QUEL CHE LUI VEDE DENTRO L’ORGANO!

maggio 3, 2018

IMG-20180502-WA0052.jpgIMG-20180502-WA0046.jpgIMG-20180502-WA0049.jpgIMG-20180502-WA0047.jpgIMG-20180502-WA0045.jpgIMG-20180502-WA0048.jpgIMG-20180502-WA0050.jpgIMG-20180502-WA0042.jpgIMG-20180502-WA0040.jpgIMG-20180502-WA0037.jpgIMG-20180502-WA0038.jpgIMG-20180502-WA0043.jpgIMG-20180502-WA0041.jpgIMG-20180502-WA0035.jpgIMG-20180502-WA0036.jpg

Annunci

CASA MUSEO A BARGA

maggio 3, 2018

nudo seduto.jpgpreferito.jpgtetto rosso.jpgsecchio vermiglio.jpgbulgara.jpgbulg.jpgcasa museo cordati.jpgcarro.jpgmanona.jpg

PIEGHE ORLI ONDE SBUFFI ALLA CHIESA DELL’ANGELO DI LODI FINO AL 6 MAGGIO

maggio 3, 2018

braille 1.jpgBraille 2.jpg

ARRIVA ARRIVA LA POESIA (MASU, MARX E IL FUTURO SOCIALE)

maggio 2, 2018

IMG_20180406_091608.jpg

MEDEA IN VERSILIA

aprile 24, 2018

IMG-20180420-WA0000.jpegIMG_20180406_091426.jpgIMG_20180408_104915.jpgIMG-20180422-WA0000.jpegIMG-20180421-WA0004.jpegIMG_20180416_114509.jpgIMG_20180417_035359.jpgIMG_20180416_114543.jpgIMG_20180421_213006.jpgIMG_20180416_114509.jpgIMG_20180423_174614.jpgIMG_20180423_122222.jpgIMG_20180321_174139.jpgIMG_20180317_120810.jpgIMG_20180317_120933.jpgIMG_20180424_172321.jpgIMG_20180424_172337.jpgIMG-20180422-WA0043.jpgIMG-20180423-WA0014.jpgIMG-20180422-WA0038.jpgIMG_20180424_170145.jpgIMG-20180424-WA0022.jpegIMG-20180424-WA0024.jpegIMG-20180423-WA0000.jpgIMG-20180422-WA0033.jpgIMG-20180422-WA0032.jpgIMG-20180424-WA0020.jpg

MI CHIAMO GGGGINA

aprile 16, 2018

E vengo da Reggio perciò sono reggggina ahahahah

Quandd era una pppampiinna è succiess … o terremoto!

E menttchre crullavano tutti i Ccasi mia maddjre mi disss

Ggginaaa Sì dissss io Ggginaaa ssssì corri in cass e prendi qualcosssa di essenzzziale

Allora corsi su pe ii scali – mentre crullavano tutti i casi – e presi la macchina fotografica … No Ma che ddico… la macchina da cucire!

Poi mi spusai a Feliciantonio mio e nacquettero tanti bei pampiiini che iiia ci faceva sempre tanti bei vestitinnna camicinni bantaloncinn costumine e sottaninnn

Dopodddeché i figghi miei sa spusaro chi co Santina mia … i allltr nun m’arrricord … e nacquetttero tanti pei niputinn che iiiia ci faceva tanti pei majjuncinnn chi coi treccinnn chi puntarisss chi lisci cirocollllo collll alt o altisssm peccche iiia so maestttchra de majjja e mo ve faccc vede come se fa

Se prennn du ferrrr se mettnn sottt e ascellll dopodddeché se prennn file de lana o cotonn ritottto ma cheddico… ritotttttissssimo! i se cuminccch accussì ddritttt rruvesc dritttt rruvesc…

MISTERO TAPPO

aprile 14, 2018

In un’ala di un vecchio monastero le celle dei monaci (o delle monache) sono riadattate a foresteria e qualcuno passa la mattina a pulire e riordinare.

