Posts Tagged ‘prevenzione’

MONONUCLEOSI, NON EBOLA, E UN RICORDO DI BLABLACAR

ottobre 21, 2014

Occhi verdi spuntano da una mascherina bianca antipolveri da cantiere. Fronte imperlata. Il giovane sui venti spiega che si protegge dall’attacco di germi nei luoghi pubblici affollati. Ha avuto una brutta infezione virale che lo ha debilitato. Altro che malattia romantica del bacio! La palestra fu il teatro del contagio. Senza effusioni, per via aerea.

Certo che questa immagine è evocativa di scenari peggiori. A Milano al Sacco e a Roma allo Spallanzani sono già attrezzati bunker di isolamento con 15 letti e il personale si addestra a non compiere fatali errori nella vestizione e svestizione, ma anche nel maneggiare aghi e provette di sangue.

Rimane vero che da noi si muore ben di più con gli incidenti stradali. Terrificante notizia raccolta ieri ma che risale a qualche mese fa e riguarda una giovane donna di Genova che viaggiava da Como: anche con Blablacar ci si può mettere in grossi guai. Se ragioniamo in termini probabilistici e ammettiamo che accada indifferentemente a chi Blabla e a chi non Blabla, il fatto non ci conforta! Vorremmo che la solidarietà e il far networking fosse solo premiante…

BOIA SCOUT

agosto 21, 2012

Mia nipote M. è un’appassionata scout. Peccato che all’ultimo campo sia successo un disastro: la zona cucina ha preso fuoco e la responsabile del gruppo pare non abbia assunto il comportamento più idoneo in tali disgraziati casi, con sollevamento di pentole cariche d’olio sfrigolante che schizzava da tutte le parti, comprese le gambe delle ragazze che scappavano e si gettavano nel laghetto o torrentello lì vicino. Il rientro dalla vacanza è stato anticipato e ora le due o tre malcapitate sono sottoposte a cure per ustione. M. minimizza le responsabilità della sua amica e capo scout, un riferimento importante per lei, perché ha un animo gentile e non va alla ricerca di zuffe o polemiche, ha fede nell’associazione e crede che non ci siano colpe da assegnare. E’ successo semplicemente un incidente, una fatalità che poteva avere un epilogo ben più tragico. Ma vorrei che la signora, consulente e responsabile agesci, già intervenuta su queste pagine mi dicesse come giudica questa storia e se non pensa che prima di intraprendere qualsiasi attività sportiva o ricreativa di gruppo non vadano ben delineate e definite tutte le modalità di prevenzione degli incidenti possibili. Qualche anno fa morirono annegati alcuni scout accampati vicinissimo al fiume. Ora accade che il fuoco divampi e emerga pienamente l’incapacità di domarlo, avendo pronti ad esempio sacchi di sabbia in prossimità dei fornelli, e istruendo i partecipanti al campo di ogni ordine e grado anche sui comportamenti da evitare per non peggiorare la situazione. L’esperienza del campo estivo scout non dovrebbe lasciare segni così profondamente incisi sulla pelle dei ragazzi. Dell’anima riparleremo in seguito. Preghiamo.

OTTIMISMO E DECORO

novembre 6, 2011


cameriere

Week-end milanese. Non è una 'disgrazia' di per sè, ma considerando che la decisione è legata alle condizioni meteo, sì. Perché qui si è fatto solo un lago in piazza… o all'angolo con la via che porta all'azaia del naviglio grande… ma son sciocchezze rispetto ai disastri della Liguria e tutto il resto pregresso… da due settimane ormai vediamo scorrere i fiumi per i centri abitati e colare il fango sulle nostre povere cose terrene!

