Posts Tagged ‘rai radio3’

ZANZIBAR E ZORRO

gennaio 13, 2013

Le parole che iniziano per zeta ricorrono e si fanno notare vieppiù, considerando che mi sono particolarmente familiari. A proposito, un mio parente stretto ama tutti i cibi che hanno la doppia zeta dentro. Un mio amico ha scelto come nick ZORRO, con un numero credo, perché sono in tanti, e un altro ha chiamato così il suo cane. A ZANZIBAR invece è stata ambientata l’ultima doppia puntata di http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/PublishingBlock-f6c4a8b5-f334-41c7-a92a-e65e79412972.html
su cui campeggia la voce di una cantante e percussionista centenaria zanzibarina, Saba Anglana. Meritevole.

MEISTER EKHART

dicembre 15, 2012

Vertiginoso. Il misticismo è esperienza intuitiva e segreta del divino. Dio è cammino della ragione, l’intelletto, l’universale che è nell’uomo. Invocazione muta? Perché? Perché fosse. Il logos generato da DIO è all’interno di ogni uomo, che si stacca dal determinato, dal tempo e dal proprio IO. L’anima trova il silenzio, riposa dal tumulto delle passioni, vede apparire le cose del cielo, si annulla aldilà della concezione umana dell’annullamento. Prega DIO perché la liberi da DIO, che non va cercato ma incontrato. Perché un universo creato corrisponde all’essere all’esterno anche se interno, a un progetto che viene dall’eternità, ossia da mai.

http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/PublishingBlock-a35c7c54-3b41-4ea2-a393-6b472ce0e9dd-podcast.html del 14.12.

PAOLO ROSSI E MIRKO

gennaio 16, 2012

I due temi di oggi di Radio3 Scienza http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/puntata/ContentItem-c7c8dc1d-b7cf-45a8-8b76-515612b2d34e.html sono:

1. Il ricordo di Paolo Rossi, evocato da Giulio Giorello. Bacone come suo eroe; il sapere come patrimonio di tutti, pubblico e ricontrollabile. Si augurava di vivere 104 anni, come la madre; se n’è andato a 88. Vedeva la vecchiaia come inverno della vita, faticosa, ma ricca di doni.

2. Il papà di Moreno è docente di sociologia e pubblica un libro sulla disabilità del figlio. Il papà di Mirco non lo ha ancora fatto, ma ne avrebbe tanto quanto. Il primo lo intitola Zigulì, che richiama il nome di una caramella. Il secondo potrebbe chiamarlo TIC-TAC, perché passeggiando al Parco delle Cave, a un certo punto tira fuori l’astuccetto di plastica, lo fa risuonare dei confettini che rotolano e gliene offre uno, come gesto meccanico, quasi per calmarlo o gratificarlo, anche se non se ne presenta alcuna necessità. Come quei bambini che sono curiosi e non hanno reticenze, solo che loro lo fanno del tutto spontaneamente, io da adulta un filo meno, gli rivolgo un saluto: è autistico, mi informa immediatamente e ci mettiamo a parlare della vita da disabile, da padre di disabile della sua forza e della sua voglia di uscire a ballare, e della madre morta di cancro qualche anno fa… Accanto alla pura curiosità, c’è la consapevolezza della atroce solitudine che vivono questi genitori. Lo sguardo di Mirco era sfuggente, certo, ma non troppo… anche a lui gli si è accesa per un attimo la lucina della curiosità. Una parola dolce fa bene e conforta più delle caramelle, forse…

I FURBI U.S.A. e NOSTRANI, DEL NORD E DEL SUD

novembre 9, 2010

I Furbi son Furbi. Tautologico.

Stewart Brand è un ambientalista pragmatista, e dunque un super furbo: era contrario al nucleare per il problema dello smaltimento delle scorie. Era. Ora, con i reattori di ultima generazione è tranquillo: le scorie sono quantitativamente ridotte e basta riciclarle! Si trattano semplicemente dice e le si trasforma in innocui sali.

Una valanga di sms e mail investe la redazione di Radio3Scienza. Scetticismo totale. In Italia? Dove? …non siamo nemmeno sicuri della stabilità della Torre di Pisa? Ah, battutona, lo scienziato pragmatista coglie l'opportunità di riderci sopra e consiglia di non stockare le scorie sotto la Torre di Pisa, per il momento! …finché fra dieci anni, anche questo ridente paese mediterraneo avrà le sue centrali nuovissime e pulitissime e si doterà degli impianti paralleli di trasformazione. Wow!

Anche le biotecnologie ci salveranno. Caspita, ma sarà tutta farina prodotta autonomamente dal quel gran mulino che è il suo big brain? O gli ingranaggi sono unti dai grandi potentati economici, novelli amici? Così, tanto per polemizzare un po'. Per far luce, meglio.Tenersi sempre aggiornati: sacrosanto! Vale sempre e ovunque.

La macchina del fango procede, tranquilli. Grande prova di civiltà danno coloro che apportano spunti di approfondimento, confronto e discussione in toni pacati e sereni. Difficile, ma possibile.

Morto un genio non se ne fa un altro, Di Andrea Pazienza ce n'è uno solo. Questo è il parere di Sparagna che racconta la storia lunga 30 anni di Frigidaire, ormai senza una vera redazione dice, ma fatto da teste vive che prestano la loro collaborazione con vibrante entusiasmo. Grazie!

Furbi. Parenti in corsa per l'eredità. Tutti nel proprio piccolo, si arrangiano!

In grande stile, furbo Bossi che rimane avvinto al suo alleato finché conviene. Impossibile pensare che non vi sia una dose di furbizia nello strappo finiano, finalizzato alla lottizzazione del Paese, alla spartizione delle aree regionali, il nord a me, il centro nord a te, il centro sud a Ciccio e il sud a Pepé… Le profezie sono catastrofiche, non per i professionisti della politica, ma per il Paese Reale.

Per finire, ma non è finita, Parte un'inchiesta sui ricatti nell'ambiente di lavoro. O prima di ottenerlo. Qualcuno sta raccogliendo testimonianze. Era ora! 

RADIO 3 SESSANTANNI

ottobre 1, 2010

INFORMARE
RICREARE
EDUCARE

PROSA DI UNA VACANZA

agosto 5, 2010

Il brano di Pessoa è stato letto stamattina a Radio3. Vado a memoria:

…scendendo le scalette per arrivare alla piccola spiaggia deserta delimitata da due microscopici promontori, mi distacco da me stesso per ritrovarmi….

E mi ritrovo ad un'intima distanza.

(nella foto: cala Violina, qui vicino)

dal 21° minuto, http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/PublishingBlock-d136572a-1d22-4a3a-b84a-a7e70e0fb42a.html