Archive for the ‘Uncategorized’ Category

ARTE E SCIENZA

gennaio 21, 2019

La prima, come lo sciamanesimo e la magia, non si dimostra, ma genera la seconda, che richiede le prove che riportano all’origine del pensiero e della comunicazione.

Annunci

TROVA LE DIFFERENZE TRA LE LOCANDINE CON LA MUCCA FIORITA

gennaio 20, 2019

TROVA LE DIFFERENZE TRA LE LOCANDINE COL GALLO

gennaio 18, 2019

TROVA LE DIFFERENZE SULLA SABBIA

gennaio 18, 2019

TROVA LE DIFFERENZE IN CHAT

gennaio 18, 2019

TROVA LE DIFFERENZE INTORNO AL CANE

gennaio 18, 2019

IL REFUUUSOO NOOOO

gennaio 18, 2019

BACK TO DANCE! (il primo selfie è del 1920)

gennaio 16, 2019

STIVALI, GATTI E POESIA

gennaio 9, 2019

POESIA SUGLI STIVALI.
Paola ZAN, dopo POESIA SULL’ACQUA e POESIA SUI SETTE VIZI, chiama a raccolta poete e poeti attorno a un nuovo spunto: i contributi pervenuti comporranno una nuova antologia, pubblicata da Overview Editore.

Gli stivali evocano il mondo del lavoro ma anche oggetti di culto dal disegno raffinato, veri status symbol. Sono luoghi mentali che rimandano a inciampi della storia, efficaci allegorie dell’oppressione delle dittature; simbolo di fantasie erotiche e feticiste. In mezzo, come escludere una serie di possibili impalpabili sfumature?
La poesia trova le parole per tratteggiare i sussulti dell’anima, cui dà respiro e sollievo. Offre soprattutto, come usava nell’antichità, un’occasione preziosa di aggregazione, oggi in forma rinnovata e irrinunciabile.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE: attraverso crowdfunding.
Invio dei testi entro il 30 aprile 2019 via e-mail a paola.zan.blog@gmail.com

PRENOTAZIONI: 9,90 €/copia, direttamente presso Paola Zan, o presso Overview Editore, con pagamento anticipato via PayPal info@overvieweditore.com

LE ALTRE ANTOLOGIE curate da Paola Zan
POESIA SULL’ACQUA (Progetti Editoriali Realizzati Onestamente, di Giovanni Tommasini, Genova, 2015)
http://www.amazon.it/Poesia-sullacqua-Opere-raccolte-Paola-ebook/dp/B017TPT49Q

POESIA SUI SETTE VIZI ((Progetti Editoriali Realizzati Onestamente, di Giovanni Tommasini, Genova, 2017)
http://www.amazon.it/Poesia-Sette-Vizi-Opere-raccolte-ebook/dp/B07B8LRSJV

NON PENSARE, OSSERVA. E PENETRA.

gennaio 8, 2019

Mai prendere di petto le persone (e neanche gli altri animali): finisce male.

Una volta uno voleva spaccare la faccia a un vicino che gli aveva fregato il parcheggio sotto casa. Corsa per le scale a rotta di collo… La ringhiera vibra e suona… Stivali pesanti… Minacce… No, lassa star, idiota! È alcolizzato, disperato. E si sente ‘vincente’ una volta nella vita perché ti ha creato finalmente un problema, ha spalmato il suo disagio, ti ha dato una grana. Tu hai un lavoro, una famiglia, il benessere (forse) che lui non ha. Vuole bilanciare la sfiga, no!?! È la perversione umana. Picchiare, vessare. Aizzare o mortificare. Generare rabbia o sottomissione. Creare disagio. Schadefreude a tutte le gradazioni.

A questo personaggio, fragile tracotante, e lo dimostra quando si infiamma così, capita anche di avere a che fare, nel caseggiato popolare in cui si trova a vivere suo malgrado, con una vicina che ascolta radio Maria o qualcosa di simile costantemente a tutto volume: batterà alla sua porta e la ucciderà. A meno che non gli ricordi la nonna.

Desiderio mimetico e capro espiatorio sono egrege chiavi di lettura della realtà, dei comportamenti più sottilmente aberranti. Eppure, chi lo ammetterebbe?

Stadio di calcio e facebook fanno al caso nostro. Insulti, urla e sfoghi più che bestiali, atti simbolici di aggressione, violenze vere oltreché simulate e sublimate sono all’ordine del minuto secondo. Sono campi di concentramento frustrazioni.

Ci prova sempre A.V. a lanciare i suoi messaggi educativi, che hanno la pretesa di stigmatizzare costruttivamente slealtà, ignoranza, razzismo… Poesia civile, e va bene. Gli attacchi politici, boh, sono materia delicata. Dare degli ignoranti agli avversari, ha senso? Se lo sono davvero, ti arriva un rutto in faccia e una grassa risata in risposta e il tuo elevato intento pedagogico rimane lì, sgonfio, carta da pulirsi. Se sono anche solo un po’ furbi e ciarlieri, ti trascinano in una bagarre, perché di risse anche verbali si pasciono. Per finire con una pacca sulla spalla, se va bene. Variegata di odio.

Ecco, contesto il modo dei sedicenti salvatori. Bisogna puntare alla persuasione, semmai. Là dove la razionalità non alberga, può bussare alla porta, ma non nella sua veste accademica! Non con i suoi paramenti istituzionali, stemmi e stendardi, a rimarcare le differenze cul-tu-rali. Assuma la forma …adatta! ADATTA, ho detto. Il bello è capire, comprendere, la logica populista. Penetrarla. E non vi sono strategie programmabili. Solo annusamenti in immersione.