Posts Tagged ‘lotta al tabagismo’

OPERATION RIVIERE PROPRE e 'stocazz di giochino

ottobre 28, 2011

Nettoyage des cours d'eau, sensibilisation des écoles

Tronchi e rami riempiono i fiumi, sono trasportati a valle dalle piogge, tappano i tratti critici come le gole e l'onda di piena anche alta venti metri tracima con potere distruttivo moltiplicato, o i ponti in prossimità degli abitati e i fiumi esondano allagando tutto. Vent'anni fa, durante una vacanza in Francia http://www.courcelles.eu/index.php?option=com_content&view=article&id=509:operation-riviere-propre&catid=68:avis&Itemid=108, abbiamo partecipato ad una manifestazione ecologista che consisteva nel ripulire il letto dei torrentelli, raccogliere i tronchi e i rami, per lasciare defluire più liberamente l'acqua soprattutto quando diventa impetuosa. L'operazione si compie d'estate con la secca, ma non necessariamente: ogni momento è buono purché si faccia! Avete visto i leghisti, protettori del territorio muovere mai un dito? E i comunistidituttoilmondounitevi, tutelare la proprietà pubblica e le risorse comuni? I parroci con le buste delle offerte in tasca e i parrocchiani uomini e donne di buona volontà con la luce negli occhi  e ispirati alla fratellanza e allo spirito di solidarietà, organizzare mai un'azione cattolica di prevenzione???

Mo', lettore mio, beccati la composizione aberrante ispirata dalla rete!

Con 

  sangue    
  bisessualità maschile      
  il caso favorisce la mente preparata      
  lotta al fumo      
  piselli con preservativo      
  sigarette vuote zinger      
  zia nudista

ti servo:

mia zia nudista, sangue del mio sangue, compie da tempo la sua personale lotta al fumo, distribuendo sigarette vuote zinger, ma i suoi amici che praticano bisessualità maschile, abituati a piselli con preservativo, le urlano ridenti: il caso favorisce la mente preparata!

PPP – PENSIONATO PERDITEMPO & PERNICIOSO

settembre 21, 2011

Due borse della spesa non strapiene da caricare sulla bici. Pregusto i petali di Bella Lodi, i cuori di lattuga freschissimi, le nocciole sgusciate, e anche i frollini della linea bio molte fibre e zero colesterolo (…), perine a giusta maturazione, per finire. Faccio per aprire il lucchetto. Si avvicina un anziano tabagista in mutandoni azzurri e canotta, occhiali a televisore che, salvo la cicca fumante tra le dita che pareva fissa, non sembrava particolarmente disagiato. Mi avverte: guardi che la borsa è rotta. Controllo. Aveva una lacerazione minima in verticale che non comprometteva il trasporto. Non gli basta. La bici era legata alla rastrelliera. Così se cade, si rompe la ruota, mi fa. Non la metta più in quel modo, aggiunge, se non vuole trovarsi la ruota piegata. Ma la rastrelliera ha posti alti e posti bassi e io mi sono accomodata in quello basso che la sostiene ugualmente, è fatto apposta! Senta, ma lei è proprio pessimista…  e con la sigaretta, no-o?

Ah, non era Milano.

00: OPERAZIONE OLIVA

luglio 27, 2011

Le iniziative meritevoli fanno scuola.

1. Spiaggia della Purità, Gallipoli, luglio 1995. Operazione Spiagge Pulite. Improvvisazione fuori calendario. Non irregimentata dalle Associazioni nominalmente ambientaliste.  Partecipano i bambini del paese spontaneamente. Felici di adoperarsi per qualcosa di utile. Sapendo di non diventare famosi. Raccolgono decine di buste di plastica che fluttuano in mare.

2. San Salvo Marina, Chieti, ferragosto 2000. Qualcuno dirama la notizia (provocazione) che il sindaco ha emesso un'ordinanza che vieta di lasciare le cicche nella sabbia. Molti aderiscono istantaneamente senza fiatare. Alcuni chiedono informazioni ulteriori, ma si adeguano convinti. Una tabagista irriducibile si altera e rifiuta di uniformarsi: lei trova comodo e insostituibile il grande posacenere di granelli silicei, quarzici e micascistosi naturale (utile un'indagine psichiatrica)!

3. Castellammare del Golfo, Trapani, un lunedì di agosto 2007. La spiaggia è un campo di battaglia. Teglie con incrostazioni di pasta. Carcasse di pollo. Carte e sacchetti. Bottiglie di bevande varie e birra e vino mescolate a flaconi residui di mareggiate recenti. Un bambino locale si avvicina e partecipa alla raccolta differenziata. Parte la realizzazione di un'installazione estemporanea. I rifiuti vecchi sono più affascinanti. I nuovi sono ributtanti. Mentre si compone l'opera si parla di tutto. L'installazione non è solo un fatto materiale. C'è entusiasmo e consapevolezza attorno a un'idea che si tocca.

4. Stintino, spiaggia della Pelosa, Sassari, agosto 2009. Alcuni turisti si organizzano in squadre di raccolta di mozziconi e di frammenti di plastica. Acquistano retini o li prendono in prestito dai chioschi di ristoro. Le cicche sono ovunque, anche incistate negli anfratti degli scogli modellati dall'acqua  e dal vento. Lì rimangono fino al successivo energico lavaggio del mare. Ricordando che tutto va sempre da qualche (altra) parte, se anche scompare dalla vista temporaneamente. La marea riporta i mozziconi e li deposita a una certa distanza, come a disegnare un orlo ricamato. Aberrante. Ogni giorno si raccogono diversi retini colmi. La stampa locale dà un tiepido cenno di sostegno all'iniziativa.