Dietro l’antina di un piccolo armadio sono riposte un paio di borse semiaperte da cui affiorano oggetti di uso quotidiano e forse casualmente un tappo souvenir come di quelli delle bottiglie di spumante, senza valore, con l’unico scopo, dopo averci giocherellato, di essere gettato … possibilmente nella raccolta differenziata del sughero giacché esiste il consorzio specifico.

Nella stanza, una grossa trave, con altre incastrate in diagonale secondo il tipico disegno, sostiene il tetto acuto, ad un’altezza di circa 2 metri dal pavimento.

Chi e con quale motivazione ha posizionato il tappo di sughero su quella trave, così come è stato visto subito stastagliarsi al rientro nel tardo pomeriggio nella penombra, sul muro spoglio dello sfondo?

Le indagini proseguono.

 

MID CULTURE

aprile 13, 2018
Anni fa su un settimanale compariva una rubrica i cui i testi erano tratti da intercettazioni ambientali riportate da un giornalista satirico: erano non solo perfettamente verosimili benSì decisamente autentici, presi dalla realtà alle fermate dell’autobus per strada o nei bar riuniti in un Blob esilarante

Oggi capita molto spesso di subire conversazioni telefoniche su temi anche molto delicati a cui non si fa praticamente più caso, mentre la prima volta che assistetti ad un litigio telefonico tra giovanissimi fidanzati volevo veramente andare ad aiutare Quella poveretta che su un altro lungomare Urlava come una pazza scrollando penosamente la testa piena di ricci e non avevo capito che aveva un telefonino appoggiato all’orecchio…

Rimane molto gustoso catturare frammenti di conversazione tra chi corre su questo lungomare  e nell’affanno scandisce benissimo parole non sussurrate al compagno o alla compagna di jogging

Così si scandaglia la vita della moglie del nuovo eletto nei cinque stelle si maligna su Quanto può essere costato un regalo di nozze o si passano in rassegna gli amici i parenti E conoscenti sottoposti a cure contro il cancro

Viva l’Italia (se davvero cambia la legge sulle pensioni)

BUS AFFAIRE

aprile 8, 2018

Da quando le biglietterie e gli uffici del porto di … sono stati spostati, circolano contemporaneamente – e praticamente quasi sempre vuoti  -cinque grossi pullman di una compagnia privata, per svolgere L’essenziale servizio navetta e coprire la distanza di un chilometro e mezzo.

A chi giova?

P

aprile 2, 2018

Di Pasqua o di pesce d’aprile succede ch e dalla combinazione delle due cose scaturisce un’idea piccola ma geniale anzi gentile Corri corri alla punta dove c’è una chiesetta pieno di madonnine sempre in giro che caspita clonate ovunque il mare e le onde perigliose indicate dal naso della Madonnina di turno come nella sua garitta a vigilare e gli uomini che la pongono lì ed i simbolied i simboli si sprecano a sacralizzare ogni angolo di mondo ogni percorso ogni Fonte d’acqua ogni cima rocciosa ogni promontorio ogni scoglio vabbè il tramonto si è compiuto dietro le montagne del Ponente Ligure visto da Levante e si torna verso il borgo avvolto dall’ombra precoce non senza osservare in terra piccoli strobili aperti ancora intrisiintrisi di Polline scesi dai Pini che orlano la strada e cosa spunta tra i rametti? Un piccolo uovo di Pasqua avvolto da una pellicola sottile di metallo Rosa Chi ha lasciato l’ovetto tradizionale con la funzione di pesce d’aprile Eli per Eli pe per essere colto Ma che senso ha non lasciare un segno A chi sicuramente tornerà per controllare come in in una esperienza di marcatura e ricattura dell’animale selvatico che lascia al suo passaggio i peli attaccati alla scorza dell’albero o le sue fatte in terra… Non abbiamo penn con cui scrivere un messaggio di ringraziamento Ma la carta bianca di un involucro di prodotto da forno e la si avvolge a nastrino attorno allo stesso rametto così si innesca

Una comunicazione semplice

(fonotradotto)