Posts Tagged ‘fenomeni’

LAVORATORI DISOCCUPATI

luglio 8, 2016

Un teorico indiano di questi tempi preconizza il seguente scenario: tutti lavoreremo a tratti, sulla base di continui aggiornamenti, corsi, tirocini, autoformazione. Lo studio che prepara alla professione lungo 10 o 15 anni non avrà più senso.

Zombie anche nel mercato del lavoro, dunque. Free-lancing diffuso. Vincono la furbizia e la flessibilità, intese nel senso di intelligenza pronta e capacità di adattamento, in un quadro di relazioni totalmente nuovo.

Taglio e acconcio i capelli, cucio stoffe di recupero che diventano borse, trousse, indumenti, canto storie e ballo, intrattengo con la poesia, organizzo forme di aggregazione attorno al prodotto artistico con tutti i linguaggi, mi impegno in azioni ambientaliste pianificate coordinate ed estemporanee, ammaestro animali con predilezione per gli invertebrati marini, do buoni consigli e infondo fiducia.

Troppo, o troppo poco?

Lavoratrice disoccupata volontaria offresi. Aderisco a me medesima. Ma troverò adepti, lo sento!

Annunci

ACCENTI

giugno 15, 2016

Aveva di fronte una donna con la faccia da zingara, la pelle color pelle di zingara, uno chemisier coloniale tutto abbottonato davanti con bottoni d’oro, gli orecchini ad anello sotto i capelli dal taglio preciso ma spettinati, da impiegata pendolare, scarpe aperte in punta che lasciano intravedere lo smalto rosso corallo e un certo intento seduttivo, aggravato dalle ginocchia rimarginate ma contuse in bella vista. A lato, una più vecchia e sbiadita come la sua povera maglietta bianca inerte, capelli grigi fini e cortissimi, l’eye-liner fisso, ostenta un tatuaggio sul braccio sinistro in grafia svolazzante: “Chi sa essere se stesso ha gia vinto”, senza accenti. A questa si può sempre prestare un pennarello per mettere almeno quello giusto. All’altra, una spazzola e un solvente. Ne sappiamo qualcosa.

MONTI VOLEVA DIRE…

febbraio 3, 2012

…che pur essendo un diritto il posto fisso, è anche un diritto poterlo cambiare in seguito per noia. Infatti lui conosce il mondo dei manager dove, prima dell’attuale contingenza economico-finanziaria, era possibile e/o auspicabile cambiare azienda mediamente ogni 5 anni per approfondire e allargare l’esperienza, mettere a curriculum una diversificazione di ‘prove di sè’ qualificanti. Si è espresso male, poverino.

WANGARI

settembre 26, 2011

In difesa della democrazia della partecipazione delle donne alla vita politica, alle decisioni della comunità, della biodiversità, della salvaguardia della casa di tutti: l'ambiente.

VERSO LA LUMINARA

giugno 15, 2010


Le due indicano un'ora di cammino. Il lungo pontile è a metà strada e non si può non fotografare. Il pescatore mi guarda divertito: …e tre, che fan la foto!

A rispondere poi al telefono (era la Torni, la maga bianca, e una mezzora prima l'avevo evocata per un invito ad una sua mostra che avevo trascurato e me ne dolevo!) guardando contemporaneamente il tramonto e raccogliendo un Pluto disperso, ecco profilarsi il campeggio del Puntone, segno che era ora di uscire dalla spiaggia e di immettersi sulla strada per Castiglione, da lì lontano 16/17 km.

Amir, la guida (spirituale) non tarda ad arrivare. Ha tolto il camice di farmacista, e mette la camicia del musicista o il camicione del santone.

L'albergo Pirla (o forse Perla) ci aspetta!

LA CUCCAGNA

giugno 4, 2010
Aperitivo delle relazioni a Cascina Cuccagna (Milano), 9 giugno 2010
 
Info dai giornali e dai siti Mercoledì 9 giugno, dalle ore 18.30 alle 21.30 nell’orto-giardino della Cascina Cuccagna -in via Cuccagna 2/4 ang. via Muratori-, Altreconomia presenta “L’aperitivo delle relazioni”, un evento che coniuga cibo di qualità e un’importante novità editoriale. A partire dalle 18.30 sarà servito un aperitivo a base di prodotti solidali, locali, biologici e di filiera corta, coltivati sui terreni confiscati alla mafia: un ricco piatto accompagnato da un bicchiere di vino (8 euro, prenotazioni a ufficiostampa(chiocciola)altreconomia.it) e da birra artiganale o bevande eque.

Ma la serata è soprattutto l’occasione per tutte le “reti di economia solidale” -milanesi e non- di incontrarsi e festeggiare l’uscita del libro “Il capitale delle relazioni. Come creare e organizzare un gruppo d’acquisto e altre reti di economia solidale, in 50 storie esemplari”, presentato per la prima volta a Milano (alle 19.30).
“Il capitale delle relazioni” è una straordinaria raccolta di buone prassi, il compendio di un lavorio incessante e “lillipuziano”, che in questi ultimi 15 anni ha fatto nascere e sviluppare in tutta Italia centinaia di gruppi d’acquisto solidali, progetti di filiera corta e a chilometro zero, gruppi per le energie rinnovabili, realtà di turismo responsabile, fiere del consumo critico e altre reti, come i Distretti di economia solidale. Questo patrimonio costituisce un capitale su cui investire: quello delle relazioni.
Un’opera collettiva che raccoglie 50 e più esperienze raccontate dai protagonisti stessi e curate dal “Tavolo per la Rete italiana di economia solidale”. L’editore è Altreconomia, mensile e casa editrice indipendente che da oltre 10 anni racconta le vicende delle cosiddette “reti di economia solidale”: Pietro Raitano, direttore di Altreconomia, le ricostruirà in diretta, con l’intervento di alcuni fra i 35 autori.
Il libro sarà disponibile per tutti gli intervenuti al prezzo scontato di 12 euro e con il 40 per cento di sconto per i membri dei gruppi d’acquisto che lo acquistano collettivamente.
Consorzio Cantiere Cuccagna è un consorzio di 7 associazioni milanesi (esterni, Cooperativa Cuccagna, Smemoranda, Cooperativa sociale S. Martino onlus, Cooperativa sociale Diapason, Cooperativa sociale Comunità Progetto, Associazione Chiamamilano). L’obiettivo del Progetto Cuccagna è quello di restituire la Cascina alla città di Milano trasformandola in un nuovo spazio pubblico. Nel 2011 sarà uno spazio poli-funzionale, che ospiterà attività, eventi, laboratori: un cantiere di persone e di idee. Un grande giardino (oltre 1500 mq), orti e serre, trattoria, bottega di prodotti a filiera corta, ostello-residenza temporanea, auditorium, ciclo-officina, eco-museo urbano, sala prove e di ascolto musicale, forno a legna, edicola internazionale, laboratori artigianali e del riciclo, spazi per bambini, laboratori multimediali. Oltre 2000 mq a disposizione dei cittadini, della loro creatività, del loro desiderio di partecipazione e del loro benessere sostenibile.

 
Altri collegamenti
· + info Info dai giornali e dai siti
· Notizie di andreas


L'articolo più letto di Info dai giornali e dai siti:
Un altro sviluppo locale

   

Aperitivo delle relazioni a Cascina Cuccagna (Milano), 9 giugno 2010 |

aprile 22, 2010

boscolo chiara Questo post è dedicato alla Casalinga di Via Voghera.