Posts Tagged ‘monti’

LO ZITELLO E LA BALLERINA RAFFINATA CON L’INGLESE

gennaio 2, 2014

Altri personaggi che non figurano nel titolo: il nano, lo gnomo, il mungitore e trasportatore di latte, lo stagionale degli impianti di risalita e i suoi amici del giro di birrette, Enzo Moscato e il teatro radiofonico, radio3, una parente (con stretto riferimento a La lingua batte e i neologismi anche solo eterografici con impatto fonetico), Ezio il ballerino dismesso, la speaker del meteo…

Quest’ultima dichiara che lo zero termico si trova tra i 7000 e gli 8000 metri, in Italia… pare infatti più interessata a fare una pubblicità indiretta agli autogrill e alle stazioni di servizio ”…in cui molti automobilisti nelle ore consuete si fermano per pranzare” e si confonde sulle altitudini…

A ritroso, Ezio dice con orgoglio: SI CI trovava tutte le settimane in balera…

Mia cugina se la passa discretamente: va spesso in vacanza in Kegna. Gegnale, no!? Ecco, avrete notato la presenza apparentemente erronea della GN al posto del NI. Bene, nella trasmissione (benedetta) LA LINGUA BATTE, qualcuno ha spiegato che così facendo si intende dare una connotazione nuova al termine quando è abusato come GENIO o GENIALE, o quando si riferisce a uno status che si vuole sbeffeggiare… come il viaggio esotico. Parallelamente o per contro, il troppo pignolo potrebbe diventare PINNIOLO!

Isaac Asimov oggi a Wikiradio, ieri Giorgio Gaber…

Ezio Moscato è lo stesso che in un’edizione di Fresco Bosco di Achille Bonito Oliva rappresentava la Morte dell’Attore?

Erick è un ragazzo estremamente responsabile e si merita molte soddisfazioni dalla vita.

Ugo svolge la sua importante funzione con grande determinazione, passione e dignità: un modello per tutti.

Lo gnomo e il nano stringono la mano con un inchino del capo per augurare buon anno, come si faceva una volta.

L’inglese pallida e assorta… accompagna la signora in una ciaspolata nella neve scintillante di sole. Come in un gioco di specchi i rimandi sono infiniti: il valzer del bel Danubio blù, Vienna, l’inverno, l’estate, la neve, il prato fiorito… il capodanno dei clamori e delle disillusioni per taluni, il capodanno della tranquillità visionaria, nelle sorprendenti omologie per altri!

Previsioni meteo (non lette dalla speaker balenga!): nevischio semiparalizzante per 24 ore. Conviene muoversi. Lo zitello col suo carico morale di figlioli adottivi problematici ma pieni di belle speranze, col cane sfinito per le troppe cucciolate e il trasportino del gatto vuoto per il recentissimo lutto parte e incrocia al momento giusto la via. Miracolini di Capodanno.

W la radio e il festival del racconto.