Posts Tagged ‘donne’

OCTOPUS e PIOVRA

maggio 5, 2012

Il soft robot (pronunciare la T, prego!) ha tentacoli morbidi, e non è troppo intelligente. Insomma la novità è che il braccio non solo è snodato, ma flessibile proprio come un tentacolo di polpo, coperto di un materiale che al tatto assomiglia molto a quello del tessuto vivente.

Ma perché Ratzinger ha affermato che l’educazione sessuale è contro la fede? Non mi risulta che sottolinei con altrettanta enfasi che la violenza, e le aberrazioni, e tutti i disvalori trasmessi dalla mal’educazione sessual-etico-affettivo-relazionale siano contro la fede. Noi non ci sentiamo della stessa leibniziana sostanza che per modificazione accidentale, pur accomunandoli, abbia dato origine a tutti gli individui! Sleale. Non siamo fratelli. No.

E’ più avanti la robotica della normativa sui consultori e gli spazi per i giovani, preoccupazione che dovrebbe essere alla base dello sviluppo civile: questa società aspira a farsi fare le pippe da un tentacolo meccanico (e moderatamente intelligente!), così tutti i maschioni sani superstiti possono andar a far marchette (protette) al vaticano!

Una ragazzina pesantemente molestata a scuola, isolata perché considerata comunque e sempre una provocatrice, non viene nemmeno presa in considerazione come bisognosa di assistenza psicologica nell’ambito della scuola stessa: per attenuare la responsabilità degli aggressori maschi giovanissimi, alle femmine si attribuiscono colpe come quella di essere belle e seducenti e vestire in un modo ‘sconveniente’. Anche al preside narciso e noncurante e alle professoresse che le girano le spalle e la fanno sentire una rompiscatole perché ha dato ‘troppa importanza’ a un ‘episodio da ridere’, e non intervengono in maniera responsabile e mirata su questi temi, raccomandiamo di andarsi a confessare!

Octopus troverà un’infinità di applicazioni, e la Piovra dell’arretratezza che soffoca l’evoluzione culturale di questo Paese, ma non solo, continuerà a proliferare, a fare vittime della discriminazione di genere, da ambo le parti. Sono già 56 le donne uccise da ex mariti-compagni-fidanzati nel 2012.

GALASSIA DONNA

febbraio 27, 2012

L’associazione di donne Galassia organizza, con il patrocinio del comune di Corsico, una serie di incontri sul saper fare di donne che si svolgono al Centro Foscolo, Via Foscolo 3/D Corsico. La partecipazione è libera e gratuita  per tutte le donne.

Martedì  28 febbraio 2012 dalle 15,00 alle 17,30

 Genere femminile nell’arte contemporanea

conduce Antonella Prota Giurleo 

Interverranno le artiste

Fernanda Fedi, Maria Luisa Grimani, Mari Jana Pervan, Fausta Squatriti, Stefania Tussi

e, compatibilmente con impegni non dipendenti da loro,

Nadia Magnabosco e Marilde Magni

 

Si ringraziano la critica  Cristina Rossi e tutte le artiste che hanno risposto alla domanda, posta dalla conduttrice, “ In che cosa il tuo essere donna  si esplicita nel tuo lavoro artistico?”

Giuliana Bellini, Vera Benelli, Luisa Bergamini, Leci Bohn, Rosanna Boraso, Anna Boschi, Adriana Caccioppoli, Carla Cantatore, Mara Caruso, Marisa Cortese, Margherita del Piano,  Daniela Dente aka Dade, Fernanda Fedi, Gretel Fehr, Mavi Ferrando, Simonetta Ferrante , Donatella Franchi, Eliana Frontini, Loredana Galante, Ornella Garbin, Maria Luisa Grimani, Isabel Jover, Nadia Magnabosco, Marilde Magni, Laura Manfredi, Anna Massinissa, Elisa Mazza, Bianca Neri, Elisabetta Pagani, Mari Jana Pervan, Veronique Pozzi, Tiziana Priori, Anna Spagna, Fausta Squatriti, topylabrys, Micaela Tornaghi, Stefania Tussi, Rosanna Veronesi, Paola Zan.

