Posts Tagged ‘acqua’

PERCHE’ IL COPINCOLLA TOGLIE I COLORI E L’IMPOSTAZIONE CENTRATA?

settembre 16, 2015

Maratona di Poesia al Depuratore 2015

 

Milano Nosedo via S. Dionigi 90 –  MM3 Corvetto, Bus 77

 

Venerdì 9 Ottobre dalle 12.30 alle 18.30 – Sabato 10 Ottobre  dalle 9 alle 12.30

 

Partecipazione libera e gratuita. Tema: dall’Acqua all’Universo Mondo

 

Stacchi musicali della FELICI DI STRADA band

 

presso

 

L’ULTIMO IGLOO

Un Tabernacolo per l’Acqua, a Cuore Aperto

Installazione di  Paola Zan

 

‘’l’arte favorisce l’allargamento e la diffusione della conoscenza’’

Il futuro della civiltà umana si giocherà sulla conservazione e distribuzione della risorsa ACQUA.

La forma dell’IGLOO richiama quella del Pianeta Terra e delle Calotte Polari con la loro riserva di Ghiaccio che si sta progressivamente riducendo.

Il centro dell’installazione è un Paiolo, luogo ideale delle Preparazioni Alimentari, che qui non ha praticamente pareti di contenimento e disperde inevitabilmente la preziosa Materia che Tutto permea.

Le condutture che convogliano e gocciolano sopra di esso l’Acqua Atmosferica sono esauste, arrugginite, eppure sfavillanti di colore, per richiamare l’attenzione sul dato reale, allarmante: una patina che poco può a risanare e a ristabilire equilibri così profondamente minacciati, se non si rinnovano immediatamente e sostanzialmente il pensiero e le modalità di azione.

Paola Zan, ferrarese, vive a Milano dal 1995. Biologa, si è occupata di aspetti ecologici nell’area del delta del Po, ha lavorato per un Istituto di Ricerca in Svizzera, insegna Scienze Naturali. Nel 2000 ha iniziato a sperimentare un linguaggio per far parlare gli oggetti comuni, presenti nel quotidiano antropico, muti ma carichi di storia e di significati.

Aderisce al movimento internazionale di Mail-Art e ha pubblicato opere relative alla Violenza sulle Donne, la Difesa dei Diritti Umani, il Mistero e il Sacro, l’Unità d’Italia.

Ha esposto con Quintocortile, Diciodesign, Sblu e collabora dal 2004 con Artedamangiare.

 

Invia testo o segnala la tua presenza a paolazan@alice.it

 

 

Annunci

SACRO GRA E ACQUA PUBBLICA

settembre 9, 2013

Se in tempi di democrazia erosa, il referendum sulla difesa dell’acqua pubblica è stato ignorato, e vince a Venezia un film-documento a sfondo socio-storico-paesistico, si può nutrire qualche speranza di diffusione della BUONA PAROLA e di risollevamento civile?

ACQUA SANTA

maggio 10, 2011

 

Ricevo ed inoltro!!! IMPORTANTE DIFFONDERE!!!!
 
 
Ciao a tutti,
confermo la necessità di questo passaparola, aggiungendo che si tratta di
informazione per ri-affermare i diritti costituzionalmente garantiti . Il
dramma è che sembra la maggior parte della popolazione non sia
consapevole di quanto sta avvenendo.
Quello che Vi porto è solo un piccolo esempio. Sono una ricercatrice, mi
occupo di diritto ambientale e di risorse idriche.
Ieri mattina dovevo intervenire ad un programma RADIO RAI (programmato
ormai da due settimane) per parlare del referendum sulla privatizzazione
dell'acqua e chiarirne meglio le implicazioni giuridiche.
E' arrivata una circolare interna RAI alle 8 di ieri mattina che ha vietato
con effetti immediati a qualunque programma della RAI di toccare l'argomento
fino a giugno (12-13 giugno quando si terrà il referendum), quindi il
programma è saltato e il mio intervento pure.
Questo è un piccolo esempio delle modalità con cui "il servizio pubblico"
viene messo a tacere e di come si boicotti pesantemente la possibilità
dei cittadini di essere informati e di intervenire (secondo gli strumenti garantiti
dalla Costituzione) nella gestione della res publica. Di fronte a questa
ennesima manifestazione di un potere esecutivo assoluto che calpesta non
solo quotidianamente le altre istituzioni, ma anche il popolo italiano di cui
invece si fregia di esser voce ed espressione, occorre riappropriarci della
nostra voce prima di perderla definitivamente.
Il referendum è evidentemente anche questo!

Mariachiara Alberton

RICORDATEVI CHE DOVETE PUBBLICIZZARLO VOI IL REFERENDUM… perchè il
Governo
non farà passare gli spot ne' in Rai ne' a Mediaset.

