Posts Tagged ‘solidarietà’

L’AFGANO E LE ALTRE

giugno 20, 2016

Ci sono fratelli immigrati che somigliano spaventosamente a italiani dal volto noto. Xeno-omologhi. Cambia il colore, alle volte. Ma l’anima è più trasparente.

Ci sono sorelle che hanno grinta. E non mi riferisco a questa RAGGI di cui ho sentito dire sabato sera che ‘ha le palle d’acciaio’, che secondo me tra un po’ saranno i capelli a prenderle la forma che anticipa col suo cognome, ritti in testa, panicata da tutti i postulanti che a rrrroma le si paleseranno giorno dopo giorno e la notte pure senza tregua a darle consigli a dirle chedddeve fa’ …peccampa’! Sta città refrattaria all’organizzazione razionale, prospera sull’arte, non quella di arrangiarsi che appartiene ad altra cultura ancora, ma, lo dico, l’arte della SPACCONERIA. E mo suscito quel che mi merito, andiamo avanti.

Sorelle, dicevo. Sulla freccia tornando a Milano la scorsa settimana, martedì, per la lettura poetica organizzata dalla MP Quintavalla alla Casa delle Donne di via Marsala, avevo bisogno di inviarmi un file. Mariangela, manager sorridente, lo ha saputo fare. Sull’IR per S. Vincenzo giovedì invece ho trovato Serena che mi ha prestato la sua bicicletta rosa, lucchetto aperto. Mi ha detto: mi fido ciecamente. Il giorno dopo, alla stessa ora, gliela ho riagganciata là dove l’avevo prelevata.

Solidarietà.

 

SERVIZIO CIVILE

gennaio 20, 2014

Qui ci siamo. Impopolare sì ma in questo deserto economico, si deve tentare. L’ha capito anche Renzi, che immagino così voglia disinnescare la bomba disoccupazione…

ALBERTO CHIARA E L’8XMILLE REDISTRIBUITO

gennaio 12, 2014

Il giornalista di Famiglia Cristiana ha appena concluso la sua settimana di conduzione di PRIMA PAGINA. Ieri, un’ascoltatrice impertinente gli ha posto la seguente domanda: dato che una buona metà dei contribuenti non si esprime sull’attribuzione dell’8xmille alle Chiese o allo Stato e la somma corrispondente viene redistribuita secondo le rispettive percentuali espresse, e alcune Chiese hanno già rinunciato a questa ulteriore quota in favore dello stato, perché non fa la stessa cosa la Chiesa Cattolica, visti i gravi problemi relativi a disoccupazione e esodati…?

Alberto Chiara ha risposto con lieve esitazione che Papa Francesco sta mettendo ordine nei conti della Chiesa e presumibilmente lo farà anche con l’8xmille redistribuito (come consente una legge post-concordataria).

Non dovrebbe tardare. Si tratterebbe di una Rinuncia a fin di bene. La Fetta più grossa del non sottoscritto impiegata nell’emergenza sociale. Si può discutere su quali agenzie compiano meglio questo lavoro.

RADIO DAYS

maggio 28, 2010


L'ascolto di Radio3 è cresciuto del 61%.

Voglia di democrazia.

http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/ContentItem-84dc6949-896e-45fe-8dc9-b374f32ca404.html?refresh_ce

I CASI di Amici Incatramati

aprile 20, 2010

 

Onto?

1) G. ha un Amico dai tempi del liceo, gli è rimasto solo quello. Non parlano molto e si vedono due tre massimo quattro volte all'anno. Una volta G. è stato in ospedale e l'Amico di sempre fu l'unico ad andarlo a trovare. Ma un giorno in compagnia di altri, tra cui alcune nuove conoscenze, l'Amico parla di fatti suoi privati a uno dei nuovi soggetti del circoletto, che ignaro riferisce a G., il quale si sente by-passato. Cos'è la fiducia? In cosa si manifesta? La confidenza non è più una sua espressione viva e rassicurante? Cosa viene meno? Cosa rimane? La vuota ritualità delle visite o delle telefonate, come usa (non vorrei dire) tra parenti?

2) M. va al matrimonio di un'amica. Lì sa di essere a rischio di incontrare componenti della vecchia compagnia con cui molto tempo fa si è interrotto un rapporto di amicizia, per motivi di principio. La sposa organizza in modo da distribuire gli 'incompatibili' in tavoli ben separati. M. le è riconoscente per l'attenzione e la delicatezza. Ma forse sente dietro le spalle l'alito dell'altra persona, ostile… Che è pure proiezione della sua ostilità…
Alcuni giorni dopo, in tutt'altro contesto, per una coincidenza, gli si avvicina un altro Amico Perduto, sempre della Fazione opposta, per intendersi, sempre della stessa antica compagnia, ma non presente al matrimonio, il quale si rivolge a lui con la sorpresa di chi incontra una persona che non si vede da anni. M. dichiara che se non lo avesse intercettato l'altro e non gli avesse battuto due dita sulla spalla per salutarlo, lui di certo, fossero state invertite le parti, incatramato nei suoi piccoli ma consolidati risentimanti, non si sarebbe comportato allo stesso modo, anzi, avrebbe proprio girato al largo!

