Posts Tagged ‘depuratore di milano’

PERCHE’ IL COPINCOLLA TOGLIE I COLORI E L’IMPOSTAZIONE CENTRATA?

settembre 16, 2015

Maratona di Poesia al Depuratore 2015

 

Milano Nosedo via S. Dionigi 90 –  MM3 Corvetto, Bus 77

 

Venerdì 9 Ottobre dalle 12.30 alle 18.30 – Sabato 10 Ottobre  dalle 9 alle 12.30

 

Partecipazione libera e gratuita. Tema: dall’Acqua all’Universo Mondo

 

Stacchi musicali della FELICI DI STRADA band

 

presso

 

L’ULTIMO IGLOO

Un Tabernacolo per l’Acqua, a Cuore Aperto

Installazione di  Paola Zan

 

‘’l’arte favorisce l’allargamento e la diffusione della conoscenza’’

Il futuro della civiltà umana si giocherà sulla conservazione e distribuzione della risorsa ACQUA.

La forma dell’IGLOO richiama quella del Pianeta Terra e delle Calotte Polari con la loro riserva di Ghiaccio che si sta progressivamente riducendo.

Il centro dell’installazione è un Paiolo, luogo ideale delle Preparazioni Alimentari, che qui non ha praticamente pareti di contenimento e disperde inevitabilmente la preziosa Materia che Tutto permea.

Le condutture che convogliano e gocciolano sopra di esso l’Acqua Atmosferica sono esauste, arrugginite, eppure sfavillanti di colore, per richiamare l’attenzione sul dato reale, allarmante: una patina che poco può a risanare e a ristabilire equilibri così profondamente minacciati, se non si rinnovano immediatamente e sostanzialmente il pensiero e le modalità di azione.

Paola Zan, ferrarese, vive a Milano dal 1995. Biologa, si è occupata di aspetti ecologici nell’area del delta del Po, ha lavorato per un Istituto di Ricerca in Svizzera, insegna Scienze Naturali. Nel 2000 ha iniziato a sperimentare un linguaggio per far parlare gli oggetti comuni, presenti nel quotidiano antropico, muti ma carichi di storia e di significati.

Aderisce al movimento internazionale di Mail-Art e ha pubblicato opere relative alla Violenza sulle Donne, la Difesa dei Diritti Umani, il Mistero e il Sacro, l’Unità d’Italia.

Ha esposto con Quintocortile, Diciodesign, Sblu e collabora dal 2004 con Artedamangiare.

 

Invia testo o segnala la tua presenza a paolazan@alice.it

 

 

FUMO PASSIVO E OUTING

marzo 2, 2013

Senza Monti, il PDL avrebbe avuto la maggioranza. Con Giannino più credibile, l’erosione sarebbe stata più pronunciata. La satira è troppo debole, nonostante i tentativi e gli sforzi. La parodia aiuta a far chiarezza se è leggibile ai più e non criptica. La trovate incisiva la serie di Hitler che s’incazza con… ?? Se Grillo è un bluff, l’unica via per dimostrarlo è metterlo alla prova come premier. Ma potrebbe essere utile ricontarsi. Sperando che gli italiani aprano gli occhi, associno al PDL imbrogli corruzione disastro economico disoccupazione: quel che affiora drammaticamente è che il grande imprenditur, a cui per i successi privati una buona parte dell’elettorato ha dato fiducia, è l’artefice del declino socioambientale che ci affligge, in un quadro di immoralità pubblica deprimente, di abbandono della politica vera che è quella che si occupa democraticamente del bene comune, dello sviluppo economico vero e compatibile con uno scenario reale. Il fumo passivo è quello che sopporto frequentando un gruppo di amici veterobuoni! Purtroppo è un fumo denso che zavorra e distorce la visione. L’outing è sulla mia posizione: devo assolutamente scrollarmi di dosso un torpore insidioso che mi fa tenere le distanze dall’impegno sociale conclamato. Perciò ringrazio Artedamangiare che stimola la partecipazione attiva ad iniziative dal sapore multiplo: arte comunicazione e presa di coscienza politica. Via ai progetti: il DEPURARTLAB è l’azione simbolica per eccellenza!