Sapete perché ? Perché nel caso in cui riuscissimo a raggiungere il
quorum lo scenario sarebbe drammatico per i governanti ma stupendo per tutti i
cittadini italiani:
Vi ricordo che il referendum passa se viene raggiunto il quorum. E'
necessario
che vadano a votare almeno 25 milioni di persone
Il referendum non sarà  pubblicizzato in TV.

I cittadini, non sapranno nemmeno che ci sarà un referendum da votare il 12 giugno.     

QUINDI : I cittadini, non andranno a votare il referendum.
Vuoi che le cose non vadano a finire cosi ? Copia-incolla e pubblicizza
il referendum a parenti, amici, conoscenti e non conoscenti.
Passaparola!

 

MINI-IDRO

aprile 20, 2011

Se è vero che bloccando il progetto di costruzione delle centrali atomiche si prenderanno in considerazione più sul serio le fonti come sole acqua geotermo e eolico (la Germania si impegna a produrre energia rinnovabile per l'80% del fabbisogno! e noi italioti?) allora mi pare interessante l'idea di sviluppare qui ed ora il mini-idro che consiste nello sfruttamento di corsi d'acqua minori (le rogge) a portata contenuta ma non trascurabile (1000 litri al secondo con dislivelli fino a 2-3 metri per 10 km sono già sufficienti a soddisfare la richiesta di una comunità di 2000 persone, un paesello medio di mezza collina): moltiplicando l'effetto di una rete idrica come può essere quella della provincia di Milano, diventeremmo ricchi. Parliamo di autonomia energetica e ci lasciamo sfuggire questa opportunità? Folli. Oggi i permessi da richiedere ai comuni (…) per sfruttare in tal senso i corsi d'acqua sono paralizzanti. Questa è la prova che la politica non agisce nella direzione del vero ben essere comune. E il senso della vergogna è stato abolito.

AUTODISTRUZIONE

aprile 13, 2011

Già.

Alleniamoci a sopravvivere con acqua aria e terreno contaminati di radionuclidi.

Apocalisse rimandata, benvenuta catastrofe?

 

IL LIBICO, IL PARASSOLE E L'UMIDO

marzo 27, 2011

Telefonata (vera o ipotetica) a Radio Padania.
Sì ciao sono la Mirella
Dimmi Mirella
Ascolta …mica in questi giorni.. sto parlando di un paio d'anni fa… io non avevo mai visto un libico… ero sul treno Genova Milano e dopo che era già partito arriva questo tutto trafelato che si prende l'unico posto libero di fronte a me sai nello scomparto da sei…

Be' questo essere di una maleducazione totale, ben vestito, eh, ma arrogante prepotente allunga le gambe da tutte le parti presuntuoso era agitatissimo si vede che era arrivato in Italia per la prima volta… voleva delle informazioni, pretendeva delle informazioni e parlava pochissimo l'italiano e un po' di più l'inglese ma come si fa… poi aveva due tre telefoni e parlava come un ossesso a voce alta in arabo e quando non parlava scatarrava … sì ti dico tirava su il catarro dal naso in continuazione…
Dài Mirella che ci fa venire il vomito…
Ti dico faceva schifo ma schifo.. allora ti ripeto magari per lui era il massimo dell'eleganza, aveva una giacca di pelle color… come si dice.. senape, tabacco una cosa così e i pantaloni in tinta poi delle scarpe assurde di pelle… mah guarda sembrava un extraterrestre
Allora Mirella abbiamo capito… dicci cosa volevi dire.. di tutto questo, vuoi trarre una conclusione?
Eh, sì ..allora… adesso che vengono su tutti questi profughi clandestini criminali magnapan a tradimento poooorchi
Mireeeella, buona!!
Ma dài bisogna dirlo scusa eh questi sono di una virilità.. esagerata… c'aveva un pacco che non ti dico, e qui cosa fanno? Eh dimmelo le nostre ragazzine che fine fanno?????
Ahahhhahahah Mirella ci fai ridere con il pacco regalo! …però c'è da preoccuparsi c'hai ragione! Mirella grazie, ciaoooooooo
Ciaooo tutti e Buona Padania!

Diego Parassole, visto ieri sera a FA'LACOSAGIUSTA (e anche al Giovedì di Augusto, recentemente), è un comico sensibilissimo. Sta facendo una campagna puntuale a favore dell'acqua pubblica http://www.altreconomia.it/site/fr_raggruppamento_detail.php?intId=5 e delle energie rinnovabili, contro la privatizzazione della prima e contro la scelta nucleare, totalmente irragionevole! Dice: ma se ci si mette dieci anni a costruirle 'ste centrali nucleari, B. dice quattro… allora vuol dire trenta… (con tutte le mafie coinvolte che se si dilatano i tempi rigirano e si gonfiano meglio i quattrini) immaginate che quando l'uranio sarà già esaurito, ci ritroveremo le centrali inutilizzabili! Chiaro.
Con le stesse risorse ci copriamo di impianti solari, eolici… razionali ed efficienti e colmiamo il gap con la Germania, fredda e meno soleggiata ma proiettata nella ricerca volta allo sviluppo delle tecnologie sulle energie rinnovabili e pulite con un movimento popolare fortissimo che ha messo alle strette la Merkel, spaventata dagli eventi giapponesi, e preoccupata di salvare la poltrona!

