Posts Tagged ‘piste ciclabili’

Senso Unico e Semès

settembre 5, 2015

Una mi fa, tornando dopo mesi: ”Eh… sei contenta che hanno riempito Milano di piste ciclabili?”

Mah, io percorrevo gli ampi marciapiedi con grazia, a velocità moderata (dopo le due collisioni degli anni scorsi…), condividendoli con pedoni di tutte le età, e mi scusavo per l’eventuale disturbo… invocando solidarietà! Ora che ci sono più piste devo fare i conti con gli imbocchi mal segnalati, l’odore pungente dell’asfalto rosso speciale, i cordoli di contenimento, bassi e pericolosi per gli scooteristi… che rischiano di borlar inscià.

Bisognerebbe anche chiedere un parere ai commercianti di via Stendhal, per fare solo un esempio: il ristoratore d’angolo, da quando è senso unico lamenta un crollo dei passaggi e la difficoltà di parcheggiare, che gli comporta un notevole danno…  ma voglio sentire pure i baristi e gli altri bottegai…

Nell’attesa, chiedo di usare (intuizione del mattino, dopo ripetuti ascolti per radio) Semès invece di leggere per esteso l’acronimo SMS, ESSE EMME ESSE: è lungo, antiergonomico e cacofonico.

Voglio vedere se qualcuno ora osa rilevare l’atipicità dell’abbinamento. 😉

PEDALARE!

gennaio 3, 2012

Sì, inizia pedalando, l’anno nuovo! In Romagna, sulle ciclabili, ormai quasi ininterrotte per favorire il turismo in movimento, si pedala tra le bollicine stappate alla festa in piazza con Bollani e Vergassola, apparentemente dimessi, ma molto in forma, le pensioni miramare ristrutturate e con lo spazio wellness, i viali ceccarini scintillanti… e i tagliolini alle vongolette locali e i passatelli saltati allo scorfano e i pendolini, imperituri!

Le bici in una scuola di Roma, il professore architetto racconta a Radio3 Scienza, si possono appoggiare su un rullo dove pedalare un’ora, in un’apposita sala attrezzata per 18 posti,  fa 100 W di elettricità, poco più di 1 cent volendo monetizzare, ma con una grande portata educativa.  L’istituto diventa autonomo energeticamente, e forse potrà anche immettere l’eccedenza nella rete nazionale! Una tessera a punti testimonia il contributo di studenti e quanti vi si vogliano dedicare… Un autentico circolo virtuoso. Bici premiata, motorino e auto penalizzati!

Il vero blogger si pone la questione: e pedalare scrivendo?

Intanto arriva, sempre dalla mia community, Radio3, una suggestione interessante e fresca fresca: chiunque sia sopravvissuto alla propria infanzia diventa uno scrittore!