Posts Tagged ‘ostia’

BIDONE CON ASSEGNO

luglio 26, 2013

Rinuncio con un lieve dis-piacere ad un BLABLA serale in favore della FRECCIA per essere a Milano prima. La commutazione logistica mi torna più conveniente, in effetti, e per un grappolo di motivi che non starò a specificare, uno dei quali è legato all’assetto del …frigorifero.

La doppia porta automatica della LOUNGE del Club Freccia mi si spalanca di fronte, grazie ad un passeggero che si accredita regolarmente, ed io entro nella scia. Posso lasciare un attimo i bagagli? Ce l’ho, ce l’ho la carta, non si preoccupi, lo so che non sembra, visto lo zaino e la tenuta balneare… (in effetti possiedo una Carta Freccia con accumulo punti, ma senza… club!) E l’addetto fa: no, no… anzi! ANZI??

Esco dalla cella fredda della lounge e mi dirigo a comprare un bilino per mio figlio. Una vaga ispirazione mi porta in uno dei negozi della catena di casual wear più conosciuta e diffusa al mondo. Trovo la cosa che mi aveva richiesto, di un colore diverso e mi divertirò a studiare la sua reazione.

Un uomo in camicia azzurra, un po’ caporale, appoggiato a un bidone grigio ferro, scrive su un blocchetto di assegni. Una donna dimessa ma dall’aria intelligente aspetta sorridendo con attenzione e pacata moderazione. Lo piega e si allontanano nel verso opposto, come dileguandosi.

Si è compiuto il rito. Per la quarta edizione consecutiva. Gli ultimi tre BIMBI BELLI con premiazione sono passati anche stavolta, in compagnia di O., R., e, ultimo aggregato, R. Un film denuncia (sul SISTEMA) e un film manifesto (sugli STILI DI VITA, la FRUGALITA’, il RITORNO ALLA TERRA) hanno segnato l’evento. Il cinema (l’arte) anticipa e preconizza.. Altro tema forte rappresentato: l’ADOLESCENZA, che ben si intreccia, e sempre con stupore, su tutti gli sfondi. Gli attori-non attori esordienti Francesca Riso, Alessio Gallo e Marco D’Agostin si sono distinti e hanno avuto molti voti dalla giuria.

A Ostia l’altro ieri il mare era trasparente come a Sperlonga nelle migliori occasioni. E un passaggio da Ferrara, la gastronomia, è un must.

Non ci resta che realizzare la nostra …OPERA PRIMA!

MULTIPLE CHOICE.

ROMA E'…

aprile 11, 2011

villa torlonia che in origine era dei francesi torlonias con gli obelischi piantati nel parco in omaggio alle donne di casa ma che dico alle principesse e la casina delle civette e suoi vetri piombati sui resti dell'antico chalet svizzero il parco sempre allo stato di cantiere e le panchine scassate il centro scout in piazza dello scoutismo che i navigatori non conoscono ancora il napolo-romano che elogia le virtù della cremazione cos'è quel verde laggiù ah il posto dove tutti andremo a stare il verano ma non proprio quello che è già preso dai ricchi frin frin con le dita meglio una scaldatina e via piazza bologna snodo 62 attesa per torre argentina e giù a trastevere dai bucatini e nei vicoli che c'è trastevere e trastevere e si passa dal nuovo sacher da ermanno poi vedi un cinefilo giapponese che sa tutto della commedia e snocciola nomi di registi e attori scola castellani e raccoglie cimeli come foto degli anni sessanta di attori sul set vedi quello è capolicchio e lavora ancora porta in braccio il regalo di un amico regista che dipinge in giallo e verde una figura antropomorfa ma anche un po' marziana ancora pittura fresca e che si spatascia sulla giacca umiliandosi e mortificandosi per la colpevole disattenzione come può essere così negligente dice a se stesso che figura grama e barbina ma risulta di una simpatia irresistiibile nonostante i suoi tic da solerte giapponese pozzo di sapienza e emerito propagatore della cultura cinematografica italiana meriterebbe un riconoscimento ufficiale! sorella enza da barile devota madre e sorella all'aranceto dell'aventino con giorgino e il buco della serratura ma che sorpresa il coro di palo alto a santa sabina ospite dell'omologo di casa eleganti con drappeggio bianco le coriste in formazione totale 110 elementi di una decina di nazionalità diverse accomunate dal sacro canto in contrapposizione totale alla rissa uno alla stazione di san paolo alla piramide per ostia che le due ragazze si davano calci e pugni e si tiravano i capelli e si sono divise un gruppo al mare che l'aizzava e l'altra con due amiche superstiti che rinuncia e sgombra dall'atrio mesta per non dire della rissa due al campetto di tiburtina dove amici di squadra si pestano interrompendo a più riprese il primo tempo rimasto unico forse con l'occhio in mano…

continua

settimana della cultura molto conveniente entrare al foro imperiale al colosseo al vittoriano a castel sant'angelo a palazzo venezia con la targhetta calamitata calamitosa alla mostra di fotografia dei '50 e '60 e le passeggiate romane sul divano nella saletta della proiezione insieme ad altri avventori rivedi i mocciosi e il pescatore pugliese con i solchi nella faccia di altri tempi e alla faccia ci facciamo un panino alla porchetta di ariccia oggi sul muro si legge più frati meno preti e finanziamenti all'istruzione pubblica e non ai cacciabombardieri vedere l'impunità dei politici affaristi dal centro del paese è più lancinante ma i musicanti slavi nella piazza di santa maria in trastevere cantano un po' romano e un po' francese e i bucatini di testaccio sono mejo e alla pajata non si rinuncia anche il carciofo va giù liscio liscio baccalà alla griglia con patate compreso stratificano sotto il gelato di violarosso concatenandosi sempre in sequenza più che logica a tutt'il resto! ostia dimenticavo ostia!! che compleanno!!!