 

LE ZIE DI ZANZOTTO

febbraio 15, 2011

In un'intervista, il poeta novantenne rievoca l'infanzia popolata da zie che cantavano filastrocche e mescolavano la lingua locale con l'italiano aulico. Le stesse parlavano orgogliosamente del piccolo Andrea come di un portento, che nemmeno le maestre capivano, tanto era elevato!

Figure di donne. Le zie sembravano a carico della famiglia, in realtà lavoravano gratis e il loro contributo all'economia del gruppo famiglia non era trascurabile, nella cura degli infanti, dei fanciullini con l'assistenza ai compiti di scuola così come dei vecchi…

Alessandra Bocchetti, nel suo discorso in Piazza del Popolo l'altro ieri http://www.youtube.com/watch?v=1pFzR1f9eKA ha sottolineato limiti e potenzialità delle donne, nell'esecuzione delle loro tradizionali mansioni in una dimensione di accettazione silenziosa e di schiavitù.

Zanzotto in un certo senso ci dice che senza le zie empatiche e soccorrevoli, non sarebbe Zanzotto.

Ancora un sacrificio di donne dietro la visibilità di un uomo!

IL RE E' NUDO

gennaio 31, 2011

Mi trovi alla n. 23 di:
http://www.repubblica.it/politica/2011/01/31/foto/sono_donna_e_dico_basta_5-11864132/1/?ref=HRER3-1

AUGURI E ADDII

dicembre 17, 2010

ALGIOVEDìDIAUGUSTOAGLIAMICICINQUANTENNICHEDIVENTANONONNIPRECOCIDIFIGLI POCOPIùCHEVENTENNIALL'UICDIBRESCIAAITECNICIDELLIBROPARLATOALL'IMBARCADERODIISEO
ALLAGARZONADIFARMACIAALL'ANTIQUARIORIGATTIEREDEGLISPECCHIMOLATIAPESCHIERADIMONTISOLA
ALLOSCULTOREDICERVENOAISUOIFRATELLIEAISUOIRICCIOLIDIFERROCONLESFERETTEINCIMA
ALL'INSEGNANTEDISIRACUSAAPASPARDOALLAZIAEALLANIPOTEINGITAALL'IMPIEGATAGIOVANESORRIDENTE
DELICATAECORTESECHETRAFEBBRAIOEMARZODEPERISCEVISIBILMENTESIASSENTADALLAVOROALLO
STREMODELLEFORZEAFINEMAGGIOEMUOREDEVASTATADALCANCROAOTTOBRE 

(è sempre una questione di numeri estratti!)

UOMINI CHE SCRIVONO (O PARLANO) DI DONNE

novembre 5, 2010

Umberto Veronesi e Marco Bellocchio. Uno in forma di saggio sulla sua esperienza di medico oncologo che ha trattato migliaia di casi di tumori al seno e altro ancora in materia di salute della donna, l'altro per aver ideato una sceneggiatura sulle sorelle, spunto per indagare ll'intero mondo femminile di sofferenze, rinunce e restrizioni in fatto di realizzazione di sè. Uomini pietosi. Uomini sensibili a tematiche così brucianti e diffuse da essere paradossalmente trascurate.

Tra i sensibili 'di corsa' nel senso di 'frettolosi', e anche  'in corsa' perché candidato alle primarie a Milano, annovererei Stefano Boeri, che in una sua presentazione ieri sera al Giovedì di Augusto, ha fatto riferimento all'importante contributo di lavoro volontario delle donne al miglioramento della coesione sociale. Mi suonava un po' come una rapida sviolinata, roba da strappare qualche consenso a costo zero. Si sa: le donne generose che in silenzio offrono la loro opera non sono abituate a grandi manifestazioni di gratificazione!

CALO DEL DESIDERIO

ottobre 24, 2010

1. Calo del desiderio da confidenza con le amiche? Fate come me e la Giuliana. Trovatevi un sabato sera in casa con i mariti e i figli che se ne stanno separatamente avvinti a qualche schermo di videofonin-pc… Mentre una stende la pasta della pizza e l'altra monta la panna per il dessert, vi consultate su origano e consistenza delle meringhe, poi improvvisamente, al culmine del coinvolgimento manuale, tra uno sbuffo di farina e uno schizzo bianco sulle piastrelle di rivestimento, deviate su un tema scottante: quale detersivo per piatti lascia le vostre amate stoviglie pulite e brillanti ma senza quel fastidioso odore di finto limone al sentore di lavanda acetata? Per non dire di quanto possa affiorare sulle righe, tra le righe, una battuta e l'altra. Il focolare rivisitato e valorizzato!