5. Sperlonga, Latina, luglio 2011. Il lunedì si conferma come giornata particolarmente produttiva. Un retino è gentilmente concesso dallo stabilimento del campeggio Nord Sud. Scatta l'Operazione Oliva, così denominata in ricordo della precedente.  I retini volontari cominciano a riempirsi. La gratificazione sta nel sostegno di una persona che illustra al figlio il senso dell'azione, con parole dense di ammirazione. Si organizza un posacenere collettivo in alluminio da mettere in mezzo alla spiaggia libera bonificata. L'idea è semplice ed efficace. Riccardo, Salvatore, Roberto e Andrea sono d'accordo subito: basta poco per acquisire la giusta abitudine, dicono convinti. Missione compiuta. Anche a Latina può cambiare il vento.

IO BONIFICO

luglio 11, 2011

Io bonifico sempre la spiaggia dalle vostre sigarette, plastiche e altri residui.

FUMO E LETTERATURA

febbraio 25, 2011

Devo. Devo farlo. Quando parlo con un tabagista, noto i segni del fumo. Ognuno si giustifica. G. dice che ha particolare cura nell'espletare il suo vizio: se le prepara fin dalla sera prima e le mette in un portasigarette metallico con le sue linguette fermaglio. Me le mostra con orgoglio: le sue artigianali sono piccole e sottili, allineate ordinate uniformi e più sane, di vero puro tabacco scelto, non quella robaccia del prodotto industriale, profumate e senza aromi aggiunti. Ne fuma 8-9 durante il giorno, 2 o 3 la sera. E non lasciano la bocca amara.

Dio bono, ma che testa hanno i fumatori? Mai ammettere le proprie debolezze?

Un'altra, furbissima, fuma in spiaggia a ridosso di un muraglione dove ci eravamo rifugiati per un'improvvisa folata di grecale. Il fumo in un vortice perverso ricircola e ristagna. Non è difficile prenderne atto e chiedersi se può dar fastidio. Eppure bisogna questionare. 'Siamo all'aperto' ci prova la poveretta. Ma, ragiona! 'Ah, sì…' e spegne lasciando il mozzicone tra i sassi. Esemplare.

Non ammetto la tolleranza al fumo. Plaudo alle ordinanze che lo vietano nei giardini pubblici, in particolare nelle aree di gioco.

Intanto a Milano pubblicizzano filtri per il naso. Meno di un euro al giorno per preservare la salute. Buffo. Chiudi il naso, apri la bocca! Poi vorrei sapere che tipo di smaltimento si prevede. O andranno a fare il paio con i bastoncini per le orecchie?

Rifiuti più comuni n° per metro quadro

Mozzicone di sigaretta 2,12
Bastoncino cotton fiocc 0,25
Cannuccia per bibita 1,62
Stecco gelato 1,62
Busta plastica 0,25
Bottiglia plastica 0,20

GUIDI BUFFARINI

maggio 21, 2010

 

NONSOLODIAGNOSIPRENATALE

marzo 27, 2010

…le donne perdono la bellezza, e gli uomini?

POLIPOLEMISTA IN CARRIERA

marzo 27, 2010

1. Stazioni ferroviarie italiane vecchie cadenti scrostate con angoli colmi di macerie giardini inesistenti o malconci panchine sbrecciate treni sporchi lenti obsoleti, ma…
GLI SCHERMI PIATTI DELLA PUBBLICITA' FUNZIONANO! Sembra provengano da un altro pianeta, atterrati e appesi da mano invisibile diligentemente ad ogni pilone di sostegno delle tettoie in certe stazioni compaiono ancora residui fregi in ferro che ornano le pensiline perfino portavasi ma tutto è arrugginito o desolatamente vuoto inutilizzato abbandonato dimenticato…
LA LUCE EMESSA DAGLI SCHERMI E LE IMMAGINI CHE VI PASSANO VELOCI SINCOPATE E POI RALLENTATE NEL MOMENTO DEL GODIMENTO DEL SAPORE DEL GELATO CUORE DI PANNA LA GOCCIA DI CIOCCOLATO CHE COLA E LA BIBITA CON LA COLA CHE FRIZZA SPRIZZA RIZZA ATTRAGGONO E DISTOLGONO TUTTI PROPRIO TUTTI!

Essere viaggiatori-consumatori critici aiuta. Ehu!

2. Se vedo un fumatore con un barlume di luce negli occhi ci provo. Mi anticipa: ne vuole una? E mi avvicina un pacchetto appena aperto liscio lucido in shape spigoli perfetti. Reminescenze. Penso che i fumatori siano portatori malsani detto semibenevolmente di esperienze di vita densa quasi sempre di sofferenze incomprensioni stress emotivo frustrazione… No guardi io non.. ma lei… si sposta sottovento intanto… smettere no eh? Finché lavoro no non ce la faccio troppo stress potevo già essere in pensione da due anni ma devo arrivare alla fine del progetto l'Italia è il  paese delle occasioni perse… e il mio progetto riguarda le donne… sanità? sì diagnosi prenatale senza amniocentesi o villocentesi basta un prelievo ematico semplice e si va alla ricerca degli eritroblasti ah i precursori dei globuli rossi… sì e si distinguono per Hb F… giusto emoglobina fetale con altre catene globiniche geniale! e la storia dura da… dal 1995 si applica solo a livello di ricerca e in teoria non potremmo trasmettere i risultati alle future madri… e lo fate lo stesso se ci sono evidenze di trisomie? …sì di straforo ma il ministero non dà le autorizzazioni ad applicare il test non invasivo senza rischi… la ricerca continuerà all'estero… passo la mano metto a posto tutto smetto di lavorare e di fumare!

Ad intervistare i fumatori se ne imparano delle belle.

NONSOLODIAGNOSIPRENATALE

marzo 27, 2010