Posts Tagged ‘sfruttamento’

SFRUTTATORI SUCCHIATORI PARASSITI

settembre 19, 2012

Fiat in Serbia sottopone gli operai globalizzati a turni vessatori per massimo 850 euro di salario al mese. E succhia allo Stato italiano sovvenzioni per milioni.

Annunci

PENNASFERA

febbraio 27, 2012

Il piccolo mercante scalzo unto e spettinato poteva vendermi una penna, ne ero sicura, se solo fossi passata di là.

Posillipo, pomeriggio. Signò, signò, aglio fresco… Ma ce l’hai una penna? E, come no? Estrae da una borsa una scatola stropicciata. Dentro ci sono delle penne molto datate. Ne estrae una. Ah, ma funziona? Fammela provare! Signò, se voi la provate e poi non la comprate io questa non la posso vendere più… E perché? Perché… uno s’accorge che …l’avete provata… E come? Ehhh …si vede dalla punta… Ma io non la posso comprare se non sono sicura che vada… Non mi vorrai mica dare la fregatura? No, signò chedddite, funziona, ma… se la provate la dovete comprare… la comprate?

Ascolta… io ho bisogno di una penna che scriva, non di una plastichetta da buttare… Mi suscita una simpatia ‘sto bambino, che quasi mi irrita, ma soprattutto mi preoccupa… ha forse sei anni e lo sguardo corrucciato perché si impegna molto ad assumere il comportamento dell’adulto che ti vuole convincere della sua serietà, con tutte le sue pose. Allora lo tedio un po’. Facciamo così… dato che IO non la posso provare, la provi TU. Se funziona la compro. Esita e prima che apra bocca per fiatare, lo incalzo: scusa, no, tu hai detto poco fa, giusto?, che IO NON LA POSSO PROVARE, sottolineando IO, TU invece sì, che la puoi provare! No… comincia a obiettare, ma non riesce a formulare un TU collettivo, un NESSUNO come soggetto. Allora, facciamo così, gli propongo, senza dargli tregua, come ti chiami? Salvatore… SAL-VA-TO-RE, scandisco, e come ti piace essere chiamato? Sal? Vato? O, Re? Lo sto proprio stuzzicando: pare divertito e si stanno allentando gradualmente le difese. Il gioco lo trascina. Mmmmh… Sal… non tanto… Vato, proprio no. Re mi piace di più ma … è corto. Re Sal? Sì, ma facciamo Re Salvo.

Ok, Re Salvo. Io sono Paola Maria Cristina. Paola… hai detto, non può provare la penna. Re Salvo, sì! Con una voce ancestrale, Re Salvo emette la sua sentenza, finalmente. NESSUNO può provare le penne. Era esausto ma trionfante quando la penna gliela comprai lo stesso, senza provarla naturalmente. E’ cara gli dissi ma ne ho bisogno, speriamo che vada davvero eh… Poi sembra proprio vecchia. Non è vecchia signò, è… qualità antica! Prima che raccogliesse tutta la sua roba e scappasse via, mi viene un’idea. Re Salvo, dammele tutte, va’. E gli dò altri soldini. Ma sì, quelle penne erano una sciagura.. liberiamocene!, deve aver pensato, e dopo aver valutato quanto gli potevano rendere ancora, cede. Poi scappa davvero.

S.P.Q.L.

settembre 27, 2010

Sono Porci Questi Leghisti

Lo dice anche un autentico pedemontano varesotto: andate a leggere i tabelloni del Percorso Vita del Forte di Orino al Campo dei Fiori.

L'IGUANA, mia sorella

giugno 7, 2010



 

Di Iguanucce, ce ne sono nel mondo! Ogni giorno ne vedo. Indaffarante, ansanti, preoccupate di svolgere il loro compito. Di alcune si potrebbe anche sospettare che il loro essere servizievole abbia la funzione di rempire la vita. Di dare una dimensione verticale, seppur piccola, all'esistenza. Cucinare, stirare, lavare i pavimenti. La fatica, e l'umiliazione, del lavoro domestico si respira. Sono sorelle sfruttate. E' soffocante.