E l'umido? Le biomasse? Il comune di Milano ha bloccato la raccolta dei rifiuti organici. Con quale criterio?
In vista del nucleare? Tutto si rimescola ora! E nell'attesa, dovremmo scaldarci col carbone? Sì, c'è un progetto operativo che prevede l'acquisto del mefitico ma poco costoso fossile, che chiamano carbone pulito poiché almeno i filtri alle ciminiere saranno di nuova concezione…

Ricordo: TUTTO VA A FINIRE DA QUALCHE PARTE, anche i filtri pieni di polveri tossiche da smaltire, così come gli ingenui imballaggi delle stupide merci che quotidianamente ci assediano (perché noi non sappiamo dire NO in massa), così come le scorie nucleari famose che abbiamo acquisito dall'estero (…) e giacciono qui da noi a Trino Vercellese, in attesa di essere trasferite in Basilicata, e girano girano per il globo come anime in pena, mentre le gallerie sotterranee negli USA si sono rivelate non idonee e noi, gli alleati, non possiamo sottrarci a soccorrerli, i poveretti! Ma, guarda un po', i politici disonesti non vanno mai a finire nel posto giusto, invece! 

Non c'è scampo: convertiamoci! Diventiamo A-Ortisti! Nei chiostri della Fondazione Umanitaria, prossimamente.

FUMETTI E CONFIGURAZIONI FAMILIARI SURROGATE

febbraio 27, 2011

1. José Munoz durante questa stessa intervista http://www.afnews.info/wordpress/2011/02/oggi-su-lunit-jos-muoz-e-bilbolbul/ ha raccontato che da bambino vedeva la luna come un croissant. '' … e volevo magiarne la luce!'' ha aggiunto.

2. MILLEPROROGHE. Mille occhi aperti!

3. Con un appello di Greenaccord, '' L'ACQUA RESTI PUBBLICA!'' si è aperto il convegno intitolato DAMMI DA BERE http://www.repubblica.it/ambiente/2011/02/25/news/l_acqua_resti_pubblica_appello_di_greenaccord-12886652/

4. Scrivere, scrivere. Anche sotto pseudonimo.

5. Sopravvivere a sé medesimi. Proporsi in una maniera inedita. ''Non c'è niente di più noioso che essere sempre uguali a se stessi.'' Ottimo, ma chi lo disse?

 

ACQUA, BENE COMUNE

novembre 11, 2010

Mostra: Itinerante di arte postale
Titolo: Acqua, bene comune
Luogo: Territorio del Corsichese 
Curatrice: Antonella Prota Giurleo per il Comitato Acqua del Corsichese
Informazioni: Antonella Prota Giurleo  a.protagiurleo@email.it 
                        Dario Ballardini darioballa@gmail.com
 
Artiste e artisti:
ITALIA    Opere visive:
Aphra, Alessandra Boghetich, Angelo Riviello, Anna Boschi, Anna Martinetti, anna Rosa Faina gavazzi, Antonella Prota Giurleo, Antonio Sassu, Gruppo sin estetico, Antonio Sormani, Caterina Azzoni, Caterina Davinio,  Cinzia Mastropaolo, Claudio Jaccarino, Cristina Volpi, Daniela Brambilla, Daniela Dente, Domenico Severino, Elena Castagnola, Elisa Mazza, EmanuelaMezzadri, Emilio Morandi, Enrico Franchi, Ester Motta, Fausta Dossi, Fausta Squatriti, Federica Scacchi, Filippo Soddu, Francesca Mottola, Francesca Romana Corradini,  Francesco Ceriani, Gabriele Bianconi, Gabriele Genchi, Gerardina Busillo, Giancarla Ugoccioni, Gianmario Masala, Gianni Franchi, Gilia Montanella, Giuliana Bellini, Giovanni StraDA DA Ravenna, Laura Cristin, Lella Corvi, Lia Battaglia, Loredana Scarian, Luca Grilli, Ludovica Mottola, Maria Amalia Cangiano, Maria Grazia Zanmarchi, Maria Tonino, Marilde Magni, Maurizio Barraco, Mimmo Di Caterino, Mirko Bozzato, Nadia Magnabosco, Natale Cuciniello, Nicola Antolini, Nicola Palermo, Odilia Zanini, Ornella Garbin,

