Posts Tagged ‘regime alimentare’

CIBO & RELIGIONE

settembre 5, 2011


Un ottavo di risotto agli scampi, un ottavo di risotto alla monzese (usurpati, o meglio offerti per accordi precedentemente fissati… dai piatti vicini!), una mezza insalatina mista condita con una goccia d'olio e due gocce di balsamico, un terzo di verdure bollite scondite, un ottavo di pizza marinara, un cucchiaino di gelato al cioccolato nero, un bocconcino di gelato misto sottobosco su supporto delll'immancabile (irrinunciabile!) sfogliatina fondente. Ad occhio: 600 kcal, per cena. Sarà che ho riordinato le foto delle vacanze…  Ma, sempre 63 chili di massa corporea, sono: mi mantengo, almeno! La dietologa consultata per sfizio (e perché le mie due amiche biologhe, la M. superpensionata 60enne e la M., asciuttissima 50enne, cosmetologa in disarmo, hanno intenzione di aprire uno studio di consulenza in materia di nutrizione e mi unirò a loro), mi ha diagnosticato, nell'ambito della fascia NORMOPESO, 2-3 kg in più, e-ven-tual-mente. E, a parte che lei era una discreta budellona, con 15 anni di meno… non si capisce se ci sta più a cuore la salute vera o il modello estetico che ci viene proposto, e se le due cose necessariamente coincidono o se intelligentemente vi sono delle deroghe. Con le mie porzioncine salvagusto di ierisera io mi sono sentita bene.

aprile 22, 2010

boscolo chiara Questo post è dedicato alla Casalinga di Via Voghera. 

CONTROLLOR NON PORTA DIVISA

dicembre 2, 2009
C’era una volta un treno. Da fuori vecchio e sporco.
Da dentro rivestito e sporco.
Da quando è obbligatorio obliterare,
su certe linee, in particolare,
i controllori passano sempre meno frequentemente
o capita che non si vedano affatto
perché controllano a campione e non capita sul tuo treno.
Sempre più spesso compaiono donne,
in divisa verde e blu, foulard a righe,
capelli lisci raccolti a coda,
sennò ricci sciolti.
Ma sul nostro alla fine sono passati in due.
Uno basso, grasso e pelato e si chiamava G.
L’altro alto biondo e bello e si chiamava G.
Nooooooooooo, scherzo!
Ne è passato uno solo: alto castano con fili ramati e bello.
Il fatto strano era che passando e ripassando,
su e giù come una spola,
si è notato bene, senza la benché minima ombra di dubbio che
era senza divisa!
Aveva solo un cartellino di riconoscimento
con un numerello stampato, manco la foto della comunione,
solo un arido numero che in caso di controversia magari ti annoti
per lamentartene con i superiori…
– Scusi, recupera il ritardo? –
Mentre ticchetta sul palmare,
ti chiedi se magari non sia solo un povero stagista.
– Un attimo, controllo… –
– Ma, è la nuova divisa o è …la sua giacca personale? –
– La mia, finché non mi arriva… –
– Ah, è stato assunto da poco… –
– No, da otto anni! –
– Scandaloso!
In via Paolo Sarpi ci mettono una notte… a farne cinquanta! –
– Ehh… –
– Ma come si spiega? –
– Sono dimagrito 30 chili… e non me l’hanno sostituita… –
– Incredibile! Ma… magari la poteva scambiare
con quella di un altro collega
ingrassato! Intanto, complimenti: come ha fatto? –
– Tutto da solo –
– Nooo… bravo! Dietologo, niente? –
– Mi interesso da sempre di alimentazione,
ero un rugbista…
dopo che ho lasciato, ho continuato a mangiare come prima,
ed ero arrivato a 108… –
Difficile immaginare come fosse.
Diciamo: alto  castano coi fili ramati,
bello …e corposo!