Posts Tagged ‘shopping mania’

LA MIA VICINA

novembre 29, 2014

È uscito per Sellerio il libro Confessioni di una vittima dello shopping, di Radhika Jha, tradotto da Alfonso Geraci. Jha, scrittrice indiana che ha vissuto per diversi anni in Giappone e scrive in inglese, racconta la storia di Kayo, una donna sposata benestante e con due figli che dopo aver incontrato una vecchia compagna di scuola viene introdotta in un “club” formato da donne con l’ossessione dello shopping. Il club farà scivolare Kayo in una drammatica dipendenza, con conseguenze molto pericolose.

Leggo IL POST on line e mi  imbatto in questo articolo. Volevo commentare direttamente ma la pagina è ormai chiusa. Mi ci sono iscritta comunque col nick PIERPAOLA (così mi chiamava il dottor Barboni, antico medico di famiglia…  quanto incide un nome sentito pronunciare anche solo per scherzo nell’infanzia…?), ma per dire che? …che ho incontrato una come Kayo. La mia ex vicina di casa, tornandosene in Giappone in fretta e furia con due trolley raffazzonati, scarmigliata come non era mai stata, ha lasciato scatoloni di merce in soffitta, sul pianerottolo e in giro per la casa in disarmo (presa in affitto e non pagata per anni…) e me li ha affidati. Ne hanno beneficiato in tanti, o meglio, tante amiche e conoscenti, dato che mi sono messa a distribuire roba a destra e manca, per smaltirla nel più breve tempo possibile.

La scrittrice indiana fa il paio con Amélie Nothomb, europea immersa come tempura in milieu giapponese… Testimonianze di una società profondamente malata. Agghiaccianti.

voci di corridoio

ottobre 5, 2010

scommetto che se mi metto quel vestitino di maglia attillato che magicamente mi cade giù bene senza evidenziare i rotoli di ciccia poi qualcuno se ne accorge è cinese sì l'ho preso a riccione sulla piazza lungomare in uno slancio di follia da acquisti insieme al rosa e al viola e questo è di quel color petrolio che mi ricorda un vestito fatto dalla sarta trent'anni fa ma davvero sta bene addosso ha anche un collo sciallato e dall'etichetta si vede che si vende in inghilterra dunque il gusto è diverso da quello che di solito circola in italia perché i cinesi hanno una grande capacità mimetica si adattano insomma poi in effetti c'è stato qualcuno che ha detto ma come sta bene vestita così ed era sincero l'unica cosa che senti quando c'è della sincerità nei complimenti è quella vena di sorpresa mista a vera ammirazione se c'è solo la seconda ci si può anche trattenere per non dare piacere all'altro ma se la componente della sorpresa domina ecco che l'ammirazione sgorga spontaneamente e senza remore vabbe' ci sono giorni che si concentrano le telefonate delle amiche o diciamo conoscenti così oggi ho visto velocemente la m. l'a. la p. la p. e l'a. che mi invita al volo a palazzo reale per la visita a dalì con l'azienda e ci facciam di dalì dai suoi pezzi metafisici degli inizi fino agli '80 con la crepa e la teoria della catastrofi e il cortometraggio in collaborazione con disney non era pazzo ha detto la spigliata guida ma sfruttava la paranoia per esprimersi liberamente ricco buffet finale e un giro di riepilogo con approfondimenti dei dalì non commentati dalla guida in precedenza doveroso e ancora ricco di sorprese mi ritiro contenta di aver sistemato oggi un bel po' di cose la data infatti deve essere cerchiata sul calendario erano perlomeno dieci anni che non andavo a lavorare così presto i turni son turni gli orari sono orari e la prospettiva cambia quando sei in pista dalle sette e mezzo bene bene