Paola Zan
 

Pino Lia, Roberto Scala, Rolando Zucchini, Rosanna Corsini, Rosanna Veronesi, Ruggero Maggi, Salvatore Pepe, Salvatore Vargas , Serena Rossi, Silvana Gatta, Silvio Gamba, Stefania Selmi, Stefano Azzena, Stefano Marchetti, Stefano Soddu, Tarcisio Pingitore , topylabris , Veronica Menni, Wanda Reali   Testi:  Anna Martinetti, Antonello Quarta, Grazia Lombardi, Maria Antonietta Russo, Maria Carla Baroni, Mimosa Prota Giurleo, Paolo Beverina, Rosanna Veronese,  Silvana Colombi, Silvana Gatta, Valeria Pirovano
ARGENTINA  Alfredo West Ocampo, Maria Angelica Chamorro, Rosana Beeckman, Silvia Lissa , Zulema Eleo    BELGIO  Liza Leyla  BRASILE  Bete Domingos, Carmem Jardim , Fatima Siqueira Borges , Heloisa M. Sonaglio , Hugo Pontes , Iara A. Delia, Iara Saltiel, Ieda F. Mariano , Jane Beatriz Sperandio Balconi , Jeanete Ecker Kohler , Lavinia Thys , Luiza G.P. Gutierrez , Mara Caruso , Maria Da Gloria Jesus De Oliveira , Maria Darmeli Araujo, Maria Do Carmo Toniolo Kuhn , Marilia Saltiel Renck , Sirlei Caetano , Tania Luzzatto, Theresina Bof Reis , Thereza Cristina de Azevedo Jacob , Therezinha Fogliato Lima  BULGARIA Nadezda Blagoeva  CROAZIA Mari Jana Pervan
DANIMARCA Marina Salmaso   FINLANDIA Aila Koivisto, Aila Rautanen, Anja Mattila  Tolvanen, Eeva Maija Maula, Eira Viertoma, Irene Kaunisto, Irja Rantala , Kana Wusitalo, Meeri Lindfors , Nina Nahkala, Nonna – Nina Mäki, Paul Tiilila, Perttu Rukakowsi, Reija Remes, Ritta Forstrom, Siha Ojala, Stig Ronn, Tarja Trygg, Tarjo Hlopainen GERMANIA Klaus Groh  GIAPPONE    Jun Tagami,  Keiichi Nakamura    GRAN BRETAGNA   Sna Khan   GRECIA Georgia Gregoriadon  INDIA Renuka Kesaramadu   ITALIA GERMANIA Gretel Fehr   MALAYSIA Suzlee Ibrahim  ROMANIA Corneliu Ionescu   SPAGNA Carmen Teresa Troll, Eva Figueras Ferrer, Gustavo Vega, Isidro Lopez Aparicio, Pere Salinas, Sergi Quinonero, Valdor  URUGUAY  Clemente Padin
 
L’acqua è una risorsa di tutte e di tutti, necessaria e irrinunciabile per lo svolgimento della vita delle donne e degli uomini, degli animali, delle piante, della terra intera.
L’acqua è vita, pensare di vendere l’acqua, di privatizzarla,  come si sta facendo in Italia e in altri paesi, è come pensare di vendere la vita: è una follia.
Sul tema dell’ Acqua, bene comune è stata organizzata una  convocazione di arte postale
Incredibile e inattesa la risposta di artiste ed artisti ( e non solo) dall’Italia e da diversi paesi del mondo. Ogni giorno decine di buste contenenti lavori; nelle buste spesso più di un lavoro.
Una quantità di lavori che, non a caso, saranno appesi con piccole mollette a corde, a comporre un’installazione collettiva che richiama l’idea del bucato.
Centinaia tra disegni, dipinti, collage, fotografie, computer art, testi, dicono l’attenzione e la volontà di tante persone, l’idea condivisa e consolidata che l’acqua debba essere e restare pubblica.
 

VERGOGNA DI COETZEE

settembre 15, 2010



Leggere Coetzee a 1200 in Vetta al Campo dei Fiori Punta di Mezzo, aggrapparsi al segnale geodetico in un momento di …distrazione, mentre gli alianti sfilano sibilando tutt'intorno come giocattoli da afferrare con le mani, incontrare persone sorridenti animate da piccole grandi idee, intraprendere, aggregare entusiasti, intervistare la visitatrice che viene da lontano… da dove? Ma dal Sudafrica! Il primo cerchio si chiude.

Raccontare di un bizzarro temporary-shop che spaccia merce giapponese in Corso Garibaldi, scoprire che l'ideatore delle escursioni e dell'intrattenimento in ambiente acquatico è appena tornato da laggiù con nuovi slanci. Il secondo cerchio si chiude.

DACCI OGGI LA NOSTRA ACQUA QUOTIDIANA

aprile 27, 2010