2. Vi hanno parlato del sesso tantrico e morite dalla voglia di saperne di più? Non fate come M. che ha consultato Internet e si è imbattuto in un sito, anzi due. Trovatosi così al bivio, ha preso forzatamente una strada, malauguratamente quella sbagliata. Totale: 300 euro per una finta lezione praticatagli da due operatrici, una gatta e una volpona, su un fouton, per un'oretta di frustrante commedia. Fidatevi delle amiche che coltivano con gusto il loro lato casalingo nascosto!

GIBILTERRA, SARAMAGO E UN CERTO STILE

giugno 29, 2010


 

1. Il bagnino colto e sensibile parla del ricambio completo del Mediterraneo in 80 anni e della corrente triplice a Gibilterra, dove al centro dello stretto è in entrata e ai lati, sottocosta, in uscita. Il cumulo di rifiuti che scende dai fiumi e si accorpa a quelli che si trovano direttamente in mare, viaggia verso IL 7° CONTINENTE.

2. Il bagnino 'gnurant e ottuso non sa di cosa si stia parlando. Informati, salame!  http://www.google.it/imgres?imgurl=http://talpaonline.altervista.org/portale/e107_images/isola_plastica3.jpg&imgrefurl=http://talpaonline.altervista.org/portale/comment.php%3Fcomment.news.170&h=432&w=750&sz=177&tbnid=h71VzEkdULvK1M:&tbnh=81&tbnw=141&prev=/images%3Fq%3Disola%2Bplastica%2Bpacifico&hl=it&usg=__rLsXp-8wHk9eTil0mFnIGn2IFNU=&sa=X&ei=Ow4pTKf4ONKHOPz__IoG&ved=0CCkQ9QEwBA

3.  Vacanze all'insegna del risparmio per un padovano che dorme nelle stazioni e elemosina una focaccia: i nuovi barboni avanzano! E anche sulla spiaggia dove basta avere una mutanda colorata che assomigli a un costume, sono come pesci fuor d'acqua! Pur sentendomi affine, avrei qualcosa da dire… Son troppo vestiti, stralunati, sporchi, affamati… Non esercitano appieno la libertà che li permea nel loro stato e che è l'unica ricchezza che possono far valere, insieme a tutto il bagaglio umano che si portan dietro-dentro! Tornavo con la mia canoa a riva e… mi abborda scusandosi, dicendo che aveva per tutto il tempo rimirato

le mie scarpe da tennis,

con la frangia. HANNO UN CERTO STILE, mi fa, rapito… Ma, che dire? Se dignità e stile vanno a braccetto, i bagagli di un senzatetto non possono essere soverchianti, una zavorra, un impedimento, un alibi! Vivere alla pari è possibile. Fior di associazioni mettono in contatto mano d'opera agricola con agricoltori, e in Toscana è molto diffusa la modalità di approccio tra domanda e offerta. Anche qui è una questione di informazione! http://www.wwoof.org/; http://www.wwoof.it/

4. Al podere AIONE, ad esempio, lavorare alla pari si può: http://www.aionearte.it/ e si dipinge e lavora artisticamente il ferro, riposando nella pace delle colline volterrane!

5. Le sorelle R., temporaneamente spiaggiate sul litorale toscano, sono zitelle (detto benevolmente, tanto questa parola racchiude un mondo reale, una condizione diffusa) e… dove sono i PRINCIPI AZZURRI?

6. M. ha perso punti patente, ha scassato l'auto e, OBBLIGATO A SERVIRSI DEL TRENO, alla stazione dimentica la valigia sul marciapiedi… Talvolta però va a pescare con la barca e prende tonnetti e pesci spada, dai… non è disabile!

7. M. dimentica la sacca dei ferri golf al campo, distante 300 km… CHE M. SBADATI!