralgico degli Affari, polarizza l’attenzione di soggetti febbrilmente impegnati nel mondo dell’Economia e della Finanza e persone dall’intelligenza acuta e inquieta come gli artisti. Accomunate da capacità  inventiva e operosità le due categorie non sono poi così distanti tra loro, e l’intreccio dei due diversi campi d’azione diventa imprescindibile: l’Arte non è solo ornamento e meraviglia, ma stimolo e fonte di riflessione. Concretezza e intuitività imprenditoriale le fanno da sfondo e costituiscono il necessario supporto per favorirne la diffusione, ovverosia l’incontro con un pubblico curioso e avvinto, sempre più ampio.

Paola Zan (pro cs)

https://paolazan.wordpress.com/2016/10/20/la-sanguineti/

 

APPUNTI E SPUNTI

maggio 12, 2017

Una dentista dalla corporatura massiccia che si è fatta restringere lo stomaco e continua a studiare canto portandosi dietro le tracce di un fallimento in età infantile per essere stata esclusa alle selezioni dello Zecchino d’Oro, non trova marito.

Ha l’ossessione dei bambini a cui deve rivolgere la propria attenzione professionale come ortodonzista grazie alle sue competenze e al suo aspetto di Susannatuttapanna apparentemente gioioso e rassicurante, ma non li sopporta anzi, li odia proprio.

Un giorno incontra sul treno un vecchio rompiscatole, un ottantenne molto vigoroso, che le racconta da impenitente logorroico i dettagli anche scabrosi, della sua vita di intellettuale disadattato e uomo sconsolatamente solo, invischiato in un pantano familiare praticamente insanabile e tormentato da un vago senso di colpa per aver avuto una parte importante nell’ascesa di un uomo politico molto discusso.

Accetta di farsi accompagnare da costui a concerti, mostre e presentazioni di libri per dimenticare l’ultima assurda relazione con un piastrellista arrogante e tendenzialmente violento conosciuto in chat.

Dove sta l’autenticità della vita? In quali pieghe dell’esistenza si nasconde? Da niente e da nessuno riceverà risposta. Finché un’intuizione improvvisa non l’assale…

PRINTEMPS

marzo 23, 2017

IMG-20170303-WA0011.jpegIMG_4691.JPGIMG_4690.JPGIMG_4695.JPGIMG_4699.JPGIMG_4698.JPGIMG_4697.JPGIMG_4704.JPGIMG_4709.JPGIMG_4706.JPGIMG_4705.JPGIMG_4693.JPG

Una festa di S. Giuseppe memorabile che testimonia la generosità e la buona volontà di tanti che tornano alla campagna,  nella splendida prospettiva di vivere pacificamente. GRAZIE al gruppo di musicanti e ballerini folk, ai fuochisti, alle cuciniere. Alla Betta. Alla Robi. A Enri. A Ste. A Miri. Poi …ehm, le foto si mescolano… sentori e flash di maioliche del Regno di Napoli! Gatti, gattoni, carote… Intrecci regionali. Gemellaggi, insomma.

TOPOLINEA

marzo 15, 2017

IMG_20170311_191710.jpg

GALLINI E MAROTTA

gennaio 27, 2017

Niente è a caso. Pensavo all’ambientazione per un racconto e optavo per le Marche. Fano… Senigallia ..o Marotta. Mi piace. Suona bene. Parola dura e aggraziata, al tempo stesso. Toponimo e cognome. Del filosofo napoletano appena scomparso.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/01/26/gerardo-marotta-dei-giovani-voleva-fare-dei-cittadini-prima-che-dei-filosofi/3343088/

Gallini. Premessa. Ad un convegno di poesia ieri hanno partecipato diverse persone altamente interessate e specializzate. Sala piena. Operazione editoriale di Fabrizio Bianchi, meritevolissima. Un dato. Nel pubblico donne e uomini al 50%. Tra i relatori 4 su 5 sono uomini. Nell’antologia? Le amiche Deriu e Quintavalla… compaiono di sicuro. Ci sono… ci sono! mi rassicura Aglieco, ma tra i nomi che cita tra le nuove stelle del firmamento, sento …Iacuzzi, Guida, Basso, Grasso, Devita, Panelli Barbieri, De Ponti, Krumm… che son sempre e solo maschi.

Gallini. Clara. Antropologa. Me la vedo aleggiare per il Pigorini… Ha fatto antropologia della sua stessa malattia, fino alla fine. Il consumo del sacro è un suo titolo. Accabadora di se stessa? Strepitosa.

http://www.repubblica.it/cultura/2014/11/03/news/clara_gallini_pensiamo_che_i_miracoli_siano_arcaici_ma_li_abbiamo_inventati_noi_moderni-99626642/