Archive for the ‘Uncategorized’ Category

TROVA LE DIFFERENZE TRA MAROCCHINI

giugno 24, 2019

TROVA LE DIFFERENZE AI CAVALLEGGERI

giugno 24, 2019

OTO MELARA

giugno 24, 2019

TROVA LE DIFFERENZE IN AUTO

giugno 24, 2019

TROVA LE DIFFERENZE DAL BARBIERE DEL PAGLIAIO

giugno 22, 2019

ANTROPOCENE E CAMPAGNA PERMANENTE

giugno 22, 2019

Sì, questa sono io. Versione balneare. Stagione 2019. Ho pubblicato la stessa foto sul social più insidioso dopo instagram o twitter. Eppure, chi farebbe a meno di una vetrinetta così succulenta in cui esporsi misuratamente, forse, e lasciare testimonianza di sé?

Il test ha dato esito positivo: due like al sito su Richard Powers, decine alla scenetta con gonnella fasciante, o alle gambe stivalettate, o alla posa da ballerina…

Stamattina, in un mercatino, stavo per comprare delle scarpe. Ne ho almeno 40 paia a casa… Non è escluso che prima che chiuda torni a prenderle.

Non è una deroga al principio di vita frugale che mi sono dato. Potrebbe essere convalidata come una conferma. Naturalmente sottoporrò l’immagine al vaglio dei compagni e delle compagne social.

PACE E TRANQUILLITÀ

giugno 18, 2019

Non sicurezza.

E le cassette?

Quelle della frutta. Nostrana.

SIGNORA PINA, IL FRIGOR!

giugno 17, 2019

Confesso. Due volte all’anno lo svuoto. Lo spengo, e lo ripulisco utilizzando una spugnetta e aceto diluito. Lo asciugo poi con uno strofinaccio. Quello a quadretti rosso e bianco come le tovaglie delle vecchie trattorie, o quello arancio a nido d’ape. E penso che più volte, con mia grande sorpresa, ho scoperto in case impeccabili per ordine esteriore, divani rassettati, mobili e soprammobili maniacalmente spolverati, letti sempre rifatti con i copriletti tesi e la penombra costante nelle camere, lavelli sempre lucidi perché sempre strofinati con il gel igiene plus brillantante e gli straccetti messi a stendere lì vicino, a portata di mano, che non si asciugano mai perché sempre attivi, gli immancabili pot pourri sotto controllo… frigoriferi ributtanti! All’interno, intendo. Colature appiccicose. Cibi avanzati e mai rimossi, mummificati. Misere cose abbandonate, neglette. La rivelazione di un dialogo con se stesse, inceppato.

Come spiegare questa apparente contraddizione? A chi tiene all’ordine e alla pulizia non può sfuggire l’importanza di un interno! Eppure, ciò accade. E forse sta a significare la priorità data all’assetto delle cose immediatamente visibili rispetto a quelle intime, nascoste alla vista del visitatore medio che di certo non va a frugare in frigor, così come non tasta i letti per sapere la vera condizione dei materassi sotto il copriletto coordinato con le tende e le tappezzerie: il segreto della casalinga. L’affanno della casalinga. Far sembrare SEMPRE TUTTO A POSTO.

Ma TUTTO è nascosto, occultato dietro le antine della cucina componibile, dove perfino il frigor è mimetizzato!

C’è una sola soluzione. Liberare pentole e padelle, impilarle o appenderle, a vista. Ganci e mensole. Tendine svolazzanti. Vetrine povere, delle vecchie credenze. Cara Credenza. Caro Frigor ripulito da croste e pellicole d’aglio!

Insisto sull’etimologia.

Budget fitta gap

giugno 14, 2019

Disponibilità economico finanziaria = 15 sillabe contro 2.

Calza = 2, pari.

Divario = 3 contro una.

Non sempre l’inglese è più spiccio.

Head hunter … ?

EPILOGO ANIMALIA

giugno 14, 2019