3) M.' prova un grande risentimento per l'intera comunità: Ho la febbre e il mal di vivere, incurabile, poiché deriva dallo schifo che ho per l'occidente e le/gli occidentali. Domani suono a … se venite udite i miei resti…

4) M.'' si esprime così: Vivo. Non felicemente. Ma non so se starei meglio altrove. Ora come ora. …l'arte è una forma di salvezza e la salvezza è una forma d'arte. Così come la perdizione. Tra l'altro.

Uomini??? Sveglia!!

LETTERA APERTA…

marzo 1, 2010

…alla Responsabile AGESCI

Gent. Sig. P.

non posso trattenermi dal segnalare quanto segue: mio figlio iscritto ad una sezione scout CNGEI si è trovato lo scorso week end ad un bivacco organizzato congiuntamente in sede AGESCI, potenzialmente (e auspicabilmente) in un clima di apertura solidale e amichevole tra i gruppi. 

Dato che mio figlio è arrivato sul posto in anticipo con mezzi privati mentre i suoi compagni partivano dalla Centrale su un treno sbagliato e tardavano un’ora, ha partecipato, unico esemplare in camicia verde, con curiosità e buona disposizione di spirito, alle attività svolte nel pomeriggio dai gruppi AGESCI.

Una bambina lo ha squadrato allarmatissima urlando: ma perché lui non ha la camicia azzurra? Poi, puntandogli il ditino: ma tu sei ateo? E, a raffica: perché sei ateo? Ma chi ti ha creato? E prima? E prima? E di fronte a risposte scientifiche con un inevitabile tetto storico, schiamazzava: ho vinto io, ho vinto io!

Segue gioco, sotto la regia di un prete che mostra un sole di cartone. Cosa vi ricorda? Si alza un coro. La luce! La vita! Pensateci bene, insiste. Finché qualcuno più sgamato lo accontenta. Dio! Bene, ragazzi. Si passa così alla certificazione. Firma dei raggi. Ogni cristiano è figlio di dio e firma. Il prete si rivolge a mio figlio dicendo: sei stato con noi a giocare, firma anche tu. La bambina si riaffaccia segnalando: ma è ateo! Vabbé allora no. Con sorrisino. Imbarazzato.

Mi chiedo e le giro il grappolo di questioni. Dove stanno i sani principi della convivenza civile? A fronte di una certa generica apertura della maggior parte dei ragazzini, della iniziale bonarietà del prete, non confermata dall’azione successiva, da dove viene il cinismo della bambina? In quale contesto culturale sorge? A chi affidiamo le coscienze dei nostri figli?  A degli ammaestratori di scimmiette? A degli addestratori di orgoglioni appartenenti alla lobby perfetta, anzi perfettissima?

Beh, è preferibile lo stile allegramente scalcagnato degli scout in verde, che si siedono su un treno al binario giusto ma due carrozze indietro e che per carenza di informazione del personale FS (in camicia azzurra) non è segnalata la destinazione, al sussiego, ai privilegi (ICI?), e all’aridità umana degli altri.

La passo a prendere da messa, signora P., e ne parliamo. Le offro il caffé. 

 

ALBERI

febbraio 14, 2010

Alberi secolari, come si possono vedere nei parchi delle ville diventate patrimonio pubblico.

A Varese, la ex-città giardino, per gli abusi e la lenta ma inesorabile devastazione compiuta, che in ogni caso rappresenta ancora un lusso rispetto alla media dello scempio in questo Paese, si trova Villa Toeplitz,
 http://www.santambrogiolona.it/villa_toeplitz.html
 , dove alloggia un esemplare di Cedrus libani maestoso (ancora più bello di quello esemplificativo della foto!).

Ieri, l’ho abbracciato. Al tramonto, quando il parco è già quasi completamente in ombra (e per questo la neve persiste in ampie aree), un fascio luminoso si proietta solo sull’altura dove il cedro risiede.

E, guarda guarda lo Zeit-Geist che si affaccia!, proprio stamattina per Radio3, negli approfondimenti di PAGINA 3, si parlava di un movimento di appassionati di alberi secolari che praticano il contatto fisico in forme rituali urbane (ma anche non…) di devozione alle piante: un abbraccio di amicizia e per ringraziamento!

SALVEZZA

gennaio 8, 2010

UNO

Come non dare credito alla nuova (…) guru del risparmio e dell’anticonsumismo, CRISTINA GABETTI?

Lei ha già avuto tutto il necessario e anche il superfluo, perciò francescanamente si spoglia!
 
Oddio, meglio che niente: non so quanto possa incidere sul mercato globale
ma intanto ci prova, e si vede che
ci crede!

…è tanto ricca quanto illuminata e perciò serenamente
scrive libri contro gli sprechi e invita tutti a seguirla sulla strada del ravvedimento.

Brava.
 

DUE

Il MEKONG diventerà sempre più tedioso nei prossimi anni.

Ci costruiscono degli sbarramenti per la produzione di energia elettrica.

I 60.000.000 di abitanti delle sue sponde,
nei paesi che il fiume attraversa, avranno lampadine accese
ma non più pesce da cucinare.

Li salveranno dall’arsenico e dai metalli pesanti.
…ma che noia,
la pesca è un ottimo passatempo!

Invece no: tutti davanti alla tv.