Posts Tagged ‘tivvù’

VERMICINO DOCET

ottobre 8, 2010

interessante dibattito su VIBRISSE bollettino a proposito di TV della sofferenza:

http://vibrisse.wordpress.com/2010/10/07/una-scomparsa-che-ha-sempre-fatto-il-pieno-di-audience-in-tv/

COMMUNITY

marzo 16, 2010

Spesso faccio riferimento a RADIO 3, che è per quanto riguarda i media, la mia community. Aderisco; mi ci riconosco; gioisco (quasi sempre) di quel che sento.

Una annotazione. Elettoralmente parlando non facciamo paura: siamo critici, ma pochi.

Le trasmissioni tv invece sono state oscurate. La tv infatti sposta. I voti.

Non possiamo confrontarci, ragionare, scambiare opinioni.

E dato che in Italia, la tradizione di voto dà una certa garanzia di continuità, se non disturbi l'elettore, lo induci, nel suo placido torpore a continuare a votare per quella stessa bandierina (stinta, macchiata… o patinata?) delle passate elezioni.

Vietato perturbare l'ordine, vietato muovere le acque. Sennò il torbido torna a galla, affiora.

SHHHH! Silenzio, si vota!

ZORRO

gennaio 15, 2010
Mostra immagine a dimensione intera

Era il 1983 o al massimo il 1984. Tempo di Carnevale. Le feste proliferavano. Alcuni amici propongono di andare a quella del Rotary, ai margini della provincia ad alcune decine di km dalla città. Dopo i tanti travestimenti ideati nel corso degli anni: Arlecchino, Generale in Mutande, Cesso, Infermiera, Vedova… decido di assumere la veste della Brasiliana, solo perché avevo trovato un turbante verde e della frutta in miniatura da utilizzare come decorazione. Non era un costume esagerato, nè succinto, ma fece il suo bel successo. In particolare quando nella sala gremita entrarono i 9 ZORRI. Erano buontemponi di Arezzo, accompagnati da un sedicente giornalista di Repubblica, in smoking. L’idea era quasi geniale: mettere in ordine di altezza 9 ragazzuoli. Il n. 1 era 1.60. Il n. 9, 1.90. Erano arrivati stipati in un furgone Ford Transit turchese. Il giornalista faceva la parte del, o pretendeva di essere riconosciuto come Pifferaio Magico della situazione. Ma il suo piffero non suonava la nota giusta. Dalla selezione degli Zorri emerse il n. 8.

Torna la serie televisiva.

SALVEZZA

gennaio 8, 2010

UNO

Come non dare credito alla nuova (…) guru del risparmio e dell’anticonsumismo, CRISTINA GABETTI?

Lei ha già avuto tutto il necessario e anche il superfluo, perciò francescanamente si spoglia!
 
Oddio, meglio che niente: non so quanto possa incidere sul mercato globale
ma intanto ci prova, e si vede che
ci crede!

…è tanto ricca quanto illuminata e perciò serenamente
scrive libri contro gli sprechi e invita tutti a seguirla sulla strada del ravvedimento.

Brava.
 

DUE

Il MEKONG diventerà sempre più tedioso nei prossimi anni.

Ci costruiscono degli sbarramenti per la produzione di energia elettrica.

I 60.000.000 di abitanti delle sue sponde,
nei paesi che il fiume attraversa, avranno lampadine accese
ma non più pesce da cucinare.

Li salveranno dall’arsenico e dai metalli pesanti.
…ma che noia,
la pesca è un ottimo passatempo!

Invece no: tutti davanti alla tv.

FIAT e armi di distrazione di massa

gennaio 30, 2009

Sono quarant’anni che periodicamente si pone la questione di salvare la FIAT. Come con gli incentivi pubblici a rottamare e acquistare. Bravi! Ma perchè dovremmo continuare a comprare auto?

Su un muro in Svizzera c’era (o c’è?) scritto:

AUTO, DU STINKSCH!

La polizia cantonale aveva provveduto a mettere cartelli che recitavano:

BEIM ROTEN, BITTE MOTOR ABSTELLEN!

e tranne che per qualche italiano, il suggerimento era ed è seguito… vero è che la svizzera non produce auto e cerca di proteggersi dal sovraffollamento di vetture, fa campagna informativa su come ridurre gli inquinamenti o eliminarli, fa una politica di raccolta differenziata efficace fino a separare i vetri dei diversi colori perchè il bianco trasparente vale di più e si riproduce per riciclaggio solo dalla rigorosa separazione del bianco dal verde, dal giallo, dal blu..! si raccoglie talmente tanta carta che poi diventa un problema bruciare i rifiuti che rimangono indifferenziati nei termovalorizzatori… incredibile per noi ma  si vedono plichi di carta ordinata legata con spago (di carta) fuori dai portoni nei giorni indicati dai calendari della raccolta comunale… bidoncini di olio da frittura… oggetti ingombranti… tutto regolato senza equivoci. e fa politica di risparmio energetico a tappeto. non so se produce lavatrici ma usa avere la lavanderia di condominio in condivisione con macchine da lavare di carico utile al numero di famiglie utenti e nessuno si lamenta dell’igiene e dei turni da rispettare, ovvio anche che nessuno ruba i calzini dallo stenditoio comune! Miraggio per noi, siamo molto indietro!!!

Tornando alla politica del salvataggio dell’auto in Italia: non ci serve l’auto privata, deve essere incentivata l’auto in condivisione come la lavatrice! servono parchi-auto di quartiere con agilità di utilizzo, così un’auto può sevire più utenti in tempi diversi. Verrebbe assicurata la manutenzione continua, il ricambio continuo con modelli più efficienti. NON ACCETTIAMO IL RICATTO FIAT!

é allarme zapping. il programma più visto in tv è lo zapping. che vuol dire NIENTE. così non abbiamo il tempo per pensare.