Posts Tagged ‘illegalità’

SARAMAGO dixit

giugno 19, 2010


Addio a José Saramago poeta, visionario ed "eretico"

http://www.repubblica.it/persone/2010/06/18/news/al_primo_posto_la_bont_la_virtu_piu_disprezzata-4957715/

Berlusconi corrompe tutto quello che tocca. 

… ma come fa un uomo così volgare, ridicolo, patetico, a tirarsi dietro milioni di persone?

 


E se fosse che milioni di italiani (almeno la metà) si sentono protetti (o aspirano a tale protezione) e favoriti da migliaia di politici corrotti o corruttibili volgari e compiacenti sparsi capillarmente sul territorio nazionale?

Con un po' di sensibilità e lealtà, proviamo a confrontare mentalmente, tanto l'altro lo conosciamo bene, gli sguardi, la postura, la mimica facciale: Saramago trasmette saggezza e intelligente benevolenza, volontà di comprensione, spirito di attenzione, determinazione e pacatezza. Saramago, santo subito!

Se l'altro, il bell'imbusto, volesse essere acclamato veramente come tale (santo) potrebbe intraprendere la via della salvezza: disfarsi dei beni terreni! Qui ed ora! A sanare le casse dello Stato (effetto collaterale: non glieli eroderebbe Santa Veronica!!).
 

 http://www.repubblica.it/persone/2010/06/19/news/saramago_inedito-4966187/

http://aforismi.meglio.it/aforismi-di.htm?n=Jos%E9+Saramago

IL VALORE DELLA RICONOSCENZA

giugno 17, 2010


 

Ringraziare qualcuno di cuore, in un clima di autentica semplicità, diventa sempre più raro. Si ha spesso la sensazione che una buona azione, un regalo, una gentilezza siano mirati ad uno scambio di favori. Do ut des: un cesto che va, per un cesto che viene. E rimane vero che l'amicizia è il grimaldello per aprire le porte del successo, anche di piccolo formato, passo dopo passo, nella vita di ciascuno. Anche i ragazzi sanno che senza conoscenze non si va avanti, non si fa strada, perché essere meritevole non basta, anzi non serve. Ma questo è l'aspetto deteriore del meccanismo delle relazioni, e pur non potendo neutralizzarlo, dobbiamo minimizzarlo.

Non si parla quindi di riconoscenza verso chi ti fa ottenere un posto di lavoro o una casa senza i requisiti, una promozione senza studiare, chi ti fa scavalcare la fila truccando le carte…

Non si può avere riconoscenza per chi ti avvantaggia illegalmente: è perverso.