Tempo per riflettere sulle attitudini umane-disumane. L'ottimismo ad oltranza e il triste decorino su cui si fondano le vite di taluni. Li abbino poiché l'Uomo della Provvidenza mancato, quello che poteva competere solo con dio, si è sgonfiato clamorosamente anche per i suoi sostenitori-elettori della prima ora, presumiamo. La rivoluzione pare l'abbia fatta una ragazza aspirante meteorina, che meglio non poteva descrivere il clima perverso oltre che tipicamente grottesco dell'ambiente intorno ai partecipanti alle serate bunga-bunga (http://video.corriere.it/che-imbarazzo-cena-berlusconi/943accc6-0673-11e1-a74a-dac8530a33df) ed emblematico della qualità del progetto politico-amministrativo e del giornalismo condotti da costoro, capo bunga-bunga, servi e seguaci. Il sostenitore-elettore tipo del berlusconismo è di solito una figura patetica di italiota che pensa di essere furbo, e di cogliere opportunità vantaggiose. Una coscienza mafiosa, in fondo. Un democristiano della peggior risma rivisitato e corretto. Che consuma come dio comanda per sembrare capace economicamente agli occhi degli altri…

Ebbene, ristoranti pieni? Aerei impossibili da prenotare? Presi d'assalto? Se è vero occasionalmente che la pizzeria di quartiere a buon mercato che si è fatta un buon nome per la fragranza dei piatti e per la giovialità del personale (quasi sempre egiziano) è piena e c'è da aspettare, è pure vero che altrove il cliente langue. Ieri sera in zona navigli era abbastanza desolante il panorama: non lontano dalla stazione di porta Genova, i vassoi degli stuzzichini degli aperitivi rimanevano intonsi (e si trova anche la quotazione minima a 6 euro!), i locali vuoti, i ristoranti con le candele accese in attesa di avventori. Il buttadentro di un locale in via Tortona, si sfregava le mani nei guanti senza dita, ha detto buonasera sette volte e prego accomodatevi quasi altrettante… noi abbiamo specificato che entravamo nel cortile solo per sbirciare, per un interesse architettonico e non saremmo potuti rimanere, all'interno il deserto e il personale attonito.

Questo vuol dire spargere illusioni, l'ottimismo è fittizio, ormai non ci crede più neanche un cane. Ai cani raggirati consiglierei di rivoltarsi contro il padrone, di mordergli il culo, farlo guaire e strisciare nel fango delle alluvioni.

Confisca. Dura. Senza paura.

VERMICINO DOCET

ottobre 8, 2010

interessante dibattito su VIBRISSE bollettino a proposito di TV della sofferenza:

http://vibrisse.wordpress.com/2010/10/07/una-scomparsa-che-ha-sempre-fatto-il-pieno-di-audience-in-tv/

BIODIVERSITA'

giugno 2, 2010


 


Il modo migliore, ovverosia più efficace, per festeggiare l'anno dedicato alla conservazione della BIODIVERSITA' è proprio la dimostrazione di come si possa distruggere in poche settimane. Con lo sversamento di petrolio BP della Luisiana, in aprile, quello di Singapore (marchio?) e dell'Alaska (…), in maggio, stiamo minacciando la scomparsa di molte specie. Gli sforzi che si fanno altrove per proteggere la vita nelle sue varie forme (tra i tanti, il Progetto Adamello… http://www.partecipate.it/esperienze/progetto-trep; http://www.citta-possibili.it/index.php?option=com_content&view=article&id=68%3Aadamello&catid=39%3Aentilocali&Itemid=58) fanno il solletico!

AFFINITA'

aprile 21, 2010



 


Il benefattore di Brescia e il papà della ragazzina morta in gita scolastica a Ventotene mi sembrano della stessa pasta.

Di un potenziale deflagrante. Che vorrebbe scuotere dal sonno questa comunità intorpidita.

 

CUMPA'

febbraio 17, 2010

TI LASCIO COSTRUIRE LA VILLETTA-MI ASSETTO SULLA POLTRONA DEL CONSIGLIO COMUNALE-PROVINCIALE-REGIONALE E DA LI’ ASSISTO PIU’ COMODO ALLO SPETTACOLO DEL DISSESTO!