Posts Tagged ‘raccolta differenziata’

ECOCIDIO E DETECTIVE AMBIENTALE

settembre 30, 2013

Daniela Spera lavora a Taranto in una farmacia, è chimica e vuole scoprire la verità su inquinamento ambientale e salute (persa!). Per aiutare a prevenire danni peggiori.

La sua storia è raccontata nel libro VELENO di Cristina Zagaria, per Sperling&Kupfer.

Rosi Battaglia di www.cittadinireattivi.it sta compilando una mappatura dal basso della reattività civica: quanti cittadini italiani si stanno impegnando nella individuazione dei siti da bonificare, nella diffusione di informazioni geolocalizzate? Sono 15.000 i siti di interesse nazionale, secondo l’Istituto Ambientale di Ispra, sentite anche A.R.P.A. e A.S.L., afflitti da traffici illeciti di rifiuti anche molto pericolosi.
L’obiettivo è la trasparenza dell’informazione.

Considerazione a margine, ma non troppo. Tre donne, tra le tante nell’ombra, dimostrano col loro impegno che la casa è …fuori casa!

Ed è di tutti.

URGENTE: CLONARE ERCOLINI ALLE PIRAMIDI

Mag 20, 2013

Le Piramidi sono uno stabilimento balneare sciuretto, tra due serie di dune, mica come gli altri plebei uno in fila all’altro! Nell’isolamento dorato, i ferraresi sciuretti pranzano nei piattoni bianchi (ma la C. sostiene che ci sia della ruzna atavica in quel ristorante!) con moderate porzioni perché il resto è foglia di lattuga e spruzzi di balsamico… ma non si può nemmeno dire che per 25 euro a cranio non ti diano le linguine all’astice!! Bene. Osservo la scena. Le cameriere romene affacendate, corrono su e giù. Aspetto spaparanzata sul lettino giallo (ruzno?) la mia grigliata di pesce azzurro (‘ZZurro a Ponza, che flash!!): arriva con lattuga e due fettine di polenta arrostita, come si usa a Comacchio. Ce lo siamo detti anche ieri sera tornando, davanti agli gnocchetti di melanzane (dove sono? impallidisce il ricordo della precedente tornata…): noi si spazzola tutto, ma quanti avanzi sui piatti che tornano in cucina, ovunque! Stessa scena venerdì allo Sgnadùr e a Milano al Royal. Ragù scuro sospetto per i caplàzzz di là. Tortino di cioccolato bruciato respinto di qua. Ristoratori furbastri o pasticcioni. Giuro la prossima volta andiamo al Diana di S. Martino. Almeno incassa mio cugino!

Ercolini meticoloso e instancabile studia con la lente di ingrandimento il 30% dei rifiuti che la comunità manda in discarica per sapere cosa finisce nel sacco indifferenziato, distrattamente o in preda al dubbio. Un orologio, i tetrabrick, stracci… metalli… plastiche… Porta l’esaminato all’Università e cerca la soluzione con sistematicità e determinazione. Lui non si arrende. Ed è un amministratore pubblico. Io, in privato, neanche. Tanti piccoli gesti… costruiranno una sana Piramide Alimentare per tutti?

RAIL diventò CIAL

settembre 19, 2011

Da qui http://www.cial.it/index.shtm oggi si ricavano informazioni utili relative al riciclo delle lattine di alluminio. Per arrivarci, ho telefonato al CONAI, non trovando i recapiti nè di COALA nè di RAIL, e scoprendo infine che CIAL sostituisce da anni RAIL, ormai estinto. Parola chiave: fustellati in cartone. Divertente.

Ah, felice San Gennaro a tutti!