Posts Tagged ‘berluzconizmo’

IRRAZIONALISMI DOMESTICI E NON

dicembre 29, 2010

IRRAZIONALISMI DOMESTICI E NON
 
Un piatto sbeccato non si getta mai via!
Due sorelle che non si trovano il fidanzato quasi apposta per passare sempre le vacanze assieme.
(film consigliato: Che fine ha fatto Baby Jane?)
Il figlio quarantenne scapolo che abita a trecento chilometri torna sempre da mamma e papà.
La cugina emigrata in America porta il culatello in valigia.
Il cugino cinquantenne manda lo stesso sms la mattina a nove potenziali fidanzate.
Tre delle quali si candidano all’amplesso nelle successive dodici ore.
Si candidano.
Belpietro dice dell’attentato preparato e fasullo a Fini.
Intanto ci dà indicazioni sul suo e su quello di B. colpito dal Duomo.
I vasetti delle spezie vecchi di 30 anni e mai svuotati o rinnovati.
I capperi del 1989.
Il ketch-up della discordia.
La maniglia della finestra rotta.
Lo spiffero eterno.
I paralumi che cambiano inaspettatamente.
Le tendine che mutano magicamente.
I materassi sostituiti faticosamente dopo trentacinque anni.
La credenza funzionale sorprendentemente eliminata.
La nuova credenza legno spazzolato effetto cassa da morto senza il posto per le tazze che finiscono in un cassettino in basso.
La mensolina con i piatti cinesi blu simil-qualcosa di Pracchi a 50 centesimi in bella mostra.
Sbeccati.
 
 
(God is in Details)
 
 
 

SCAMBIO DI FAVORI

novembre 8, 2010


(son fissata, lo so!)

Nel suo piccolo, l'architetto del cantiere scambia favori, secondo la mentalità corrente.

Lascia credere al custode del condominio dove sta ristrutturando l'appartamento, che se gli apre fuori orario e fuori dal regolamento, una donnina simpatica lo accoglierà con favore al centro massaggi di via F., facendo semplicemente il suo nome; all'idraulico strappa una cifra irrisoria in cambio di un'illusione: che la padrona di casa, glielo giura, una mattina alle otto, dopo  l'uscita del marito, gli aprirà vogliosa e lo concupirà con ardore illimitato e reiteratamente; alla padrona di casa, che se solo lascia credere all'idraulico di avere qualche chances senza naturalmente dovergli alcunché, e giocando sull'equivoco, quello le monterà in più e rapidamnete questo e quello senza aggiungere costi… BASTA!

(il custode sconsolato non ha ancora ricevuto il suo premio: architetto millantatore! la padrona di casa non ha visto completare i lavori del bagno: manca la placca, dio bono… architetto imbroglione! idraulico beccaccione!)